Ho un forte mal di testa: muore dopo aver girato 3 ospedali!

(Salerno)ore 09:25:00 del 15/12/2016 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Salute

Ho un forte mal di testa: muore dopo aver girato 3 ospedali!

Questa è la sanità secondo il pensiero LORENZIN - E... vedrete che riceverà nuovo incarico . Più sei OCA piu' ti cercano . In Italia funziona così.

Questa è la sanità secondo il pensiero LORENZIN - E... vedrete che riceverà nuovo incarico . Più sei OCA piu' ti cercano . In Italia funziona così.

Quel mal di testa non la lasciava più. Era un’emorragia cerebrale e se l’è portata via dopo una vera e propria odissea, in giro tra gli ospedali.

Aperta l’inchiesta sulle cause che hanno portato al decesso di una 38enne salernitana, madre di tre figli: tre avvisi di garanzia recapitati dopo la denuncia della famiglia.

Il dramma s’è consumato nella scorsa settimana. La cefalea, quel persistente mal di testa che non se ne andava più, era diventato insopportabile e così la donna s’era fatta visitare dai medici dell’ospedale di Mercato San Severino, in provincia di Salerno. Stando a quanto riporta La Città, i dottori di quel presidio sanitario avrebbero voluto trattenerla per ulteriori controlli ma la donna avrebbe deciso di lasciare l’ospedale.

Il marito, però, avrebbe a sua volta lamentato che gli esami da lei subiti in quell’ospedale sarebbero stati anomali. Quindi la signora è stata visitata dai medici dell’ospedale di Nocera Inferiore e, infine, da quelli della struttura sanitaria di Salerno. Dove, però, è arrivata in condizioni estremamente critiche nella serata di giovedì scorso.

Lo stato ormai compromesso della donna, affetta da una gravissima emorragia, ha indotto i sanitari salernitani a dichiararne la morte cerebrale. Dopo gli esami autoptici e l'iniziale stop dovuto proprio a consentire lo svolgimento degli accertamenti medico-legali, è stata autorizzata dai magistrati la pratica dell’espianto degli organi. La 38enne, infatti, aveva espresso la sua volontà di essere donatrice.

Intanto, la famiglia ha presentato una denuncia per ottenere un’inchiesta dalla quale si possa risalire alle cause che hanno portato al decesso della giovane mamma salernitana e, soprattutto, a valutare se (ed eventualmente quali) responsabilità ci siano da parte di medici e sanitari nella tragedia. Sono stati notificati già tre avvisi di garanzia ad altrettanti medici che hanno visitato la signora.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Come volevasi dimostrare, sfuma il TAGLIO DEI VITALIZI. PAGLIACCI!
Come volevasi dimostrare, sfuma il TAGLIO DEI VITALIZI. PAGLIACCI!
(Salerno)
-

Non c’è speranza che i parlamentari si taglino i vitalizi prima della fine della legislatura
Il PD è il partito dei PAPPONI. Hanno fatto la sceneggiata, prima chiuso nel...

Acquisti di NOTTE in FARMACIA? PAGHI IL DOPPIO!
Acquisti di NOTTE in FARMACIA? PAGHI IL DOPPIO!
(Salerno)
-

Chi comprerà farmaci nelle ore notturne di fatto spenderà il doppio: così cambiano le tariffe per il clienti
Tutto con il beneplacito di questo governo rosso e ovviamente sempre e...

Ecco le diete da seguire nel 2018
Ecco le diete da seguire nel 2018
(Salerno)
-

Perdita di peso: i regimi alimentari che faranno tendenza nel 2018
Perdita di peso: i regimi alimentari che faranno tendenza nel 2018 Secondo Alix...

L'OZIO salvera' il mondo. Come godere del DOLCE FAR NIENTE
L'OZIO salvera' il mondo. Come godere del DOLCE FAR NIENTE
(Salerno)
-

“L’idea che il povero possa oziare ha sempre urtato i ricchi”
Oziare non solo è bello, ma colora la vita dell’individuo, la riempie di poesia,...

GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
(Salerno)
-

Due articoli inseriti di soppiatto nella legge europea 2017 regalano i nostri dati sanitari alle multinazionali. Tutti i dettagli della nuova normativa
I nostri dati sanitari sono probabilmente quanto di più personale, privato...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati