Gli asciugamani elettrici nei bagni pubblici? Cosa conoscere

ROMA ore 19:25:00 del 21/04/2016 - Categoria: Denunce, Salute - Asciugamani elettrici

Gli asciugamani elettrici nei bagni pubblici? Cosa conoscere

Il direttore della ricerca, Mark Wilcox, ha spiegato: “La prossima volta che vi asciugherete le mani usando un asciugamani elettrico potreste diffondere batteri senza saperlo e potreste anche essere colpiti da microbi altrui”. Attenzione dunque.

Occorre fare attenzione agli asciugaMani elettrici che si trovano nei bagni pubblici. L’allarme è stato lanciato per quelli in cui si infilano le mani che vengono investite di un getto di aria calda per essere asciugate.

Secondo uno studio dell’Università di Westminster, infatti, questo tipo di asciugamani elettrici, che sono sempre più diffusi, sarebbe un pericoloso ricettacolo di germi e batteri. Questo asciugamani diffonderebbe i germi nell’aria ben 1.300 volte in più della carta e 60 volte in più dei vecchi asciugamani elettronici.

I ricercatori hanno condotto il loro esperimenti bagnando le mani in acqua contente germi innocui, poi le hanno asciugate in tre modi differenti: con i nuovi asciugamani elettronici in cui si infilano le mani, con quelli più vecchi con il getto d’aria dall’alto e infine con le salviette di carta.

Ebbene, il risultato dell’esperimento è stato che il primo asciugamani, quello elettrico di ultima generazione in cui si inflano le mani e che spara aria a 730 km orari, asciugando le mani in pochi secondi, è anche quello che diffonde più facilmente i germi, sparandoli fino a 3 metri di distanza. Con buona pace per la salute.

Il direttore della ricerca, Mark Wilcox, ha spiegato: “La prossima volta che vi asciugherete le mani usando un asciugamani elettrico potreste diffondere batteri senza saperlo e potreste anche essere colpiti da microbi altrui”. Attenzione dunque.

La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Applied Microbiology, tuttavia è stata contestata dalla Dyson, un’azienda produttrice di un tipo asciugamani elettrico in cui si infilano le mani, il modello Airblade. La Dyson sostiene la sicurezza igienica degli asciugamani da loro prodotti e mette sotto accusa l’industria produttrice delle salviette di carta che creerebbe allarmismi per screditarli.

Autore: Samuele

Notizie di oggi
SCATTA L'ORA X IN SICILIA: CORSA ALLE POLTRONE IN ATTO
SCATTA L'ORA X IN SICILIA: CORSA ALLE POLTRONE IN ATTO

-

Siciliani, non sarete mica sorpresi ! A che cosa pensavate, quando avete messo la X sulla scheda elettorale ? Per non cambiare nulla e continuare la decadenza, la schiavitù, i voti di scambio, le mazzette..…
Siciliani, non sarete mica sorpresi ! A che cosa pensavate, quando avete messo...



-


BERLINO - L'Italia, vista dai quotidiani tedeschi, è un coacervo di questioni...

Inquinamento: ITALIA PRIMO PAESE PER MORTI IN EUROPA
Inquinamento: ITALIA PRIMO PAESE PER MORTI IN EUROPA

-

“L’Italia è il primo grande Paese europeo per numero di morti legati all’inquinamento dell’aria. Questo è quanto emerge da uno studio presentato al Senato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, presieduta dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi.
“L’Italia è il primo grande Paese europeo per numero di morti legati...

USA: ecco la PILLOLA DIGITALE che comunichera' al Sistema se l'hai assunta oppure no!
USA: ecco la PILLOLA DIGITALE che comunichera' al Sistema se l'hai assunta oppure no!

-

Buongiorno, volevamo avvisarla che questo mese non riceverà lo stipendio ed è appena stato licenziato poiché sebbene in stato di malattia non ha ingerito il nostro farmaco !!!!
"Pare fantascienza ma si tratta solo di controllo globale totalitario della...

Gasdotto Puglia- Melendugno: CITTA' MILITARIZZATA! VIDEO
Gasdotto Puglia- Melendugno: CITTA' MILITARIZZATA! VIDEO

-

Gli abitanti di Melendugno (Puglia), hanno avuto un risveglio orwelliano,si sono ritrovati per le strade oltre 250 poliziotti in difesa del Gasdotto.
Gli abitanti di Melendugno (Puglia), hanno avuto un risveglio orwelliano,si sono...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati