Giusto pagare le tasse: MA DOVE FINISCONO I NOSTRI SOLDI?

(Genova)ore 19:33:00 del 12/04/2018 - Categoria: , Denunce, Economia

Giusto pagare le tasse: MA DOVE FINISCONO I NOSTRI SOLDI?

Giugno. Tempo di dichiarazione dei redditi. Dobbiamo pagare le tasse. Ce lo ricorda anche l’art. 53 della Costituzione:

Giugno. Tempo di dichiarazione dei redditi. Dobbiamo pagare le tasse. Ce lo ricorda anche l’art. 53 della Costituzione:

“Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.”

“Alle spese pubbliche” significa che io cittadino devo pagare le tasse, ma tu Stato (inteso in senso allargato, diciamo meglio “pubblica amministrazione”), devi ripagarmi con i servizi.

È vero questo oggi? Dove vanno i nostri soldi? Andrebbe tutto bene, non ci sarebbe granché da contestare se tutti, voglio dire tutti i nostri soldi finissero in servizi pubblici, ossia ripagassero il sacrificio che ci viene richiesto, che, ricordiamolo, non è un sacrificio di poco conto in Italia. Anzi, la tassazione in Italia è la più alta del mondo.

Ma a me francamente ripugna che invece buona parte di questi soldi vadano: alle grandi opere, visto che distruggono il territorio e l’art. 9 della Costituzione vuole che lo Stato tuteli il paesaggio (e l’ambiente, secondo l’interpretazione estensiva fornita dalla Corte Costituzionale); agli inceneritori, visto che minano la salute dei cittadini e l’art. 32 della Costituzione vuole che lo Stato tuteli la salute; alle missioni di guerra o ad acquistare armi da guerra, visto che secondo l’art. 11 della Costituzione l’Italia ripudia la guerra; non vadano alla tutela dei beni artistici, visto che l’art. 9 della Costituzione prevede che lo Stato deve tutelare il patrimonio storico e artistico della Nazione; non vadano alla Giustizia, che è sempre più senza uomini e mezzi; non vadano alla Sanità, un tempo nostro fiore all’occhiello ed oggi sempre più agonizzante. Ed invece vadano alle scuole private; vadano ai partiti o ai giornali di partito; vadano ad una Rai che non svolge alcun servizio pubblico. E mi ripugna altresì che i soldi che lo Stato mi spillò anni addietro lo Stato li abbia dispersi per svendere i gioielli di famiglia, leggasi Enel, Sip. E che a livello locale i servizi pubblici siano sempre più in mano privata.

A me ripugna telefonare al Cup e sentirmi dire esplicitamente che devo attendere mesi per una visita medica, ma se vado privatamente lo stesso medico pagato con i miei soldi mi riceve domani. A me ripugna andare alla spiaggia e non potermi godere il demanio pubblico, tutto dato in concessione ai privati. A me ripugna fare un esposto alla magistratura e sapere già che verrà archiviato perché il Pubblico Ministero non dispone di forze adeguate per indagare. Mi ripugna tutto questo e tanto altro.

E allora? Io pago, Stato, ma pretendo che tu sia diverso. Pretendo quello che l’art. 53 della Costituzione mi garantisce: la spesa pubblica. Ma intesa nel senso dei padri costituenti, in senso strettamente materiale ma anche etico.

Io ho un dovere, ma ho anche tanti diritti.  E pretendo che tu, Stato, sia morale, come pretendi che sia io.

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Cibo: sempre piu' AFFAMATI in un mondo piu' RICCO
Cibo: sempre piu' AFFAMATI in un mondo piu' RICCO
(Genova)
-

Pensate ai vostri nonni. Ora pensate al mondo moderno. Non sembrano passati 50 anni.
Pensate ai vostri nonni. Ora pensate al mondo moderno. Non sembrano passati 50...

Reddito di Inclusione: sostegno per 700 mila famiglie
Reddito di Inclusione: sostegno per 700 mila famiglie
(Genova)
-

Dal primo luglio scompare il requisito familiare per il Reddito di inclusione, diventano 700 mila le famiglie beneficiarie. Il PD: 'Non basta ancora'.
Il Reddito di inclusione vede allargata la platea di destinatari grazie...

Pagamenti inferiori alla busta paga? Ecco cosa rischia il datore di lavoro
Pagamenti inferiori alla busta paga? Ecco cosa rischia il datore di lavoro
(Genova)
-

Il datore di lavoro che costringe i dipendenti ad accettare pagamenti inferiori in busta paga, è punibile per estorsione e autoriciclaggio
Il datore di lavoro che costringe i dipendenti ad accettare pagamenti inferiori...

SACRA SINDONE: molte delle macchie sono un falso
SACRA SINDONE: molte delle macchie sono un falso
(Genova)
-

Ad affermarlo è uno studio, pubblicato sul Journal of Forensic Sciences, guidato da due ricercatori italiani: molte macchie risultano inverosimili.
L'esito di un recente studio ha annunciato che, a parte alcune macchie...

Misteriosa morte di un giornalista che investigava sui finanziamenti di Soros ai gruppi antifa
Misteriosa morte di un giornalista che investigava sui finanziamenti di Soros ai gruppi antifa
(Genova)
-

Alcune delle sue inchieste avevano suscitato reazioni ed attacchi dagli ambienti della sinistra mondialista e dai media ufficiali che lo accusavano di “complottismo”.
Sembra ormai sulla via dell’archiazione la morte  del giornalista investigativo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati