Giochi d'azzardo, cosa conoscere

(Torino)ore 12:27:00 del 20/04/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Salute

Giochi d'azzardo, cosa conoscere

Sono i dati ufficiali forniti dal Libro Blu sui giochi, all’interno del testo “Organizzazione, attività e statistica dell’Agenzia delle Dogane – Anno 2016”.

In Italia giocare paga e paga bene, sicuramente “gode” lo Stato che certo non si può lamentare. Sale slot, gratta e vinci, lotterie e videopoker sono diventati una vera e propria piaga nel nostro paese, con un costo sociale enorme che va da quello diretto della terapia a quello indiretto come l’assenza del posto di lavoro, i conflitti familiari, ecc. L’Italia detiene il triste primato di paese europeo dove si gioca di più, e rappresenta il quarto mercato mondiale per la raccolta più elevata. In testa Stati Uniti, Cina e Giappone.

Nel 2016 gli italiani, malgrado crisi e problemi economici, si sono giocati quasi 96 miliardi di euro (nel 2015 erano stati 88,2 mld) tra scommesse, lotterie, giochi istantanei, slot, bingo, lotto e quant’altro presenta l’offerta pubblica e ufficiale dello Stato tra online (21,2 mld) o rete fisica (74,7 mld). Sono i dati ufficiali forniti dal Libro Blu sui giochi, all’interno del testo “Organizzazione, attività e statistica dell’Agenzia delle Dogane – Anno 2016”.

Un incremento che ha riguardato soprattutto slot e videolottery che da sole versano 5,85 miliardi. Nelle slot sono finiti 26,3 miliardi (+1,3%), mentre nelle Vlt, dove si può spendere di più, 22,8 miliardi (+2,7%).

Ma altri settori dell’azzardo vanno ancora meglio. La crescita maggiore è arrivata infatti dal Superenalotto che con 1,6 miliardi, cresce del 52% rispetto al miliardo del 2015. Effetto della lunga attesa del 6, arrivato alla fine a 163 milioni vinti in provincia di Vibo Valentia.

La “spesa complessiva”, ovvero quanto si è “perso” globalmente al netto delle vincite è stata di 19 miliardi (pari al 20% della raccolta totale), con un gettito erariale di circa 10,5 mld, che corrisponde al 54% della “spesa” ed è in aumento di circa il 24% sul 2015.

Inoltre, 8,9 miliardi è il “volume d’affari”, ovvero il ricavato per la filiera delle aziende al netto delle imposte. Infine, nelle tasche dei fortunati che hanno vinto sono tornati circa 76,9 mld (erano 71,1 mld nel 2014).

Da: QUI

Autore: Sasha

Notizie di oggi
Dieta per Transaminasi alta
Dieta per Transaminasi alta
(Torino)
-

Le transaminasi alte sono dei valori che vengono rilevati dal medico nel corso di specifici esami diagnostici, mediante analisi del sangue.
Le transaminasi alte sono dei valori che vengono rilevati dal medico nel corso...

Biotestamento approvato: Memento hominem. Le forze reazionarie antitaliane a servizio del papismo
Biotestamento approvato: Memento hominem. Le forze reazionarie antitaliane a servizio del papismo
(Torino)
-

Siamo ancora molto lontani dall'essere un Paese civile. E lo si vede bene dal grado di libertà che viene lasciata al singolo individuo di poter decidere della propria vita e del proprio corpo.
Siamo ancora molto lontani dall'essere un Paese civile. E lo si vede bene dal...

I multivitaminici? Inutili e dannosi
I multivitaminici? Inutili e dannosi
(Torino)
-

A volte può essere difficile alimentarsi nel miglior modo possibile. Tuttavia, una delle conseguenze è quella di andare incontro a carenze vitaminiche.
A volte può essere difficile alimentarsi nel miglior modo possibile. Tuttavia,...

Come Sopravvivere in caso di infarto
Come Sopravvivere in caso di infarto
(Torino)
-

Succede, spesso, che la persona colta da attacco di cuore in quel momento si ritrovi sola e senza aiuto. Il cuore comincia a battere in modo improprio e la vittima può fare determinate cose per salvarsi.
Succede, spesso, che la persona colta da attacco di cuore in quel momento si...

25 aprile: liberati, ma da chi? Sono 72 anni che viviamo sotto LADRI, DELINQUENTI E POLITICI CORROTTI
25 aprile: liberati, ma da chi? Sono 72 anni che viviamo sotto LADRI, DELINQUENTI E POLITICI CORROTTI
(Torino)
-

E’ da quel 25 Aprile 1945 che l’Italia vive sotto la prigionia di ladri, delinquenti, affamatori di popoli, di politici corrotti e arraffoni ingordi.
E’ da quel 25 Aprile 1945 che l’Italia vive sotto la prigionia di ladri,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati