Germania: settimana lavorativa da 28 ore e 4,3% di stipendio in piu'!

(Enna)ore 16:38:00 del 14/06/2018 - Categoria: , Esteri, Lavoro

Germania: settimana lavorativa da 28 ore e 4,3% di stipendio in piu'!

Ieri in Germania è stato ratificato un accordo sindacale che potremmo definire storico per il mondo dei metalmeccanici.

Ieri in Germania è stato ratificato un accordo sindacale che potremmo definire storico per il mondo dei metalmeccanici. 

Al momento sarà in vigore in via sperimentale nella sola regione del Baden-Württemberg, ma coinvolgerà ben 900mila lavoratori. Stiamo infatti parlando di un territorio che è la patria dell'industria automobilistica e di quella pesante, situato a sud al confine con la Svizzera, il cui capoluogo, Stoccarda ospita il quartier generale e gli impianti produttivi più importanti del colosso Daimler-Benz.

Ig Metal, Il potente #sindacato che rappresenta gli operai metalmeccanici, dopo una sola settimana di lotta serrata, caratterizzata anche da scioperi a singhiozzo nelle principali aziende del paese, è riuscita ad ottenere una vera e propria rivoluzione che, se si confermerà positivamente, sarà estesa su tutto il territorio tedesco, e ne potranno godere quasi 4 milioni di lavoratori.
Settimana di 28 ore e aumento del 4,3%

Vediamo in cosa consiste questo accordo: i dipendenti con più anzianità avranno la possibilità, per un arco temporale che va dai sei mesi ai due anni, di limitare le ore di lavoro settimanali a 28. In cambio ai datori di lavoro sarà concessa la possibilità di impiegare, su base volontaria, i lavoratori più giovani per 40 ore al posto delle attuali 35.

Per le aziende sarà quindi possibile mantenere gli attuali elevati ritmi produttivi, consentendo ai dipendenti con più anzianità di poter sostenere ritmi più consoni alla loro età [. Contemporaneamente, se ridurranno le ore lavorative, avranno dei 'bonus di tempo' per poter compensare la riduzione del loro stipendio.

Stipendio che comunque, dal mese di aprile, verrà rimpinguato per tutti. Infatti le contrattazioni tra le parti sono arrivate ad un buon compromesso, garantendo un aumento del 4,3% (i sindacati chiedevano il 6) e nuovi bonus aggiuntivi 'una tantum'

Come molti sapranno, la Germania, al contrario dell'Italia, sta vivendo una fase di grande sviluppo dal punto di vista industriale e negli ultimi anni i colossi metalmeccanici hanno segnato bilanci da record.

Proprio grazie a questa stagione con una congiuntura economica favorevole, secondo Joerg Hofmann, segretario del potente sindacato Ig Metal si è potuti arrivare così velocemente alla ratifica di un accordo che migliorerà sia le condizioni di vita che quelle economiche di centinaia di migliaia di lavoratori. #contratto

Da: QUI

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Sei un pensionato precario? VAI IN PORTOGALLO!
Sei un pensionato precario? VAI IN PORTOGALLO!
(Enna)
-

Se hai 70 anni vattene dall’Italia: in Portogallo la pensione è esentasse ed è un paradiso
Un bilocale fronte mare a 300 euro al mese, pesce al ristorante con 10 euro. E...

Cosi' scappa il futuro del MERIDIONE, che si svuota in silenzio
Cosi' scappa il futuro del MERIDIONE, che si svuota in silenzio
(Enna)
-

E chi glielo dice adesso a Salvini? Chi gli dice, mentre attende operoso al respingimento dei neri d’Africa, i nuovi invasori, che negli ultimi sedici anni circa un milione e ottocentomila italiani sono fuggiti dalle proprie case per cercare un lavoro e u
E chi glielo dice adesso a Salvini? Chi gli dice, mentre attende operoso al...

New York sposa il Gender: ecco il sesso X
New York sposa il Gender: ecco il sesso X
(Enna)
-

Il genere indefinito diventa legge. Esultano le comunità Lgbt. I critici: “Rischio abusi”
Il genere indefinito diventa legge. Esultano le comunità Lgbt. I critici:...

Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni
Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni
(Enna)
-

La leader del movimento “Domenica no grazie, Tiziana D’Andrea, racconta delle telefonate che riceve dalle ex colleghe che denunciano condizioni di lavoro inaccettabili
“Lavorare tutte le domeniche mi ha stravolto la vita. Dopo 20 anni di lavoro...

Viceministro Economia: da Gennaio pensioni MINIME A 780 EURO
Viceministro Economia: da Gennaio pensioni MINIME A 780 EURO
(Enna)
-

Laura Castelli (M5S): “Da gennaio le pensioni minime verranno portate a 780 euro”
Il viceministro all’Economia Laura Castelli (M5S) assicura che il reddito di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati