Finto ramen veg, preparazione

(Trieste)ore 23:22:00 del 25/04/2018 - Categoria: , Cucina

Finto ramen veg, preparazione

Usano poi concludere il pasto con dolcissimi dorayaki. Ci siamo ispirati alla creatività nipponica per realizzare un finto ramen veg, una zuppa calda e profumata ricchissima di verdure spadellate che accompagnano un brodo a base di fagioli.

Il ramen è uno dei piatti iconici della cucina giapponese. Sebbene quest’ultimo sia nato in Cina è comunemente attribuito alla cucina del Sol Levante anche grazie all’influenza dei manga e degli anime.

I protagonisti dei cartoni animati giapponesi sono spesso seduti avanti a queste ciotole ricche che consumano ancora roventi con le bacchette.

Usano poi concludere il pasto con dolcissimi dorayaki. Ci siamo ispirati alla creatività nipponica per realizzare un finto ramen veg, una zuppa calda e profumata ricchissima di verdure spadellate che accompagnano un brodo a base di fagioli.

Proprio in questo brodo si cuociono i noodles preparati alla maniera nostrana: anche qui abbiamo fatto un piccolo strappo alla regola preparando dei tagliolini di pasta fresca all’uovo!

Immaginate la sorpresa di chi mangerà per la prima volta un finto ramen veg dai sapori decisi e dalla particolarissima varietà di pasta.

Appassionati o scopritori di nuove culture assicuratevi di avere tutti gli ingredienti, si comincia!

Ingredienti per la base

   Uova biologiche 2

   Cipollotti rossi 1

   Erbette qualche foglia

   Sale fino q.b.

   Pepe nero q.b.

Per il brodo di cannellini

   Fagioli cannellini secchi 125 g

   Alga kombu pezzetto 1

   Sale fino q.b.

Per i tagliolini

   Uova 1

   Tuorli 2

   Farina 00 140 g

Per le verdure

   Asparagi 200 g

   Carote 150 g

   Taccole 160 g

   Aglio 2 spicchi

   Peperoncino fresco 2

   Sale fino q.b.

   Pepe nero q.b.

Come preparare il Finto ramen veg

Per preparare il finto ramen veg cominciate dal brodo di fagioli cannellini. Questi hanno bisogno di essere reidratati per 24 ore, perciò lasciateli in ammollo in acqua fresca (1). Il giorno dopo scolateli, sciacquateli e versateli in una pentola capiente (2). Coprite con abbondante acqua fresca e unite l’alga combu (3).

Lasciate sobollire i fagioli per circa 75 minuti, facendo attenzione che siano sufficientemente morbidi. Quindi eliminate l’alga (4) e regolate di sale. Frullate il tutto (5) e filtrate per ottenere una sorta di brodo; tenetelo in caldo aggiungendo altra acqua al bisogno (6).

Nel frattempo potete dedicarvi alla pasta fresca. Rompete le uova in una ciotola in cui avete versato la farina e, aiutandovi con la forchetta, cominciate ad impastare (7). Quando poi prenderà consistenza utilizzate le mani (8) e trasferite sul piano da lavoro impastando ancora qualche minuto. Se dovesse servirvi potrete aggiungere ancora un pizzico di farina (9).

Infine avvolgete il panetto nella pellicola trasparente e lasciate a riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente (10). Durante questo tempo potrete occuparvi delle verdure. Cominciate dagli asparagi: privateli della parte legnosa (11) e poi pelate il resto aiutandovi con un pelapatate (12).

Divideteli a metà per il senso della lunghezza e infine a tocchetti di 2 cm facendo un taglio trasversale (13). Passate poi alle carote. Anche queste andranno sbucciate e spuntate (14), infine tagliate a rondelle, con un taglio obliquo, spesse circa 3-4 mm (15).

Concludete con le taccole. Dopo averle sciacquate spuntatele e tagliate, anche queste in diagonale, ottenendo così dei tocchetti di 1,5 cm (16). Spostatevi ai fornelli. Mettete sul fuoco una padella con un po’ d’olio. Scaldate insieme all’aglio pulito e schiacciato e poi i peperoncini (17). Tuffate nel fondo le carote, le taccole (18),

e poi gli asparagi (19). Regolate di sale e pepe e saltate a fuoco vivace per 4-5 minuti mescolando di tanto in tanto (20). Infine trasferite le verdure in una ciotola eliminando aglio e peperoncini (21).

intanto rassodate le uova, non si tratta delle classiche uova sode, bensì di quelle barzotte. Vale a dire che l’albume sarà completamente cotto mentre il tuorlo risulterà leggermente più cremoso. Quindi immergetele in un pentolino con abbondante acqua (22). Trascorsi 6-7 minuti da quando l’acqua bolle spegnete e raffreddate brevemente sotto l’acqua. Poi sbucciate e tagliate a metà con un coltello liscio (23-24).

A questo punto avete tutto pronto, non vi resta che ritornare alla pasta fresca. Riprendetela e, dopo averla infarinata leggermente con un pizzico di semola, passatela nella macchina tira pasta. Meglio se prima di cominciare tagliate qualche tocchetto di pasta invece di utilizzare tutto il panetto. Quindi passate l’impasto tra i rulli cominciando dallo spessore più largo fino a raggiunge il second’ultimo (per la nostra macchina si tratta del numero 7). Ripassate ancora due volte la stessa striscia di pasta, in questo modo la sfoglia risulterà compatta (25). Poi dividete le sfoglie ottenendo così dei rettangoli e lasciateli seccare all’aria qualche minuto (26). Spolverizzate con la semola e ripiegate un paio di volte (27).

Infine tagliate a listarelle di 2-3mm (28) e srotolate (29) formando poi dei nidi. Quando tutti i nidi saranno pronti procedete con la cottura nel brodo di fagioli frullati che intanto avrete portato a bollore (30).

Cuocete per 2-3 minuti i tagliolini (31). Nei piatti quindi versate parte del brodo insieme a delle foglie di erbette che avete tagliato a listarelle sottili (32). Poi aggiungete la pasta (33).

E guarnite con mezzo uovo e qualche cucchiaiata delle verdure saltate (34), poi del cipollotto pulito e affettato (35) e infine guarnite con un pizzico di pepe nero. Ecco pronto il vostro finto ramen veg, buon appetito (36).

Conservazione

Per preparare il finto ramen veg potrete farlo organizzando al meglio i tempi e portando avanti le preparazioni da fare in anticipo. Il brodo di cannellini per esempio può essere cucinato, e quindi conservato, per 2-3 giorni. Anche le verdure possono essere cucinate con 1-2 giorni d'anticipo ma perderanno di colore e consistenza.

La pasta infine può essere congelata.

Una volta composto il ramen invece andrà consumato subito.

Si sconsigliano altre forme di conservazione.

Consiglio

Come dare un tocco orientale al vostro finto ramen veg? Aggiungete qualche fettina di zenzero al soffritto di verdure e un po' di salsa di soia al brodo. L'erba cipollina invece profumerà benissimo il vostro piatto di ramen. E per una versione assolutamente veg e sfiziosa potrete sostituire i tagliolini con dei noodles di riso e l'uovo con cubetti di seitan o tofu entrambe da scottare in padella con le verdure.

Giallozafferano

Autore: Carla

Notizie di oggi
Preparazione Occhi di Santa Lucia
Preparazione Occhi di Santa Lucia
(Trieste)
-

Come tutte le ricette tradizionali, la ricetta cambia leggermente da famiglia a famiglia, noi vi proponiamo quella che ci ha convinto di più!
  Ricordano vagamente gli zuccherini montanari, o altri dolci tipici del Sud...

Ghirlanda di pane: preparazione
Ghirlanda di pane: preparazione
(Trieste)
-

Con la nostra ghirlanda di pane vincere sarà facile in entrambi i casi... basterà aggiungere un fiocco rosso e sistemarla in un bel piatto al centro della tavola!
  Il cenone della Vigilia e il pranzo di Natale sono un momento magico, in cui...

Preparazione Insalata di nervetti
Preparazione Insalata di nervetti
(Trieste)
-

Sfiziosa e da servire rigorosamente a temperatura ambiente, l’insalata di nervetti è definibile come la quintessenza delle ricette “antispreco”, come diremmo oggi, poiché l’ingrediente protagonista è la parte meno nobile del vitello, i cosiddetti piedini,
  Non molto tempo fa, nelle osterie lombarde, si poteva gustare l’insalata di...

Preparazione Crescia al formaggio
Preparazione Crescia al formaggio
(Trieste)
-

La preparazione della crescia viene tramandata di generazione in generazione e ogni famiglia ha il suo piccolo segreto in cucina che rende la ricetta della crescia unica; risulta dunque difficile stabilire e riportare una ricetta originale.
    La crescia al formaggio è una ricetta tipica delle Marche e dell'Umbria...

Preparazione Torta Savoia
Preparazione Torta Savoia
(Trieste)
-

La torta Savoia si compone di strati di biscuit che si alternano a una morbida e golosa crema realizzata con 3 tipi di cioccolato e nocciole; la bagna al rum donerà quel tocco in più e la glassa lucida la renderà elegante e perfetta per ogni occasione!
  A prima vista potrete confonderla con la torta Sacher, ma leggendo bene...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati