Fai una foto ai vigili in DIVIETO DI SOSTA? Finisci a processo per oltraggio a PUBBLICO UFFICIALE!

BOLOGNA ore 18:41:00 del 20/04/2016 - Categoria: Denunce, Nuove Leggi, Sociale - Vigili in Divieto di Sosta

Fai una foto ai vigili in DIVIETO DI SOSTA? Finisci a processo per oltraggio a PUBBLICO UFFICIALE!

Succede al Forte Tiburtino: ”C’era una continua lite perché alle nostre auto facevano le multe mentre alle loro no, anche se erano sempre in divieto. Per questo le forze dell’ordine ci dissero che se volevamo portare avanti una denuncia dovevamo fare dell

FOTOGRAFARE VIGILI IN DIVIETO DI SOSTA E FINIRE A PROCESSO PER OLTRAGGIO A PUBBLICO UFFICIALE: ECCO L’ULTIMA FOLLIA DELLA GIUSTIZIA ITALIANA

FOTOGRAFARE VIGILI IN DIVIETO DI SOSTA E FINIRE A PROCESSO PER OLTRAGGIO A PUBBLICO UFFICIALE: BENVENUTI A ROMA! – UN GRUPPO DI IMPIEGATI IMMORTALAVA LE AUTO PRIVATE DELLA POLIZIA MUNICIPALE, CHE NON VENIVANO MAI MULTATE, MENTRE LE ALTRE VENIVANO RIMOSSE. NATURALMENTE A FINIRE NEI GUAI SONO STATI LORO

Succede al Forte Tiburtino: ”C’era una continua lite perché alle nostre auto facevano le multe mentre alle loro no, anche se erano sempre in divieto. Per questo le forze dell’ordine ci dissero che se volevamo portare avanti una denuncia dovevamo fare delle fotografie”. Un giorno un’impiegata è stata ‘arrestata’…

Lavorare accanto ad un comando dei vigili urbani può diventare un vero e proprio incubo quando si raggiunge l’ufficio in auto con la necessità di trovare ogni giorno un parcheggio.

Incubo che si è trasformato in realtà per un’impiegata di un’agenzia assicurativa finita ora a processo con l’accusa di aver ostacolato il lavoro della polizia municipale per il solo fatto di aver voluto fotografare le auto private dei vigili lasciate in divieto di sosta.Scenario dell’episodio è via del Forte Tiburtino dove ha sede il V Gruppo dei vigili urbani ed anche un’agenzia della Unipolsai.

Gli impiegati dell’agenzia assicurativa hanno raccontato in aula, davanti al giudice monocratico di Roma, che le loro autovetture parcheggiate in divieto lungo la via venivano continuamente multate mentre stessa sorte non riguardava le vetture private dei vigili lasciate ugualmente in sosta vietata.

«C’era una continua lite – ha detto uno degli impiegati sentito come testimone – perché alle nostre auto facevano le multe mentre alle loro no, anche se erano sempre in divieto. Per questo le forze dell’ordine ci dissero che se volevamo portare avanti una denuncia dovevamo fare delle fotografie».

È per questo che i dipendenti delle assicurazioni hanno iniziato a fotografare le vetture dei vigili lasciate in divieto di sosta fino ad arrivare all’episodio avvenuto il primo ottobre del 2012 che ha portato alla denuncia di una delle impiegate. La donna, difesa dall’avvocato Debora Giordani, è a processo per interruzione di pubblico servizio, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e ingiurie.

Tutto è accaduto intorno alle nove del mattino: l’impiegata delle assicurazioni ha fotografato alcune vetture in divieto di sosta, mentre da una di queste due vigili stavano scaricando della merce sequestrata a dei venditori ambulanti. Ne è nata una discussione e la donna è stata portata negli uffici dei vigili per l’identificazione e per fornire spiegazioni. Secondo quanto denunciato dai vigili l’impiegata avrebbe avuto un atteggiamento oltraggioso e li avrebbe anche insultati. La donna ha avuto poi anche un malore tanto da esser stato richiesto l’intervento di un’ambulanza.

L’accusa l’interruzione di pubblico servizio si sarebbe concretizzata nell’aver intralciato le operazioni di scarico della merce sequestrata dalla vettura di servizio.

Autore: Samuele

Notizie di oggi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi
FMI avverte: Italia deve aumentare TASSE su case e consumi

-

Per il Fondo Monetario Internazionale, l’Italia dovrebbe prioritariamente porre in essere azioni per risanare i conti pubblici
Per il Fondo Monetario Internazionale, la priorità per l'Italia deve essere il...

Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)
Italia: una Repubblica fondata sulla STRAGE sul lavoro (grazie al JOBS ACT)

-

Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un 51enne di Isola Capo Rizzuto, e Kiriac Dragos Petru, un romeno di 35 anni, residente a Rocca di Neto, sono rimasti uccisi dal crollo di un vecchio muro di contenimento in un ca
Uno stillicidio di omicidi bianchi difficile da raccontare. Giuseppe Greco, un...

Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad
Il VERO motivo per cui tutti vogliono la testa di Assad

-

Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e su questo non c’è alcun dubbio. Ma la sua destituzione nasconde interessi che vanno molto oltre a ciò che vuole farci credere l’informazione occidentale.
Assad è un pericolosissimo dittatore, come lo erano Saddam Hussein e Gheddafi, e...

Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'
Cosenza: 'la mia casa pignorata? Finita in mano ai PM!'

-

La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera nello stesso circondario, quello di Cosenza.
La sua casa finisce all’asta e ad acquistarla è un magistrato onorario che opera...

Ex moglie ostacola rapporto padre e figlio? DEVE PAGARE RISARCIMENTO!
Ex moglie ostacola rapporto padre e figlio? DEVE PAGARE RISARCIMENTO!

-

I figli devono poter mantenere un rapporto pieno e soddisfacente, in termini di qualità e quantità, con entrambi i genitori, quando questi decidono di interrompere la loro relazione
AVVISO ALLE EX MOGLI STRONZETTE: SE OSTACOLANO IL RAPPORTO TRA PADRE E FIGLIO,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati