Export italiano +18,8%: russi amano vino, pasta, caffe' e olio ITALIANI

(Trento)ore 20:10:00 del 20/09/2018 - Categoria: , Economia, Esteri

Export italiano +18,8%: russi amano vino, pasta, caffe' e olio ITALIANI

Agroalimentare: cresce l’export italiano verso la Russia, eccellenze in vetrina alla World Food 

Agroalimentare: cresce l’export italiano verso la Russia, eccellenze in vetrina alla World Food 

Nei primi sei mesi del 2018 le esportazioni hanno registrato un +18,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Ottime le performance per i vini, la pasta, il caffè e l’olio d’oliva. Dal 17 al 20 settembre 44 espositori del Belpaese presenteranno le proprie eccellenze a Mosca

Ancora una volta l’Italia si conferma la maggiore presenza europea alla World Food, la fiera dedicata all’agroalimentare che verrà inaugurata il 17 settembre all’Expocentre di Mosca e proseguirà fino al 20.

Su una superficie di 520 metri quadri 44 espositori del Belpaese presenteranno le proprie eccellenze.

“Un risultato importante – fa notare l’Ice, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane -, che testimonia il costante interesse delle nostre aziende per il mercato russo”.

L’Italia continua infatti a ricoprire un ruolo importante tra i paesi fornitori di prodotti enoagroalimentari della Federazione: nei primi sei mesi del 2018 si è posizionata al 7° posto con un incremento dell’export pari al 18,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Ottime le performance per i vini, la pasta, il caffè e l’olio d’oliva.

Un risultato reso possibile anche grazie al supporto garantito dal PES 2, il Piano Export Sud del Ministero dello Sviluppo Economico, il programma di attività che punta a favorire l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese delle regioni Calabria, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna.

“Anche in una fase delicata come quella che stiamo vivendo, caratterizzata da turbolenze a livello internazionale, il nostro messaggio alle imprese italiane non cambia: la Russia continua a essere un mercato importante per il nostro export ed è necessario continuare a presidiarlo, per non perdere le posizioni acquisite e, se possibile, migliorarle – sostiene Pier Paolo Celeste, direttore dell’agenzia Ice in Russia -. L’Ice continua a investire risorse nel settore agroalimentare e le aziende continuano a rispondere in maniera più che positiva alle nostre sollecitazioni”.

Da: QUi

 

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Terremoto nel Centro Italia, la ricostruzione e' un DISASTRO: CHE FINE HANNO FATTO LE PROMESSE?
Terremoto nel Centro Italia, la ricostruzione e' un DISASTRO: CHE FINE HANNO FATTO LE PROMESSE?
(Trento)
-

Muffa tossica nelle casette e caporalato nei cantieri post-sisma.
Prima Amatrice, poi Accumoli, infine Arquata del Tronto. Era l’11 giugno...

La Tav non conviene: ma sara' VERO?
La Tav non conviene: ma sara' VERO?
(Trento)
-

La strana analisi costi-benefici promossa dal ministero delle Infrastrutture
Sarà vero che i costi della Tav superano di sette, addirittura otto miliardi di...

La Sicilia ha tra le mani un affare miliardario: ma alle lobby conviene?
La Sicilia ha tra le mani un affare miliardario: ma alle lobby conviene?
(Trento)
-

Agrumi: la Sicilia ha tra le mani un affare miliardario. Si chiama limonene e si trova nelle bucce delle arance. Se ne può fare un pesticida efficientissimo ma ecologico… Ma alle lobby conviene?
Agrumi: la Sicilia ha tra le mani un affare miliardario. Si chiama limonene e si...


(Trento)
-


Scarica gli oneri sulle generazioni future e viola l’equilibrio di bilancio e...

I 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030 del NWO
I 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030 del NWO
(Trento)
-

I 17 Obiettivi da raggiungere entro il 2030. I falsi profeti e il mondo dello spettacolo in sostegno del Nuovo Ordine Mondiale
Avete sentito parlare di “obiettivi globali“? Se non ne avete sentito parlare,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati