EUROPA INFAME

(Milano)ore 10:27:00 del 30/01/2017 - Categoria: , Denunce, Economia

EUROPA INFAME

Ad affermarlo è il Governatore della BCE Mario Draghi, il quale in una lettera inviata a due esponenti italiani del Parlamento europeo, pubblicata dall’agenzia di stampa Reuters, ha affermato che l’Italia potrebbe lasciare l’area euro,ma l’unico modo in c

L'Italia è già in declino da decenni. Le cause sono tante, e tutte imputabili alla cultura e all'organizzazione della società italiana.
1) il nepotismo e il clientelismo imperanti
2) la corruzione a tutti i livelli politico-amministrativi
3) la mancanza di ricambio politico senza chiara scelta fra conservatori e progressisti
4) il peggioramento del sistema scolastico
5) l'attività accademica imperniata sul sistema baronale
6) la visione dello stato come mucca da mungere
7) l'eccessiva pressione fiscale combinata con la massiccia evasione
8) il mammismo/familismo
9) la gestione familiare delle aziende, senza innovazione
10) la burocrazia ipertrofica
Etc.

PER USCIRE DALL’EURO L’ITALIA DOVREBBE PAGARE 358 MILIARDI DI EURO ALLA GERMANIA

In una lettera il governatore della BCE Mario Draghi parla dell’ipotesi di uscita dell’Italia dall’Euro

L’unico modo per avere l’#Italexit, ossia l’uscita dell’#italia dall’#euro, è pagare un conto salatissimo. Ad affermarlo è il Governatore della BCE Mario Draghi, il quale in una lettera inviata a due esponenti italiani del Parlamento europeo, pubblicata dall’agenzia di stampa Reuters, ha affermato che l’Italia potrebbe lasciare l’area euro,ma l’unico modo in cui la BCE lo permetterebbe sarebbe quello di far prima pagare all’Italia il suo conto Target2 di 357 miliardi di euro.
Italexit: Germania creditore principale

Il principale beneficiario di questo pagamento sarebbe la Germania, la quale ha circa 754 miliardi di euro di “attività” nel sistema Target2, che potrebbero essere azzerate se uno o più paesi della zona euro dovessero uscire senza soddisfare i propri obblighi di pagamento. Il Target 2 è un sistema di pagamenti interbancario per l’elaborazione in tempo reale dei bonifici transfrontalieri in tutta l’Unione europea. In genere questi pagamenti non vengono mai regolati materialmente e negli ultimi anni di crisi finanziaria i Paesi economicamente più deboli dell’unione monetaria hanno accumulato debiti enormi verso il sistema, mentre la Germania è il più grande creditore vantando 754 miliardi di crediti netti.
Italexit: le conseguenze

Draghi ha precisato che “il recente incremento dei saldi Target2 è conseguenza del Quantitative Easing varato dalla Bce per risollevare l’inflazione e contrastare i rischi di deflazione; in aggiunta, si legge ancora nella lettera, i saldi Target2 “sono rimasti elevati poiché la liquidità creata dal nostro programma si è concentrata soprattutto in certi Paesi”. La situazione del nostro Paese è peggiorata negli ultimi mesi dopo che l’economista di Harvard Carmen Reinhart ha lanciato l’allarme su una fuga di capitali dall’iItalia.

La lettera di Draghi è inquietante perché conferma che l’uscita dell’Italia dall’Euro sia una eventualità non esclusa dalle principali istituzione finanziare dell’Unione e della quale si studiano possibili conseguenze e implicazioni.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
(Milano)
-

Quanti pesticidi ci sono nel cibo che mangiamo? La famiglia D. ha deciso di scoprirlo.
Inizia così il video della seconda puntata de I pesticidi dentro di noi, una...

Quello che le TV non ti hanno detto sul PRINCIPE HARRY E LA FIDANZATA
Quello che le TV non ti hanno detto sul PRINCIPE HARRY E LA FIDANZATA
(Milano)
-

Il principe inglese Harry Windsor si sposa. Sì, l'altro figlio di Carlo principe di Galles e Diana, quello rosso di capelli.....
Il principe inglese Harry Windsor si sposa. Sì, l'altro figlio di Carlo principe...


(Milano)
-


E' curioso lo slancio umanitario che ha colto d'improvviso la Sinistra italiana...


(Milano)
-


La nuova rete 5G (5a generazione) è da poco diventata realtà, l'azienda di...

GOVERNO: NUOVA STANGATA SULLE PMI
GOVERNO: NUOVA STANGATA SULLE PMI
(Milano)
-

In arrivo un balzello da mezzo miliardo di euro sulle Pmi. Gli imprenditori: “Il governo ha dimenticato le aziende”
Un’altra stangata sulle piccole e medie imprese. Il governo si accanisce ancora...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati