EMERGENZA NEVE: L'ESERCITO ALL'ESTERO IN SOLI DUE GIORNI RIESCE A RISTABILIRE LA VIABILITa'

(Napoli)ore 21:27:00 del 25/01/2017 - Categoria: , Ambiente, Denunce, Editoria

EMERGENZA NEVE: L'ESERCITO ALL'ESTERO IN SOLI DUE GIORNI RIESCE A RISTABILIRE LA VIABILITa'

LE IMMAGINI CHE ARRIVANO OGGI DELLA VALANGA CHE HA COLPITO L’HOTEL RIGOPIANO E DEI PRIMI SOCCORSI, UN MANIPOLO  DI UOMINI DEL SOCCORSO ALPINO CHE HANNO MARCIATO TUTTA LA NOTTE, CI SPINGONO A FARE DELLE CONSIDERAZIONI.

LE IMMAGINI CHE ARRIVANO OGGI DELLA VALANGA CHE HA COLPITO L’HOTEL RIGOPIANO E DEI PRIMI SOCCORSI, UN MANIPOLO  DI UOMINI DEL SOCCORSO ALPINO CHE HANNO MARCIATO TUTTA LA NOTTE, CI SPINGONO A FARE DELLE CONSIDERAZIONI.

In Italia, un Paese del G7, si soccorre a piedi? Mi sembra davvero una soluzione inaccettabile se penso al lavoro che fanno i nostri militari all’estero. Costruiscono, ponti, aeroporti, strade, scuole e quant’altro in pochissimo tempo. In Italia, sul nostro territorio, tutto è complicato.

Le forze armate in Italia, possono intervenire in concorso, solo e soltanto su richiesta della Prefettura interessata; ciò, perché sia “ratificato” lo stato di emergenza e soprattutto perché siano stabilite le indicazioni sulle risorse finanziarie.

Nell’attesa del documento della Prefettura, interviene subito la Protezione Civile, con i volontari e i nuclei di primo intervento. Persone fantastiche ma spesso non attrezzate per emergenze gravose come quella in atto. La Protezione Civile, quindi, è costretta a noleggiare i mezzi necessari da ditte private. Nel frattempo i nostri militari, tanti, addestrati e con i mezzi già in possesso, quelli giusti, sono pronti ma attendono la richiesta che il più delle volte arriva proprio quando ci sono i morti, ovvero quando è troppo tardi.

Nell’emergenza la burocrazia “deve essere messa da parte”, si interviene e basta, coordinati sempre dalla Protezione Civile, ma si “deve” intervenire, senza se e senza ma. Le problematiche riferite alle risorse finanziarie, si risolvono dopo.

All’estero siamo bravissimi e in Italia meno? Mi sembra una contraddizione troppo evidente per essere trascurata.

I nostri politici e soprattutto i governanti devono aprire gli occhi e non aspettare solo la sentenza della Consulta sulla legge elettorale, ma attivare subito norme e procedure più snelle. Gli italiani, meritano sicuramente di più.

Da: QUI

Autore: Samuele

Notizie di oggi
L'OZIO salvera' il mondo. Come godere del DOLCE FAR NIENTE
L'OZIO salvera' il mondo. Come godere del DOLCE FAR NIENTE
(Napoli)
-

“L’idea che il povero possa oziare ha sempre urtato i ricchi”
Oziare non solo è bello, ma colora la vita dell’individuo, la riempie di poesia,...

GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
GOVERNO DA QUERELARE REGALA I DATI SANITARI DEGLI ITALIANI ALLE MULTINAZIONALI STRANIERE
(Napoli)
-

Due articoli inseriti di soppiatto nella legge europea 2017 regalano i nostri dati sanitari alle multinazionali. Tutti i dettagli della nuova normativa
I nostri dati sanitari sono probabilmente quanto di più personale, privato...


(Napoli)
-


Come sono lontani i tempi in cui tutto il mondo si emozionò dinanzi alla foto...

Gerusalemme capitale: Italia contro gli USA? MA FATECI IL PIACERE!!!!!
Gerusalemme capitale: Italia contro gli USA? MA FATECI IL PIACERE!!!!!
(Napoli)
-

I rudimentali razzi di Hamas hanno prodotto poche decine di vittime dal 2000 ad oggi. I bombardamenti israeliani ne hanno provocate diverse centinaia, senza contare feriti e profughi
L'odio islamico per gli ebrei è nato proprio per l'imposizione, da parte...

I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
I PESTICIDI FANNO PARTE DI TE! ECCO QUANTI NE INGERISCI OGNI GIORNO
(Napoli)
-

Quanti pesticidi ci sono nel cibo che mangiamo? La famiglia D. ha deciso di scoprirlo.
Inizia così il video della seconda puntata de I pesticidi dentro di noi, una...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati