Ecco quello che i Tg ed il sorriso da ebete di Renzi ci nascondono!

ROMA ore 14:21:00 del 21/03/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Editoria, Politica - Renzi

Ecco quello che i Tg ed il sorriso da ebete di Renzi ci nascondono!

Patrimoniale e Prelievo Forzoso in arrivo! Ecco quello che i Tg ed il sorriso da ebete di Renzi ci nascondono!

Patrimoniale e Prelievo Forzoso in arrivo! Ecco quello che i Tg ed il sorriso da ebete di Renzi ci nascondono!

Patrimoniale e prelievo forzoso in arrivo per gli italiani, ecco come Renzi farebbe cassa

In arrivo una patrimoniale a carico delle famiglie italiane? Colpiti ancora gli immobili, ma anche successioni ereditarie e donazioni. Stangata probabile anche per l’IVA.

Il premier Matteo Renzi ha già abbassato, seppur informalmente, le stime di crescita dell’economia italiana dal +1,6% previsto nel Documento di economia e finanza (Def) di novembre al +1,4%. Ha, però, spiegato ieri che per la prima volta dopo 7 anni, il rapporto tra debito pubblico e pil diminuirà, anche se meno di quanto imposto dal Fiscal Compact.

In verità, nemmeno questa revisione al ribasso appare credibile, perché un raddoppio della crescita dal 2015 al 2016 non sembra nel novero delle possibilità, considerando il deciso rallentamento in atto tra tutte le principali economie del pianeta, GerMania compresa. E tenendo anche conto che l’inflazione nel corso di quest’anno non sarà affatto di quell’1% indicato nel Def, ma probabilmente ruoterà intorno alla metà o anche meno (la BCE si attende un calo tendenziale dei prezzi nei prossimi mesi, tanto che ha già preso atto che non sarà centrato nemmeno la previsione dell’1% per l’Eurozona), i conti (pubblici) non tornano.

Manovra correttiva necessaria

A un calcolo superficiale, se la crescita nominale del pil in Italia sarà nel 2016 dell’1% in meno delle stime, il gettito fiscale potrebbe essere inferiore a quello ipotizzato di circa 6-7 miliardi. A questa somma dovrebbero essere aggiunti anche i 3 miliardi di spesa per l’emergenza immigrazione, che il governo ha scomputato dal deficit, ma che la Commissione europea potrebbe conteggiare, come probabilmente ci segnalerà a maggio con il giudizio sulla legge di stabilità.

Dunque, l’ipotesi più prudente è che per quest’anno serva una manovra correttiva di 10 miliardi di euro, lo 0,6% del pil. Ma non è tutto. I conti non tornano nemmeno per l’anno prossimo, quando entrerà in vigore il Fiscal Compact. In un precedente articolo di qualche giorno fa, vi avevamo dimostrato come sarebbero necessari fino a una sessantina di miliardi per il solo 2017, se le nuove regole fiscali europee venissero fatte rispettate alla lettera. Confidando che così non sarà, essendo l’Italia in buona e nutrita compagnia di altri paesi non in grado di centrare l’obiettivo di una discesa del rapporto debito/pil del 5% per la parte eccedente il 60%, i guai restano e si chiamano clausole di salvaguardia.

da: http://www.stopeuro.org/patrimoniale-e-prelievo-forzoso-in-arrivo-per-gli-italiani-ecco-come-renzi-farebbe-cassa/

E’ l’ora del massacro, arriva la patrimoniale: cosa paghi e come

A poco servono le smentite preventive del ministro dell’economia PierCarlo Padoan sulla possibile introduzione di una imminente mazzata fiscale, i sospetti che questa stia per arrivare sono sempre più forti. Il dato certo resta l’obiettivo di disinnescare i 35 miliardi di clausole di salvaguardia su Iva e accise e l’aggiustamento, seppur temporaneo, del rapporto Deficit/Pil. Per farlo, secondo Milano finanza, il governo starebbe pensando a un incremento delle tasse con una manovra a tenaglia tra ministero dell’Economia e Agenzia delle entrate.

La tassa – Nel mirino c’è la tassa di successione, aumentata da una parte con il lavoro del governo che sta rivedendo le aliquote e le esenzioni, dall’altra l’agenzia guidata da Rossella Orlandi che sta analizzando a campione sulle polizze vita, uno dei principali strumenti per lasciare il patrimonio in eredità. Da tempo ormai l’Europa chiede al governo Renzi di calcare la mano sui contribuenti con una patrimoniale che permetta di quadrare i conti.

Nei primi undici mesi del 2015, scrive il Giornale, il gettito della tassa di successione è stato di 605 milioni di euro, con un incremento del 15% rispetto all’anno precedente. La tassa pesa per il 70% sui parenti, affini ed estranei. Quelli in linea diretta godono di aliquote dal 4 al 6%, con casi di esenzione che arrivano a un milione di euro. In questo modo si riesce a trasmettere gli immobili proteggendoli dalle tasse, conservando il denaro con polizze vita che non rientrano direttamente nell’asse ereditario.

La proposta – Se il governo però svoltasse più a sinistra e seguisse la proposta di legge dei deputati di Sel, anche le polizze vita sarebbe minacciate da una tassazione più aggressiva. Da una parte infatti sarebbero aumentate le aliquote, dal 21 fino al 45%, sarebbero abbassate le franchige con massimi di 400mila euro per i figli e sarebbe esteso l’asse ereditario. Le attenzioni del Fisco infatti si sarebbero rivolte a quelle assicurazioni collegate con fondi di investimento estero.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE

-

Il grosso vantaggio dell’Ue per le lobby finanziarie e industriali è che è molto più facile influenzare un potere centrale che i singoli governi dei 28 paesi membri.
JUNCKER (PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA) AUTORIZZA BEN 19 TIPOLOGIE DI ...

Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!
Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!

-

È il testo ironico, ma amarissimo, di una lettera aperta del professor Fabio Macchi pubblicata sul sito Orizzonte scuola
«A poche settimane dal voto voglio ringraziare pubblicamente Renzi e il Pd per...

Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI

-

L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE DALLE BOLLETTE DELLA LUCE NONO PAGATE, A CARICO DI TUTTA LA COLLETTIVITÀ.
L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE...

Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese

-

E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali economici del Belpaese siano stati in larga misura acuiti e creati dai governi presieduti da Silvio Berlusconi.
E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali...

In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!
In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!

-

Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono tutto il tesoretto versato. “Gli immigrati (invece) prendono la pensione anche con cinque anni di contributi”.
Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati