Ecco il menu rifiutato dagli immigrati!

TRENTO ore 12:36:00 del 01/04/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce - Immigrati

Ecco il menu rifiutato dagli immigrati!

Gli immigrati si sono lamentati della tipologia e della quantità del cibo messo a loro disposizione. Ora però a smascherarli spunta il menu a 5 stelle che hanno rifiutato.

Un menù che però è stato usato come pretesto per Manifestare il malumore dei profughi. La protesta, risalente allo scorso gennaio, ha richiesto l'intervento di una pattuglia della polizia per sedare gli animi dei richiedenti asilo, che si erano scagliati con proteste molto pesanti nei confronti dei responsabili del centro di accoglienza. Un evento che è finito anche sui della giunta provinciale. "Il fatto è molto grave - ha commentato al tempo dei fatti la Lega Nord Trentino - soprattutto di fronte alla Crisi economica di numerose famiglie trentine che non dispongono di colazione, pranzo e cena pagati dalla collettività, bensì dal lavoro e dai sacrifici quotidiani". Ora, è la stessa Lega, dal suo profilo Facebook a pubblicare il menù che gli Immigrati hanno rifiutato di mangiare".

Qualche mese fa, nella struttura di accoglienza profughi di Marco di Rovereto, si è registrata quella che in molti hanno chiamato la proteste del "pollo"

Una carta pregiata. I pasti comprendono ben 5 portate. Si passa dallo spezzatino di tacchino al curry, fino alla pizza. Senza, ovviamente, far mancare una buona pastasciutta, come solo in Italia sappiamo fare. E come dessert? Ovviamente frutta fresca e yogurt. Insomma un pranzo regale ma soprattutto gratuito per i profughi ma tutto a spese dei cittadini italiani.

Gli immigrati si sono lamentati della tipologia e della quantità del cibo messo a loro disposizione. Ora però a smascherarli spunta il menu a 5 stelle che hanno rifiutato.

I richiedenti asilo di Rovereto hanno protestato per la qualità e la tipologia del cibo che ricevono. Il menù, postato sui social, però li smaschera

Autore: Carmine

Notizie di oggi
400000 FAMIGLIE ROVINATE PER COLPA DI RENZI. RICORDATEVELO ALLE ELEZIONI
400000 FAMIGLIE ROVINATE PER COLPA DI RENZI. RICORDATEVELO ALLE ELEZIONI

-

Il fallimento elettorale del pd in Sicilia, del quale il “bomba” fiorentino ha incolpato tutti tranne che l’unico responsabile, ovvero sé stesso, è lo specchio del più generale fallimento del partito e dei suoi uomini nel gestire tanto lo stato quanto gli
Il fallimento elettorale del pd in Sicilia, del quale il “bomba” fiorentino ha...

CAMPANE DA MORTO PER L'ITALIA: L'USCITA DAI MONDIALI LA GIUSTA PUNIZIONE PER IL NOSTRO PAESE
CAMPANE DA MORTO PER L'ITALIA: L'USCITA DAI MONDIALI LA GIUSTA PUNIZIONE PER IL NOSTRO PAESE

-

Campane a morto per l’Italia: «Personalmente vedo l’uscita dal girone finale dei mondiali di calcio come la Nemesi, la giusta punizione per un paese cantato da Dante quale regno dell’ignavia».
Campane a morto per l’Italia: «Personalmente vedo l’uscita dal girone finale dei...

TRAGEDIA ITALIA? SENZA VERGOGNA, NESSUNO SI DIMETTE
TRAGEDIA ITALIA? SENZA VERGOGNA, NESSUNO SI DIMETTE

-

A questo punto figure ingiustamente bistrattate come Donadoni e Prandelli si ergono come giganti di fronte a questa miseria.
A questo punto figure ingiustamente bistrattate come Donadoni e Prandelli si...

La FEDE degli italiani? 'CONTINUO A PECCARE, TANTO DIO E' MISERICORDIOSO!'
La FEDE degli italiani? 'CONTINUO A PECCARE, TANTO DIO E' MISERICORDIOSO!'

-

Si sta trascinando, da diverso tempo, un malinteso evidente sull'opera di Dio e sulla missione della Chiesa.
Si sta trascinando, da diverso tempo, un malinteso evidente sull'opera di Dio e...

Caro Mattarella: io ho SMESSO di sentirmi ITALIANO
Caro Mattarella: io ho SMESSO di sentirmi ITALIANO

-

Egregio presidente della Repubblica, dottor Sergio Mattarella, è da molto tempo che desidero esternarle il mio sentimento di disagio che provo vivendo nella nostra amata Italia....LEGGI
Egregio presidente della Repubblica, dottor Sergio Mattarella, è da molto tempo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati