Ecco il LAVORO di 7MILA euro AL MESE CHE NESSUNO VUOLE FARE.. BANDO APERTO!

(Bari)ore 12:45:00 del 30/03/2017 - Categoria: , Curiosità, Lavoro

Ecco il LAVORO di 7MILA euro AL MESE CHE NESSUNO VUOLE FARE.. BANDO APERTO!

È stato aperto un bando pubblico, ma nessuno si candida per passare un anno nell’Antartide perché le condizioni sono molto rigide.

È stato aperto un bando pubblico, ma nessuno si candida per passare un anno nell’Antartide perché le condizioni sono molto rigide. Un lavoro da 7 mila euro al mese, ma i candidati sono pochi perché “in quelle condizioni non riescono a stare“. Avete letto bene: è stato aperto un bando per medici, tecnici, informatici ed elettricisti a 7mila euro al mese, ma pochi candidati hanno inviato la richiesta. L’offerta è sicuramente tra le più originali e sensazionali della vita. Infatti, è stato aperto un bando di interesse pubblico dal Miur (Ministero dell’instruzione dell’università e della ricerca)°° per partecipare alla XXXII spedizione italiana in Antartide. Si dovrebbe trascorrere un anno nella stazione Concordia che si trova all’estremo Sud del pianeta.

Il bando chiuderà il 13 giugno. Certo, il luogo non è tra i più gradevoli visto che le temperature notturne possono arrivare anche a – 80°, ma è sicuramente un’esperienza unica. Verranno scelti 15 candidati che dopo diversi test dovranno dimostrare di essere pronti per questa esperienza. Durante l’anno, oltre a svolgere la propria professione, verranno insegnate cose nuove e si rimarrà a stretto contatto con i pinguini.

Inoltre, verranno portati avanti anche esperimenti in diverse materie scienti恀che, anche per le future missioni su Marte. Insomma, sarà sicuramente un’esperienza irripetibile che arricchirà umanamente e professionalmente chi parteciperà. L’anno nell’Antartide verrà riconosciuto sul curriculum e i 15 candidati, 恀nita questa bellissima esperienza, avranno una “marcia in più” rispetto agli altri.

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
(Bari)
-

Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello spettacolo moderno, il lavoro non è una catastrofe naturale.
Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello...

I 5 sniper piu' famosi e letali al mondo!
I 5 sniper piu' famosi e letali al mondo!
(Bari)
-

Nel corso del tempo la figura dello sniper, il cecchino, ha assunto una sempre maggiore importanza strategica per il successo militare di una fazione o dell’altra.
Nel corso del tempo la figura dello sniper, il cecchino, ha assunto una sempre...

L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
(Bari)
-

L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe ripudiare. Ci adattiamo a mangiare cibo spazzatura, a respirare veleni, a stare in coda un’ora al mattino in tangenziale per andare al lavoro e un’altra ora la sera per tornare a casa.
L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe...

Shopping online, vestiti direttamente a casa nostra dove possiamo provarli prima di pagare!
Shopping online, vestiti direttamente a casa nostra dove possiamo provarli prima di pagare!
(Bari)
-

Il camerino in casa nostra. Vuole portarlo Amazon che sta testando un nuovo programma per consentirci di provare vestiti e accessori, prima di acquistarli
MISE EN WEB - AMAZON PRONTO A RIVOLUZIONARE LO SHOPPING ONLINE: VESTITI E SCARPE...

I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!
I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!
(Bari)
-

In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a occuparsi del decreto della presidenza del consiglio che deve decidere la ripartizione di 46 miliardi di un fondo di investimenti (previsti fino al 2032) che la scorsa legge
In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati