Droni: come diventare professionisti, guida

(Campobasso)ore 17:03:00 del 05/04/2017 - Categoria: , Tecnologia

Droni: come diventare professionisti, guida

Pilotare un drone sta diventando sempre più semplice ma solo in apparenza. Man mano che la dotazione tecnologica si arricchisce, i velivoli diventano sempre più manovrabili, colmi di sensori che evitano incidenti e anche il neofita può farli volare dopo p

Pilotare un drone sta diventando sempre più semplice ma solo in apparenza. Man mano che la dotazione tecnologica si arricchisce, i velivoli diventano sempre più manovrabili, colmi di sensori che evitano incidenti e anche il neofita può farli volare dopo poche ore di pratica. Al contrario però la legislazione diventa sempre più stringente. Non basta comprare un drone e andare in un remoto campo in montagna per volare in sicurezza. Tra aree vietate, aeroporti e infrastrutture, il volo, alla fine diventa meno semplice di quanto si pensi. Per questo abbiamo voluto fare il punto della situazione con una guida che ci aiuterà a divertirci col nostro nuovo gioiellino o a trasformarlo nel nostro lavoro.

La prima distinzione fondamentale è l'utilizzo che faremo del drone, se per divertimento o per motivi professionali ed è qui che si determina il tutto. Nel primo caso il drone è considerato un aeromodello e per volare non occorre attestato di pilota, assicurazione o certificato medico. Anche la suddivisione in peso decade: nel caso del volo amatoriale ci sono solo due categorie, sotto i 25 chili e sopra tale massa

Partiamo col dire che le città sono tutte off limits, lì non si può volare in nessun caso. Per il resto Enac, l'ente che sovrintende alla regolamentazione dei droni, stabilisce che il volo deve svolgersi sempre di giorno, in Vlos (ovvero a vista, mantenendo il continuo contatto visivo col drone), in «aree opportunamente selezionate dall'aeromodellista», fino ad un'altezza massima di 70 metri ed entro un raggio massimo di 200 metri. Non solo, l'area in questione deve essere «non popolata, sufficientemente lontana da edifici, infrastrutture e installazioni», al di fuori dell'ATZ di un aeroporto (un cilindro di 9,26 chilometri di raggio e 600 metri di altezza) o a una distanza superiore a 5 chilometri da esso e pure al di fuori dei CTR (gli spazi aerei controllati posti in corrispondenza di uno o più aerodromi), delle zone regolamentate attive e delle zone proibite.

Insomma le limitazioni sono così stringenti (dobbiamo aggiungere anche il divieto di sorvolare strade, persone, parchi nazionali, terreni privati...) che molti esperti tagliano corto: visto che un aeromodellista non è tenuto a seguire corsi né ad avere assicurazione, sarebbe meglio, se non conosce bene la zona in cui volerà, che si attenga ai campi volo. Ce ne sono diversi in tutta Italia, spesso sono club che chiedono una piccola quota associativa annuale, altre volte sono semplicemente delle aree delimitate in cui andare a volare in libertà e sicurezza. Volare in giardino, nei prati di montagna, campagna o collina può comportare alcuni rischi se non si conoscono le regole dell'aria né le limitazioni del luogo.

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Come scoprire chi tenta di leggere i mess WhatsApp
Come scoprire chi tenta di leggere i mess WhatsApp
(Campobasso)
-

La sicurezza informatica è uno degli aspetti che preoccupano di più gli utenti.
  La sicurezza informatica è uno degli aspetti che preoccupano di più gli...

Ecco il traduttore portatile che parla tutte le lingue!
Ecco il traduttore portatile che parla tutte le lingue!
(Campobasso)
-

La soluzione di ili forse non sarà un’incarnazione vera e propria del traduttore universale di Star Trek, ma ci si avvicina davvero molto.
La soluzione di ili forse non sarà un’incarnazione vera e propria del traduttore...

AirMeasure, l'App che ti aiuta a parcheggiare
AirMeasure, l'App che ti aiuta a parcheggiare
(Campobasso)
-

Parcheggiare resta uno dei grandi incubi, specie per chi vive nelle grandi città.
Parcheggiare resta uno dei grandi incubi, specie per chi vive nelle grandi...

Ex Presidente General Motors: 'TRA 20 ANNI NESSUNO AVRA' UN AUTO'
Ex Presidente General Motors: 'TRA 20 ANNI NESSUNO AVRA' UN AUTO'
(Campobasso)
-

Bob Lutz, ex vicepresidente e responsabile dello sviluppo prodotti per la General Motors, ha dichiarato a Automotive News che “ci stiamo avvicinando alla fine dell’era automobilistica”.
Bob Lutz, ex vicepresidente e responsabile dello sviluppo prodotti per la...

Camion elettrici? 1000km con 1 pieno, 15 minuti di ricarica e potentissimi! VIDEO
Camion elettrici? 1000km con 1 pieno, 15 minuti di ricarica e potentissimi! VIDEO
(Campobasso)
-

Con un’autonomia variabile da 800 a 1200 km, e la velocità di ricarica record di soli 15 minuti per fare un pieno, “gli autocarri elettrici a lunga percorrenza” Nikola One e Two, rappresentano la prima gamma di autocarri con motore elettrico/idrogeno cost
Con un’autonomia variabile da 800 a 1200 km, e la velocità di ricarica record di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati