Disastro scuole italiane

(Palermo)ore 18:41:00 del 01/12/2016 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Sociale

Disastro scuole italiane

È quello che emerge dalle risposte fornite da oltre duemila ragazzi, tra gli 11 e i 19 anni, interrogati online attraverso la web survey di Skuola.net.

Ovvio, se il primo ad infrangere il divieto è il personale AT.A. e qualche volta (sono generoso..) anche le insegnanti, come fai a dire ad un tuo alunno di non fumare? Che fogna è diventato questo paese!...

ROMA - A scuola è vietato fumare, ma solo sulla carta. Il divieto esteso tre anni fa a tutti i locali della scuola viene bellamente disatteso dagli studenti, anche quelli delle scuole medie. Ma anche dal personale scolastico, docenti compresi. È quello che emerge dalle risposte fornite da oltre duemila ragazzi, tra gli 11 e i 19 anni, interrogati online attraverso la web survey di Skuola.net. Eppure, non mancano le disposizioni di legge e le sanzioni amministrative per i cosiddetti trasgressori.

Ma nonostante tutto a scuola si continua a fumare quasi dappertutto: negli atrii e nei cortili, ma anche in bagno, da sempre il luogo prediletto dagli studenti per fumare. Un luogo, dove la nuvola di fumo rende sovente l'aria irrespirabile e, riferiscono gli stessi ragazzi, i vestiti si impregnano di fumo in un attimo.

È proprio nei bagni che 44 ragazzi su cento accendono le loro sigarette curandosi che nessuno li scopra, mentre un altro 17 per cento non si preoccupa affatto. "In realtà - spiegano i ragazzi di Skuola.net - la norma per cui è vietato fumare in tutti i locali scolastici - cortili e giardini compresi - non sembra essere mai entrata a pieno regime". Perché, ammettono il 78 per cento degli intervistati, "è abitudine degli studenti del proprio istituto fumare nel cortile o nel giardino". Di nascosto, nel 40 per cento dei casi, o alla luce del sole, nel 38 per cento. Eppure i ragazzi conoscono bene i limiti imposti dalla legge - l'88 per cento conosce i termini del divieto - e i rischi collegati al fumo - il 95 per cento sa che fumare fa male e 74 su cento appaiono anche preoccupati dalle possibili conseguenze. Ma il vizio prevale su tutto, anche sulla paura di ammalarsi.

Solo i corridoi si salvano dalla nebbia causata dalle sigarette: "L'87 per cento dice che almeno lì il divieto viene ancora rispettato". E i controlli? "Il 22 per cento dei ragazzi, infatti, dice che non sono mai stati presi provvedimenti nei confronti di chi abbia infranto il divieto di fumo a scuola", continua il comunicato. "Mentre il 38 per cento afferma di non essere informato sulla questione. E solo il 40 per cento, invece, afferma che nel proprio istituto sono state applicate delle misure contro i trasgressori, sotto forma di provvedimenti disciplinari (23%) o di multe in denaro, previste dalla legge (17%)". Ma, spiegano i ragazzi di Skuola.net, non tutte le colpe sono degli studenti. "Forse, la cosa che manca di più è il buon esempio, visto che la maggioranza degli studenti denuncia che anche il personale scolastico fuma nel giardino o nel cortile dell'istituto, senza farsi problemi a essere visto (37%) oppure di nascosto (20%)"

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Mafia Capitale, per Buzzi e Carminati NON C'E' Associazione Mafiosa
Mafia Capitale, per Buzzi e Carminati NON C'E' Associazione Mafiosa
(Palermo)
-

Se invece che in romanesco avessero parlato in corleonese sarebbero mafiosi, le minacce non sono diventate atti (allora non sarebbero tali), i politici sono solo intrallazzatori, Carminati in quanto fascista non può essere mafioso(?).
Se invece che in romanesco avessero parlato in corleonese sarebbero mafiosi, le...

Povia denuncia tutti su Rai1: NON MI INVITERANNO PIU', VERO? VIDEO
Povia denuncia tutti su Rai1: NON MI INVITERANNO PIU', VERO? VIDEO
(Palermo)
-

Si può essere d’accordo o meno con le opinioni di Povia ma di certo bisogna riconoscergli un grande coraggio.
Si può essere d’accordo o meno con le opinioni di Povia ma di certo bisogna...

La contaminazione alimentare? A NORMA DI LEGGE!
La contaminazione alimentare? A NORMA DI LEGGE!
(Palermo)
-

L’Italia è il terzo consumatore a livello comunitario di pesticidi (130mila tonnellate), preceduto solo da Spagna e Francia, mentre siamo il secondo consumatore di fungicidi (oltre 65mila tonnellate utilizzate in un anno).
L’Italia è il terzo consumatore a livello comunitario di pesticidi (130mila...

Medjugorje? Un falso che frutta MILIONI
Medjugorje? Un falso che frutta MILIONI
(Palermo)
-

Bravi i pastorelli ad inventarsi un futuro nel mondo dello spettacolo.D'altronde non rubano niente,regalando un momento di felicità ai milioni di gonzi che vogliono partecipare alla festa,hanno creato un businnes per migliaia di operatori turistici.
Bravi i pastorelli ad inventarsi un futuro nel mondo dello spettacolo.D'altronde...

Cicciolina? 2331 Euro di vitalizio dal 2011!
Cicciolina? 2331 Euro di vitalizio dal 2011!
(Palermo)
-

Ilona Staller, in arte Cicciolina, ex pornostar ma per chi ancora non lo sapesse pure ex parlamentare radicale dal 1987 al 1992 e leader del cosiddetto “Partito dell’Amore” (con Moana Pozzi presero l’1%), dall’ottobre 2011 riscuote ogni mese il vitalizio
Ilona Staller, in arte Cicciolina, ex pornostar ma per chi ancora non lo sapesse...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati