Dieta senza fare sport!

(Trento)ore 12:39:00 del 27/08/2017 - Categoria: , Salute

Dieta senza fare sport!

La prima cosa che ci sentiamo dire quando decidiamo di metterci a dieta è che oltre alla corretta alimentazione, dobbiamo dedicarci a curare l'attività fisica.

La prima cosa che ci sentiamo dire quando decidiamo di metterci a dieta è che oltre alla corretta alimentazione, dobbiamo dedicarci a curare l'attività fisica.

La palestre rappresentano, quindi, il punto d'incontro di tante persone che cercano di fare del loro meglio per riacquistare la linea perduta.

Tuttavia, se è vero che numerose persone lavorano sodo, impegnandosi e tenendoci davvero a raggiungere i propri obbiettivi, ce ne sono diverse altre in cui la palestra o lo sport in generale diventano solo un'occasione di socializzazione, un'evasione dal quotidiano. Questi sono quelli che, in genere, si iscrivono per andare saltuariamente, hanno fastidio all'idea di "sudare" due-tre volte a settimana e per cui lo sport rappresenta una tortura che li costringe a uscire dalla loro "comfort-zone" di pigrizia in cui sono soliti crogiolarsi.

Visto che il numero di persone che non amano la vita sportiva non è così basso come si può pensare, è davvero possibile che siano destinate a non poter dimagrire?

La buona notizia è che è possibile perdere peso, ottenendo anche ottimi risultati, anche senza fare ginnastica.

Infatti, banalmente il nostro corpo tende ad aumentare la massa grassa quando introduciamo più calorie di quante ne consumiamo, perché assimiliamo tutto l'eccesso sotto forma di grasso, per consentirci di alimentare le nostre scorte energetiche. L'organismo, infatti, ragiona in termini di "uomo primitivo" e in previsione di periodi in cui il cibo non possa essere disponibile, si assicura un'ampia scorta energetiche da cui attingere per garantire la sopravvivenza.

Mentre, però, questo sistema poteva funzionare molto bene quando effettivamente si attraversavano lunghi periodi di carestie e l'uomo mangiava solo ciò che riusciva a procurarsi, oggi, per fortuna, la situazione è completamente diversa. Se infatti, l'uomo primitivo era essenzialmente magro e longilineo, la condizione che viviamo oggi è molto cambiata: il cibo non è più procacciato ma ampiamente disponibile in qualsiasi momento noi vogliamo e diventa, per molte persone, una vera e propria valvola di sfogo. Non a caso i dati statistici più recenti mostrano come, dal periodo in cui l'industrializzazione ha preso piede, ci sia stato un aumento esponenziale di malattie metaboliche quali diabete, arteriosclerosi o l'ipertensione, direttamente correlate a un aumento sconsiderato sia della quantità di cibo ingerito che nella sua qualità.

Di conseguenza, lo sport e una vita attiva sono un'arma vincente che ci aiuta a mantenere il nostro peso nella norma, essi ci consentono anche di scaricare le nevrosi a cui la quotidianità ci costringe. Tuttavia se alla base non viene portata avanti una corretta alimentazione, i loro effetti benefici vengono, di fatto, annullati.

Non ha senso, quindi, frequentare con impegno la palestra, fare le corse contro il tempo per non perdere una lezione di nuoto, se poi quando si torna a casa ci si fionda su gelato, patatine o si esce spesso con gli amici per andare a mangiare pizza e birra.

Ecco quindi, un esempio di tre giorni di dieta detox volta a migliorare il senso di pesantezza tipico di consuma troppi zuccheri.

Vista l'importanza dei grassi che devono essere principalmente insaturi, come condimenti bisognerebbe preferire, principalmente, olio extravergine di oliva, ma anche i semi possono essere dei preziosi alleati: semi di lino, di girasole, di sesamo, ecc., ognuno di essi è importante per una caratteristica proprietà e il loro costante utilizzo consentirà all'organismo di arricchirsi notevolmente di vitamine e antiossidanti.

Giorno 1

Colazione

Tè verde

2 Fette biscottate

Spuntino

Yogurt

Pranzo

50 g Farro con pomodori

120 g Petto di Pollo ai ferri

100 g Zucchine al vapore

Spuntino

Spremuta di melagrana

Cena

180 g Orata al forno

100 g Lattuga con semi di lino, finocchi, ravanelli

Giorno 2

Colazione

Latte d'avena

4 Biscotti integrali

Spuntino

Centrifugato di finocchi e carote

Pranzo

150 g Seitan con aromi

100 g Melanzane grigliate con pomodorini e prezzemolo

Spuntino

20 g Mandorle sgusciate

Cena

70 g Bresaola con scaglie di parmigiano e rucola

100 g Spinaci con olio e limone

Giorno 3

Colazione

Latte di riso

30 g Corn Flakes

Spuntino

5 Fave di cacao

Pranzo

60 g Riso con zafferano

150g Merluzzo alla pizzaiola

100 g Insalata di cavolfiori e carote

Spuntino

Fiocchi di latte

Cena

120 g Carne di vitello ai ferri

100 g Carciofi al vapore

2 Gallette di Kamut

Da: QUI

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Dieta e Limone per Perdere 3kg in 1 settimana
Dieta e Limone per Perdere 3kg in 1 settimana
(Trento)
-

La dieta del limone prevede un utilizzo importante di questo agrume poiché ricco di proprietà drenanti e depurative.
La dieta del limone prevede un utilizzo importante di questo agrume poiché ricco...

Occhio alla CARTA ARGENTATA: avete mai letto le AVVERTENZE? VIDEO
Occhio alla CARTA ARGENTATA: avete mai letto le AVVERTENZE? VIDEO
(Trento)
-

L’alluminio è un materiale attualmente molto impiegato nel settore alimentare: si va dalla cottura (pentole, padelle e caffettiere dove molto spesso si usano leghe di alluminio) fino ad arrivare alla conservazione del cibo in vaschette e fogli (la cosidde
L’alluminio è un materiale attualmente molto impiegato nel settore alimentare:...

Sentirsi sazi anche a dieta: ecco come fare
Sentirsi sazi anche a dieta: ecco come fare
(Trento)
-

Uno dei principali problemi quando ci si mette a dieta è la sgradevole sensazione di non sentirsi sazi.
Uno dei principali problemi quando ci si mette a dieta è la sgradevole...

I migliori cibi spezzafame
I migliori cibi spezzafame
(Trento)
-

Durante una dieta, che si tratti di una dieta dimagrante o di un’alimentazione sana e equilibrata, i cibi spezza fame sono importanti: consentono, infatti, di placare gli attacchi di fame tra un pasto e l’altro, e permettono di non arrivare troppo affamat
Durante una dieta, che si tratti di una dieta dimagrante o di un’alimentazione...

Urlare ai bambini gli danneggia il cervello
Urlare ai bambini gli danneggia il cervello
(Trento)
-

Alzare la voce non ti darà più ragione. Inoltre, utilizzare questo come risorsa educativa può essere del tutto controproducente. Infatti, quando gridiamo ai bambini stiamo solo riconoscendo che sia loro che noi abbiamo perso il controllo.
Alzare la voce non ti darà più ragione. Inoltre, utilizzare questo come risorsa...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati