Dieta per riequilibrare il metabolismo

(Roma)ore 23:43:00 del 21/05/2017 - Categoria: , Salute

Dieta per riequilibrare il metabolismo

Il cibo può portare equilibrio nel nostro organismo, oppure romperla. E nel nuovo libro di Debora Rasio, oncologa e nutrizionista dell’Università La Sapienza di Roma, si capisce fin dal titolo, La dieta non dieta (Mondadori), che non dovremmo “lottare” co

Il cibo può portare equilibrio nel nostro organismo, oppure romperla. E nel nuovo libro di Debora Rasio, oncologa e nutrizionista dell’Università La Sapienza di Roma, si capisce fin dal titolo, La dieta non dieta (Mondadori), che non dovremmo “lottare” con proibizioni e regimi ferrei, ma tornare a un rapporto naturale con gli alimenti per ritrovare la nostra armonia e, come diretta conseguenza, anche il benessere fisico e l’agognato peso forma.

«Il 95 per cento delle diete per dimagrire entro un paio d’anni fallisce e si riprendono i chili persi, spesso con gli interessi» spiega Rasio. «Questo perché iniziare una dieta non è un atto innocuo: il nostro organismo reagisce al “razionamento” del cibo come se fosse di fronte a un’ipotetica carestia e riduce il metabolismo per consumare meno. Una risposta saggia, che però non si modifica quando torniamo a mangiare normalmente: per questo si riacquistano i chili».

Tutti speriamo nell’esistenza di una dieta “magica” che ci faccia finalmente perdere peso in maniera definitiva, ma la realtà è che nella vita reale facciamo fatica a riuscirci. Anche perché il grasso ha un correlato psicologico non da poco, come spiega Rasio: «Il grasso è un isolante, è protettivo. Ci scherma da emozioni profonde, tant’è che in molti il peso si modifica proprio a seguito di eventi che hanno messo alla prova. Il nostro conscio, che vuole dimagrire per aderire a modelli estetici del tutto fuorvianti come la taglia 36 dei manichini, è la punta di un iceberg: sotto c’è un inconscio che spesso rema contro e ciò spiega perché, per esempio, si tenda spesso ad accumulare più grasso di quanto sarebbe atteso considerando quel che si mangia. Sono i neuroni che mandano al tessuto adiposo il messaggio di immagazzinare grasso, indipendentemente dalla nostra volontà».

Ecco che allora non si può pensare di dimagrire a furia di proibizioni: la strada giusta, tracciata nel volume di Rasio, è tornare a un’alimentazione naturale, in cui sia permesso mangiare tutto ma ci si rieduchi a un equilibrio da mantenere sempre. Tornando in sostanza al significato etimologico della parola dieta, che in greco significa stile di vita e non certo rinunce a tavola.

«Con i ragazzi, che hanno meno sovrastrutture, è più facile far passare il giusto messaggio e far capire che è possibile dimagrire mangiando tutto, se non si manda in squilibrio il sistema» dice Rasio. «Nel mio libro propongo una dieta che ha aiutato moltissime persone a perdere peso, il cui concetto principale è la riscoperta dell’alimentazione naturale. Oltre ad analizzare come funzionano i macronutrienti e a sfatare alcuni miti, per esempio i grassi che fanno male, mi preme sottolineare che sono i cibi processati e trasformati a essere realmente negativi: questi alimenti sono “disegnati” apposta per dis-regolare il nostro metabolismo, quindi a prescindere dai chili che segna la bilancia se li introduciamo sono negativi per la nostra salute. Mangiare alimenti naturali, non industriali significa dimagrire, mantenere il peso ideale e soprattutto avere un metabolismo sano: è questo lo scopo principale che dovremmo porci, prima ancora che quello di entrare in un paio di taglie di meno rispetto al solito».

Da: QUI

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Sudi anche senza muoverti? Ecco cause, sintomi e rimedi!
Sudi anche senza muoverti? Ecco cause, sintomi e rimedi!
(Roma)
-

Sudorazione: un fenomeno per tutti assolutamente nella norma che aiuta a regolare la temperatura corporea, ma che può rappresentare un vero e proprio disagio se eccessiva.
Sudorazione: un fenomeno per tutti assolutamente nella norma che aiuta...

Dieta 16:8 del digiuno intermittente
Dieta 16:8 del digiuno intermittente
(Roma)
-

Non sono numeri da giocare al lotto né una formula cifrata: la dieta 16:8 si chiama così perché fa riferimento al suo concetto di base, secondo cui bisognerebbe organizzare le 24 ore che compongono la giornata in questo modo: 16 di digiuno e 8 in cui ci s
Non sono numeri da giocare al lotto né una formula cifrata: la dieta 16:8 si...

Le merendine e le schifezze che mangi non SOSTITUISCONO UN ABBRACCIO: FATTENE UNA RAGIONE!
Le merendine e le schifezze che mangi non SOSTITUISCONO UN ABBRACCIO: FATTENE UNA RAGIONE!
(Roma)
-

Un abbraccio vale più di una merendina. Un'affermazione che sembra scontata ma che, forse, per tanti genitori non lo è al punto da essere diventata l'oggetto di una ricerca condotta da un team internazionale di scienziati.
Un abbraccio vale più di una merendina. Un'affermazione che sembra scontata ma...

Vaccino: una nuova legge
Vaccino: una nuova legge
(Roma)
-

Dai 6 ai 16 anni, incece, l'iscrizione non sarà vietata, ma scattano tutta una serie di misure per cui: bisogna presentare a scuola il certificato delle vaccinazioni avvenute o attestare di essere in lista di attesa per alcune vaccinazioni.
I vaccini saranno quindi obbligatori nelle scuole per i bambini tra i 0 e i 6...

Bevete, Bevete...Ecco cosa restera' nel vostro fegato!
Bevete, Bevete...Ecco cosa restera' nel vostro fegato!
(Roma)
-

BEVETE BEVETE, QUALCOSA RESTERA’. NEL VOSTRO FEGATO – LA QUANTITA’ MASSIMA CONSENTITA E’ UNA BOTTIGLIA E MEZZO DI VINO A SETTIMANA. OLTRE RISCHI PER LA MEMORIA E DANNI CEREBRALI: COMUNI NEI QUARANTENNI UBRIACONI- SBAGLIATISSIME LE SBRONZE DEL FINE SETTIMA
BEVETE BEVETE, QUALCOSA RESTERA’. NEL VOSTRO FEGATO – LA QUANTITA’ MASSIMA...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati