Decreto Sicurezza Bis passa alla Camera: cosa prevede?

(Napoli)ore 17:26:00 del 26/07/2019 - Categoria: , Denunce, Politica

Decreto Sicurezza Bis passa alla Camera: cosa prevede?

DECRETO SICUREZZA BIS, COSA PREVEDE? - Si compone di 18 articoli e si occupa di soccorso in mare e di riforma del codice penale in particolare per quanto riguarda la gestione dell’ordine pubblico durante le manifestazioni

DECRETO SICUREZZA BIS, COSA PREVEDE? - Si compone di 18 articoli e si occupa di soccorso in mare e di riforma del codice penale in particolare per quanto riguarda la gestione dell’ordine pubblico durante le manifestazioni. Nell’articolo 1 si stabilisce che il ministro dell’interno “può limitare o vietare l’ingresso il transito o la sosta di navi nel mare territoriale” per ragioni di ordine e sicurezza, ovvero quando si presuppone che sia stato violato il testo unico sull’immigrazione e in particolare si sia compiuto il reato di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”.

DECRETO SICUREZZA BIS, COSA PREVEDE? - All’articolo 2 si prevede una sanzione che va da un minimo di 150mila euro a un massimo di un milione di euro per il comandante della nave “in caso di violazione del divieto di ingresso, transito o sosta in acque territoriali italiane”. Come sanzione aggiuntiva è previsto anche il sequestro della nave. È previsto anche l’arresto in flagranza per il comandante che compie il “delitto di resistenza o violenza contro nave da guerra, in base all’art. 1100 del codice della navigazione”.

DECRETO SICUREZZA BIS, COSA PREVEDE? - Se il sequestro della nave viene confermato, l’imbarcazione diventa di proprietà dello stato, che potrà usarla o venderla, oppure distruggerla dopo due anni dalla confisca. All’articolo 3 si modifica l’articolo 51 del codice di procedura penale per cui la procura distrettuale diventa competente per tutte le indagini che riguardano il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. All’articolo 4 si prevede lo stanziamento di 500mila euro per il 2019, un milione di euro per il 2020 e un milione e mezzo per il 2021 per il contrasto al reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e operazioni di polizia sotto copertura. Si prevede anche lo stanziamento di più fondi per il rimpatrio degli irregolari: 2 milioni di euro per il 2019 che potranno aumentare fino a un massimo di cinquanta milioni di euro.

Dall’articolo 6 in poi il decreto si occupa della gestione dell’ordine pubblico durante le manifestazioni di protesta e sportive: “Si introduce una nuova fattispecie delittuosa, che punisce chiunque, nel corso di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico, utilizza – in modo da creare concreto pericolo a persone o cose – razzi, fuochi artificiali, petardi od oggetti simili, nonché facendo ricorso a mazze, bastoni o altri oggetti contundenti o comunque atti ad offendere”. Sono previste aggravanti “qualora i reati siano commessi nel corso di manifestazioni in luogo pubblico o aperto al pubblico”.

La fiducia alla Camera

Il cosiddetto decreto Sicurezza bis, ovvero il decreto legge numero 53 su «disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica», entrato in vigore il 15 giugno, è arrivato in aula alla Camera dei deputati il 22 luglio per essere tramutato in legge, dopo essere stato modificato dalla commissione Affari costituzionali e giustizia. Si compone in tutto di 18 articoli. I primi cinque riguardano il soccorso in mare, mentre gli altri si occupano di riformare il codice penale e in particolare la gestione dell’ordine pubblico durante le manifestazioni. Si va dunque dalle Disposizioni urgenti in materia di contrasto all’immigrazione illegale alle Disposizioni urgenti in materia di contrasto alla violenza in occasione delle manifestazioni sportive.

Le navi nel Mediterraneo: multe a chi salva i migranti

Il decreto si apre con l’attribuzione al ministro dell’Interno di poteri particolari (con la modifica del Codice della Navigazione) che ora può limitare o vietare il passaggio e/o la sosta di una nave nelle acque territoriali quando esso sia considerato pregiudizievole per l’ordine e la sicurezza pubblica. È la norma anti Organizzazioni non governative (Ong) che operano nel Mediterraneo per salvare gli immigrati in mare: multe da 150 mila euro a un milione, arresto in flagranza del capitano, confisca della nave nei casi di violazione del blocco disposto dal Viminale.

Sport: più tutele per gli arbitri

Contro la violenza negli stadi e sui campi sportivi vengono introdotte particolari tutele anche per gli arbitri e per gli altri soggetti chiamati ad assicurare la regolarità delle gare che sono equiparati agli addetti ai varchi di accesso degli impianti (è prevista una pena da 6 mesi a 5 anni per chi usa atti di violenza contro di loro). Stabilizzato poi l’arresto in differita (per i soggetti che vengono identificati con le telecamere) e vengono estese anche alla vendita on line le sanzioni amministrative (da 2.500 a 10 mila euro) già previste contro il bagarinaggio.

In hotel e B&b: segnalati i turisti giornalieri

Nel testo c’è anche la modifica a un regio decreto del 1931 che introduce l’obbligo di avviso alle questure (entro le sei ore successive all’arrivo) da parte delle strutture di ricezione turistica (hotel, B&b, ecc) nel caso di permanenza degli ospiti che soggiornino non più di 24 ore. Si cerca di evitare che non lascino traccia anche coloro i quali cambiano albergo ogni giorno. Le modalità di trasmissione dei dati verranno integrate con decreto del Viminale per consentire il collegamento diretto tra i sistemi informatici delle autorità di pubblica sicurezza e i sistemi gestionali delle strutture ricettive

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Napoli)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Napoli)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...

Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
(Napoli)
-

Oltre il 97% delle persone ricerca informazioni sanitarie online. Ma spesso i risultati sono inaffidabili e portatori d’ansia
SEMPRE PIU' PERSONE ANSIOSE PER RICERCHE MALATTIE SU GOOGLE - 2 americani su 5...


(Napoli)
-


"Carenza di un'adeguata impiantistica per il riciclo dei rifiuti, assenza di...

Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
Tim, Vodafone e Wind denunciate per i tagli alle ricariche: VERGOGNA!
(Napoli)
-

Il Codacons denuncia all'Agcom e all'Antitrust la ricarica premium, novità messa sul mercato da Tim, Vodafone e Wind.
Il Codacons ha formalizzato il pensiero di milioni di utenti italiani sotto...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati