Cronaca notizie: la Jihad dell’Isis parla italiano

SIENA ore 14:15:00 del 07/03/2015 - Categoria: Cronaca, Esteri

Cronaca notizie: la Jihad dell’Isis parla italiano

Cronaca notizie: la Jihad dell’Isis parla italiano. Trovato in rete un filmato diventato virale in cui si sentirebbe una voce pronunciare parole nella nostra lingua mentre viene preparato un attentato kamikaze

Trovato in rete un filmato diventato virale in cui si sentirebbe una voce pronunciare parole nella nostra lingua mentre viene preparato un attentato kamikaze.  «Yalla, yalla, yalla, piano, piano, piano...». Per la prima volta in un video diffuso dall'Isis si sentirebbe la voce un mujaheddin parlare in italiano. O, almeno questa è la tesi di Globalist.it, che ha riproposto un filmato postato nei giorni scorsi su uno dei canali non ufficiali YouTube dello Stato Islamico. Scorrendo i fotogrammi, diventanti immediatamente virali in rete, si assiste alla preparazione di un attacco suicida con un'autobomba contro una postazione del Pkk. Dal secondo 50 al secondo 61 qualcuno sembra riconoscere una voce dire «Piano, piano» alternato a «yalla, yalla» (che in arabo significa su avanti), parole rivolte al guidatore del mezzo imbottito di esplosivo. Ma le voci non sono nitide e l’audio è disturbato da una traccia musicale. Difficile quindi affermare con certezza la presenza di un miliziano italiano, inoltre è improbabile che il guidatore possa sentire l’uomo, come fa notare lo stesso autore dell’articolo su Globalist, Gianni Cipriani.

L'allarme dell' Fbi su ragazzi e ragazze

Se invece confermato si potrebbe trattare di un foreign fighter italiano che si è unito allo Stato Islamico. Proprio oggi negli Stati Uniti l'Fbi e il Dipartimento per la sicurezza interna hanno lanciato un allarme sul fenomeno crescente dei «foreign fighters». In un messaggio congiunto inviato lo scorso fine settimana a tutte le forze dell'ordine del Paese - rivela la Cnn - si esprime preoccupazione e si chiede di esercitare la massima vigilanza sui «molti casi» e il crescente numero di ragazzi e ragazze che dagli Usa vogliono raggiungere le fila dell'Isis. L'allarme di Fbi e Homeland Security è stato lanciato dopo l'arresto e l'incarcerazione la scorsa settimana di un diciassettenne della Virginia, sospettato di volersi unire all'Isis. Nel «warning» inviato a tutte le forze di polizia degli Stati Uniti si spiega come tra i ragazzi che vogliono «arruolarsi» nelle fila dell'Isis, i maschi sono generalmente più grandi, e il loro obbiettivo è solitamente quello di unirsi ai militanti jihadisti in Iraq e in Siria, oppure quello di compiere attacchi negli Stati Uniti, come nel caso dei tre sospetti terroristi arrestati giorni fa Brooklyn. Per quel che riguarda le ragazze, invece, di solito sono più giovani e nella maggior parte dei casi il loro obiettivo è quello di andare in spose a combattenti dell'Isis in Siria.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi


-


È partita sfida dell'Umbria al decreto Sicurezza di Matteo Salvini. Il tema è...

Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?

-

Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni imprudenti, a caccia di “shale oil” nel sottosuolo?
Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni...

Dai sindacati ai pastori sardi, ora la gente e' INCAZZATA davvero col governo gialloverde
Dai sindacati ai pastori sardi, ora la gente e' INCAZZATA davvero col governo gialloverde

-

Sembra un capitolo del romanzo Serotonina, una scena da Gilet Gialli francesi e invece è qui.
Signore e signori, è iniziata l’opposizione. Non solo l’opposizione parlamentare...

Benvenuti in Italia, dove si MUORE al pronto soccorso dopo un'attesa di 6 ORE
Benvenuti in Italia, dove si MUORE al pronto soccorso dopo un'attesa di 6 ORE

-

Presunto caso di malasanità all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta. Un uomo di 72 anni, Eduardo Estatico, è deceduto lamentando dolori lancinanti all’addome, ma ha aspettato sei ore prima di essere visitato.
Presunto caso di malasanità all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta. Un uomo di 72...

Milano, dov'e' la crisi? coda e ressa per le Nike Air Max   A 160 EURO
Milano, dov'e' la crisi? coda e ressa per le Nike Air Max A 160 EURO

-

Decine e decine di ragazzi hanno riempito via Statuto a Milano in attesa dell’apertura del NikeLab, lo store che ha messo in vendita in edizione limitata le nuove Air Max
Ancora una volta il negozio Nike Lab St18 è stato preso d'assalto da decine e...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati