Crocchette cacio e pepe, ricetta facile

(Firenze)ore 07:42:00 del 14/04/2018 - Categoria: , Cucina

Crocchette cacio e pepe, ricetta facile

Uno stuzzichino per palati coraggiosi, abituati ai sapori forti e piccanti che caratterizzano molte ricette della tradizione!

Morbide come le crocchette di patate, veraci come una cacio e pepe… le crocchette cacio e pepe nascono da due delle ricette più amate della nostra cucina e non ne temono il confronto!

Perfette da accompagnare a un bicchiere di bollicine per un aperitivo casalingo, sono ottime per stuzzicare l’appetito grazie al loro profumo pungente e al sapore deciso, che si ottiene dall’utilizzo di pochi ingredienti ma di qualità.

Uno stuzzichino per palati coraggiosi, abituati ai sapori forti e piccanti che caratterizzano molte ricette della tradizione!

E per i più piccoli? Non vorremo lasciarli a bocca asciutta ovviamente… basterà servire le crocchette cacio e pepe insieme a delle crocchette di barbabietola, dal gusto più dolce e delicato, e avrete fatto tutti sazi e contenti!

Ingredienti per circa 20 crocchette

   Patate rosse 1 kg

   Pecorino romano stagionato 100 g

   Pepe nero in grani 2 cucchiaini

   Pepe bianco in grani 2 cucchiaini

   Uova 1

per la panatura

   Uova 3

   Pangrattato 100 g

per friggere

Olio di semi q.b.

Come preparare le Crocchette cacio e pepe

Per preparare le crocchette cacio e pepe, per prima cosa lavate le patate, poi mettetele in un pentolino con acqua fredda (1) e lessatele per circa 40 minuti, fino a quando saranno abbastanza morbide da poterle infilzare con una forchetta. Nel frattempo mettete i grani di pepe nero e pepe bianco in un mortaio (2) e pestateli con un pestello (3); in alternativa potete utilizzare un batticarne.

Grattugiate il pecorino stagionato (4) e tenete da parte. Quando le patate saranno cotte, scolatele e schiacciatele in una ciotola con uno schiacciapatate (5). Quando si saranno intiepidite, aggiungete nella ciotola il pecorino grattugiato (6),i grani di pepe pestati (7) e l’uovo (8). Impastate con le mani (9)fino ad ottenere un composto omogeneo (10). Aiutandovi con una ciotolina d’acqua per tenere le mani umide, prelevate una parte di impasto (11) e modellatela per ottenere la classica forma a cilindro delle crocchette, schiacciando leggermente le estremità (12); con queste dosi dovreste ottenere circa 20 crocchette.

Versate le uova e il pangrattato per la panatura in due contenitori separati (13): passate ogni crocchetta nell’uovo (14) e nel pangrattato (15), poi ancora una volta nell’uovo e nel pangrattato per ottenere una panatura più croccante.

Scaldate l’olio di semi in un pentolino e portatelo alla temperatura di 170°, dopodiché immergete al massimo 2 crocchette per volta (16) e friggetele per circa 3 minuti fino a quando non saranno belle dorate. Scolate le crocchette con una schiumarola e trasferitele su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso (17). Servite le vostre crocchette cacio e pepe ancora calde, stando attenti a non scottarvi (18)!

Conservazione

Si consiglia di consumare le crocchette cacio e pepe appena pronte. Se desiderate, potete congelarle da crude prima di impanarle.

Consiglio

Potete servire le crocchette cacio e pepe con una deliziosa salsina allo yogurt, perfetta per rinfrescare il palato!

Giallozafferano

Autore: Carla

Notizie di oggi
Fiori di zucca ripieni di carne, preparazione
Fiori di zucca ripieni di carne, preparazione
(Firenze)
-

Questa versione più ricca e sostanziosa si realizza con fiori di zucca farciti con un ghiotto macinato di vitello insaporito con scamorza e una nota aromatica di maggiorana fresca.
I fiori di zucca sono tra gli ingredienti estivi più amati... dopo averli...

Bruschetta con burrata e verdure: come fare
Bruschetta con burrata e verdure: come fare
(Firenze)
-

Si consiglia di consumare le bruschette con burrata e verdure appena pronte e di non conservarle in frigorifero.
W le bruschette… così versatili e facili da preparare, sono sempre una...

Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!
Il segreto del Pane della Nonna che durava 10 GIORNI!
(Firenze)
-

Il Pane della Nonna, forse qualcuno lo ricorda, durava dieci giorni… e allora cos’è questa porcheria che ci fanno mangiare oggi?
Una volta il pane delle nonne durava, nella media, dieci giorni; ora dopo tre...

Kebab vegetariano, preparazione
Kebab vegetariano, preparazione
(Firenze)
-

Dalla Turchia all’Europa, passando per la Germania, il passo è stato breve e il kebab così come lo conosciamo noi, simile al gyros greco, è diventato uno degli street food più amati in assoluto!
Iniziamo dal principio: kebab è una parola turca che viene utilizzata per...

Bicchierini di riso venere e spada, come fare
Bicchierini di riso venere e spada, come fare
(Firenze)
-

Gli strati di riso nero si alternano a una crema speziata dalle tinte verdi che viene impreziosita con teneri dadini di pesce spada al profumo di limone e menta.
Lo sapevate che il riso venere è chiamato così perché nell’antichità era...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati