Crema inglese, preparazione

(Perugia)ore 08:20:00 del 20/02/2018 - Categoria: , Cucina

Crema inglese, preparazione

Ma la crema inglese non è solo questo, infatti è una delle basi più utilizzate in pasticceria per preparare tantissimi dolci, come gelati o semifreddi!

La crema inglese è un classico dessert al cucchiaio dal gusto delicato e dalla consistenza vellutata; a differenza della crema pasticcera, la crema inglese non contiene farina; risulta quindi più fluida ed è un ottima salsa da servire (anche calda) in coppa, accompagnata ad esempio dalle lingue di gatto, che potrete preparare con gli albumi delle uova utilizzate nella ricetta.

 E per i più golosi, questa crema si presta per accompagnare anche dolci a pasta lievitata come colomba e panettone. Ma la crema inglese non è solo questo, infatti è una delle basi più utilizzate in pasticceria per preparare tantissimi dolci, come gelati o semifreddi!

Conservazione

Conservare la crema inglese in frigorifero coperta con pellicola a contatto per 2 giorni al massimo. Si sconsiglia la congelazione, perchè una volta scongelata la crema non risulterebbe liscia come appena preparata.

Consiglio

Se la vostra crema inglese dovesse "impazzire" formando degli antiestetici grumi, provate a recuperarla travasandola immediatamente in un’altra pentola fredda; aggiungete alla crema impazzita un cucchiaio di acqua fredda, mescolate il composto e poi colatelo attraverso un colino a maglie fitte per trattenere eventuali grumi.

Potete addensare leggermente la crema inglese stemperando 20 grammi di fecola in acqua fredda e mescolandola al composto sul fuoco, lasciando poi addensare.

INGREDIENTI

TUORLO D'UOVO 4

ZUCCHERO 110 gr

LATTE INTERO 500 ml

VANIGLIA 1 stecca

Attrezzature

FRUSTA A MANO / PENTOLA

Preparazione

Mettete sul fuoco il latte e portatelo quasi ad ebollizione con la vaniglia, quindi spegnete il fuoco.

Nel frattempo sbattete bene i tuorli con lo zucchero.

Unite, quindi lentamente le uova ad il latte mescolando costantemente.

Rimettete il tutto sul fuoco molto basso e lasciate che si addensi mescolando costantemente senza portare ad ebollizione (se avete un termometro, spegnete il fuoco quando avrete raggiunto gli 84°C).

Trasferite immediatamente la salsa in una ciotola a parte per interromperne la cottura.

Autore: Carla

Notizie di oggi
Preparazione Pane al topinambur
Preparazione Pane al topinambur
(Perugia)
-

Mettere a bagno il topinambur per una decina di minuti dopodiché lavarlo sotto l’acqua corrente aiutandosi con uno spazzolino per togliere i residui di terra.
  Il topinambur con il suo sapore che ricorda quello del carciofo e la sua...

Canederli di barbabietola: preparazione
Canederli di barbabietola: preparazione
(Perugia)
-

Per preparare i canederli di barbabietola iniziate eliminando la crosta dal pane (1), poi tagliatelo a pezzetti (2) e ponetelo in una ciotola.
  Le ricette della tradizione regionale italiana sono da sempre fonte di...

Preparazione Crema di porri e castagne
Preparazione Crema di porri e castagne
(Perugia)
-

Riscoprite insieme a noi i tempi andati dedicandovi una ciotola di crema di porri e castagne per cena, vedrete che in men che non si dica dovrete riconsiderare la questione del famoso detto “mani fredde, cuore caldo”.
  Immaginate di scaldare le vostre mani cingendo una ciotola fumante di...

Preparazione Taralli sugna e pepe
Preparazione Taralli sugna e pepe
(Perugia)
-

Mescolando acqua, farina e lievito si dà forma al pane creando una vera magia, creando la vita.
  Il mestiere del panettiere: uno dei più nobili e affascinanti del mondo....

Come fare le Cipolle ripiene al tartufo
Come fare le Cipolle ripiene al tartufo
(Perugia)
-

Un delizioso antipasto autunnale che potrete proporre anche come contorno in accompagnamento a piatti di carne dal gusto semplice e poco elaborato.
  All’apparenza sporco e bruttino, il tartufo è in realtà un fungo pregiato dal...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati