Cosplay, la moda diventa a pagamento

LUCCA ore 07:16:00 del 15/11/2014 - Categoria: Cronaca, Curiosità

Cosplay, la moda diventa a pagamento

Il Governo introduce una tassa che tutti dovranno pagare per evitare di incorrere nella violazione della privacy

In questa Italia di politici ladri dove ognuno, sia di destra che di sinistra, non pensa ad altro se non a mantenere il cadreghino ben attaccato al sedere ed esser certo che lo stipendio a fine mese salga sul conto in banca, non c'è più da stupirsi di niente. Ormai in internet si è diffusa la voce uscita dal Transatlantico del Parlamento, dove deputati e senatori prima badano a mangiare e poi magari anche a legiferare per migliorare l'Italia. Naturalmente questo non è il loro primo obiettivo. Prima la pancia piena, poi il pensiero a voi italiani che stupidamente continuate a votarli. La novità per il 2015? Preparatevi a pagare l'ennesima tassa.

Un'indiscrezione che fino ad ora nessuno ha smentito. E si sa che il silenzio è molto spesso sinonimo di assenso. L'ennesima batosta che va a colpire i giovani e chi vuole evadere dalla quotidianità fatta di lavoro e di problemi. Si pagherà infatti una tassa nel caso in cui ci si voglia vestire da Cosplay. Una moda che in Italia sta facendo strage. Migliaia e migliaia di persone dovranno metter mano al loro portafogli e consegnare nelle Mani di Roma qualche decina di euro se vorranno continuare a viaggiare e far viaggiare con la fantasia.

Di cosa si tratta? Cosplay è un termine della lingua giapponese che indica la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito e interpretarne il modo di agire. Insomma, smessi i panni dell'operaio, della studentessa o della casalinga, ci sono persone che altro non chiedono se non di poter indossare il costume del loro personaggio preferito. Alcuni vanno sui cartoni animati, altri sui film di fantascienza. Ogni dettaglio è curato nei minimi particolari e persino le movenze o il parlato ricalcano quelli originali.

Ecco, il nostro Governo ha deciso di colpire direttamente qui. Il fenomeno è finito quindi sotto i riflettori del fisco. Infatti, viene definita violazione del copyright. Proprio come se stessero riproducendo una canzone di qualche cantante famoso o trasmettendo spezzoni di film celebri, anche questa è stata interpretata come violazione dei diritti d'autore. Vuoi travestirti da Minnie? Nessun problema, ma dovrai pagare. Vuoi diventare per qualche ora E.T, l'extraterrestre più famoso del grande schermo? Nessun problema, ma prima metti mano al portafoglio. Ma si può andare avanti così?

Eppure proprio i Cosplay sono un'usanza sempre più diffusa sul nostro territorio come dimostra lo straordinario successo della manifestazione Lucca Comics. Migliaia di persone col loro vestito insieme per divertirsi e apprezzarsi l'un l'altro. E adesso il Governo, salvo smentite, chiederà a tutti di pagare per quella vestizione. Vero o no, la notizia è scappata fuori dai salotti della Roma bene e sta facendo il giro del web creando panico e allarmismo. Come fare per frenare questa ennesima tassa a nostro carico? Forse bisognerebbe trasformarsi in supereroi e costringere i nostri politici a ragionare per davvero…

Articolo tratto da: www.italianosveglia.com

Autore: Albertone

Notizie di oggi
Vaccino obbligatorio, la verità
Vaccino obbligatorio, la verità

-

Segue il Belgio, con soli 2 vaccini obbligatori, mentre tutti gli altri paesi del pianeta hanno un solo vaccino obbligatorio, o anche nessuno.
«Addirittura 12 vaccini, somministrati a bambini di tre mesi di vita? E’ da...

Terrorismo: chi ha iniziato la guerra? NOI
Terrorismo: chi ha iniziato la guerra? NOI

-

Siamo fottuti. L’hanno capito. Siamo fottuti perché un terrorismo così, in inglese si chiama Retail Terrorism (terrorismo alla spicciolata), non lo fermi. Più bombardiamo quei mondi, più loro porteranno la guerra da noi. Il terrorismo nasce dalle nostre b
Siamo fottuti. L’hanno capito. Siamo fottuti perché un terrorismo così, in...

Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA
Energia pulita INSABBIATA in Italia su ordine degli USA

-

In questa importantissima conferenza il giornalista RINO DI STEFANO ci introduce alla conoscenza di un argomento di eccezionale interesse e le cui implicazioni potrebbero determinare profondi cambiamenti negli assetti politico-economici, socio-culturali e
LA MACCHINA DI DIO: IL MISTERO DEL RAGGIO DELLA VITA. ETTORE MAJORANA E...

Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani
Malta, il NUOVO paradiso fiscale degli italiani

-

Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra promessa per chi fugge dalle tasse. L'Espresso, con un'inchiesta realizzata insieme al consorzio giornalistico Eic (European Investigative Collaborations), ha potuto consultare lo
Destinazione Svizzera? Macché. Lussemburgo? Nemmeno. È Malta la nuova terra...

Il carcere uccide: la situazione drammatica delle galere italiane
Il carcere uccide: la situazione drammatica delle galere italiane

-

Carmelo Mortari aveva 58 anni. Lo hanno trovato in una pozza di sangue nella sua cella di Rebibbia, reparto G9, lo scorso 25 marzo. Si è tagliato la gola ed è morto lentamente, dissanguato.
Prigionieri e suicidi: così il carcere uccide Carmelo Mortari aveva 58 anni. Lo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati