Cos'e' il 5G e cosa cambia

(Firenze)ore 19:27:00 del 23/09/2017 - Categoria: , Tecnologia

Cos'e' il 5G e cosa cambia

Dal primo telefono cellulare alle reti 4G, la comunicazione mobile è cambiata moltissimo in poche decadi.

Dal primo telefono cellulare alle reti 4G, la comunicazione mobile è cambiata moltissimo in poche decadi. Siamo ormai alla quarta generazione "G", e stiamo già assistendo ai primi vagiti delle reti 5G, che promettono velocità da 100 a 1000 volte superiori a quelle 4G. Ciò significa che presto potremo scaricare un film intero in pochi secondi e, ancora più importante, che i nostri dispositivi saranno ancora più efficienti.

Prima di tutto bisogna capire che le reti 5G sono ancora molto acerbe, e che le autorità non hanno ancora definito alcuno standarda riguardo. La statunitense Federal Communications Commission (FCC) in effetti ha appena cominciato a prendere in considerazione le alte frequenze che saranno usate dalla prossima generazione tecnologica.

Oggi la sigla 5G è più che altro il riflesso delle idee e delle speranzeche hanno governi e aziende di tutto il mondo. Noi siamo testimoni di un processo che si ripete più o meno ogni dieci anni, e ormai non dovremmo farci accecare dalle dichiarazioni roboanti. Siamo ancora in un territorio molto fosco, ma dopo aver intervistato diversi esperti nel settore, comunque, ci siamo fatti un'idea abbastanza chiara di cosa aspettarci.

La caratteristica del 5G che lo differenzierà dai precedenti standard comunicativi è la velocità di connessione. Secondo gli operatori il 5G dovrebbe essere tra le 100 e le 1000 volte più veloce rispetto al 4G LTE. Ma per essere sicuri è necessario stabilire degli standard comuni a tutte le aziende e per il momento queste regole sono ancora in fase embrionale. La Next Generation Mobile Networks Alliance ha solamente stabilito alcuni requisiti che la connessione 5G dovrà avere: velocità dati di decine di megabit al secondo per migliaia di utenti, le persone che lavorano nello stesso piano dovranno avere la connessione ad almeno un gigabit per secondo, efficienza spettrale migliorata rispetto al 4G, copertura più estesa e latenza ridotta.

Se le previsioni sulla velocità del 5G fossero confermate, per scaricare un film in 4K da una piattaforma di video in streaming ci vorrebbero solamente pochi secondi. Un sogno per gli utenti di tutto il mondo.

Perché viene chiamato 5G

5G sta molto semplicemente per quinta generazione e si intende l’insieme dei requisiti per un certo standard comunicativo. La storia dei standard comunicativi parte nel 1991 con il 2G, sviluppato per migliorare la qualità della telefonia mobile. Con il 3G arrivò anche la connettività dati in mobilità, con la possibilità di vedere anche i programmi televisivi. Il 4G è stato sviluppato per migliorare la telefonia via IP (VoIP) e il cloud computing. Il 5G, invece, è lo standard comunicativo pensato per l’Internet delle Cose. Con sempre più dispositivi IoT presenti all’interno delle nostre abitazioni, è necessario avere una connessione molto più veloce per interagire con questi nuovi strumenti. Il 5G è pensato soprattutto per la smart home e per l’Industria 4.0.

Come funziona il 5G

Per raggiungere velocità così elevate è necessario utilizzare uno spettro di frequenza finora mai utilizzato. Il 5G sfrutta le onde millimetriche, vale a dire onde radio tra 30 e 300 GHz, lo spettro di frequenza più elevato possibile, tanto che nessuno Stato lo ha ancora assegnato. Fino a qualche anno fa era impensabile utilizzare questo spetto per la comunicazione, mentre grazie alle ricerche in campo scientifico è stato dimostrato che le onde millimetriche possono essere utilizzate anche per la connessione.

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Ios 11.3: tutte le novita' della beta 2
Ios 11.3: tutte le novita' della beta 2
(Firenze)
-

Apple ha rilasciato iOS 11.3 Beta 2, nuova versione preliminare del sistema operativo per iPhone e iPad che porta con sè importanti novità a partire dalla funzione Stato Batteria, con cui monitorare l’effettiva capacità massima residua della batteria.
Apple ha rilasciato iOS 11.3 Beta 2, nuova versione preliminare del sistema...

DigiTaxi: ecco la risposta napoletana a UBER!
DigiTaxi: ecco la risposta napoletana a UBER!
(Firenze)
-

Sbracciarsi in strada per chiamare un taxi o telefonare al centralino non serve più, basta un clik sul proprio smartphone.
Sbracciarsi in strada per chiamare un taxi o telefonare al centralino non serve...

Google Street View puo' prevedere come voterai! Ecco come
Google Street View puo' prevedere come voterai! Ecco come
(Firenze)
-

A PROPOSITO di campagna elettorale, anche Google Street View può essere utile a capire come si vota nei quartieri delle città.
A PROPOSITO di campagna elettorale, anche Google Street View può essere utile a...

Vuoi investire in tech? Ecco 7 domande da porti prima
Vuoi investire in tech? Ecco 7 domande da porti prima
(Firenze)
-

Non è certo un segreto: nel mondo del business moderno gli investimenti in digitalizzazione e nuove tecnologie sono assolutamente prioritari
Al giorno d’oggi per un’azienda essere sul pezzo significa anche (e soprattutto)...

Alpha: ecco la bici che percorre 100km e si ricarica in 2 minuti!
Alpha: ecco la bici che percorre 100km e si ricarica in 2 minuti!
(Firenze)
-

Con due litri di idrogeno, riesce a percorrere 100 km e per ricaricarla bastano due minuti.
Con due litri di idrogeno, riesce a percorrere 100 km e per ricaricarla bastano...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati