Cosa visitare La Rochelle

(Genova)ore 14:38:00 del 04/05/2017 - Categoria: , Luoghi da visitare

Cosa visitare La Rochelle

I numerosi negozi sulle strade pedonali e sotto i portici non deluderanno gli amanti dello shopping.

COSA VEDERE LA ROCHELLE - Capoluogo della Charente Maritime, La Rochelle è famosa per il Porto Vecchio, un luogo con un'atmosfera da cartolina. Sorvegliato dalla torre della Chaîne e da quella di Saint-Nicolas, il Porto Vecchio ha ispirato numerosi artisti. Dopo una passeggiata sulle banchine, il visitatore è invitato a imboccare le belle stradine della città vecchia su cui si affacciano palazzi, dimore rinascimentali e antiche abitazioni a graticcio. I numerosi negozi sulle strade pedonali e sotto i portici non deluderanno gli amanti dello shopping.

COSA VEDERE LA ROCHELLE - L'edificio principale in stile rinascimentale del municipio, risalente al periodo fra il XV e il XVI secolo, vanta un muro di cinta in stile gotico fiammeggiante. Davvero da non perdere! La visita della città prosegue con il Museo di Belle Arti; il Museo del Nuovo Mondo, dedicato alla storia dei rapporti fra La Rochelle e le Americhe; il Museo di Storia naturale e il Museo d'Orbigny-Bernon, in cui sono esposte collezioni di ceramiche, stampe e dipinti.

Il vasto Port des Minimes, interamente dedicato alle imbarcazioni da diporto, richiama velisti da tutto il mondo. Non lontano dal Porto Vecchio, l'acquario di La Rochelle permette agli appassionati del mondo sottomarino di vedere flora e fauna dei mari e degli oceani di tutto il mondo.

COSA VEDERE LA ROCHELLE - Per rilassarsi dopo la visita della città fortificata, non c'è niente di meglio di una pausa sulle spiagge di La Rochelle.

La città, inoltre, organizza numerosi eventi: le Settimane Internazionali della Vela, a maggio e giugno; il Festival Internazionale del Film di La Rochelle e la famosa manifestazione musicale Francofolies, nel mese di luglio; il Grand Pavois, salone nautico internazionale sull'acqua, a settembre; il Festival del Jazz, che si tiene fra le due torri in ottobre.

Il porto e la cucina di mare

Città di marinari e commercianti, ancora oggi il centro della Rochelle è il suo vecchio porto, pullulante di pescatori indaffarati a scaricare i loro preziosi carichi di pesce fresco ma anche di vacanzieri e turisti, che passeggiano per ammirare le barche ormeggiate e respirare la frizzante brezza marina. Non è un caso che proprio attorno al porto si concentrino molti locali e ristoranti che servono pesce fresco e offrono terrazze e balconi panoramici.
I piatti di mare naturalmente sono tanti ma durante una visita a La Rochelle non mancate di assaggiare le moules che vengono proposte in tutte le salse e accompagnate delle immancabili frites. Per un gusto deciso ma al contempo raffinato, provate le moules al Roquefort!
Tutto il porto, ed in generale la città, sono pervasi da un'atmosfera allegra e leggera, forse anche per la costante presenza di turisti francesi e stranieri che contribuiscono alla vivacità generale, facendo de La Rochelle un luogo piacevole per passeggiare e rilassarsi.

Le tre torri di La Rochelle

Tour de la Chaine

La torre della catena è così chiamata perché un tempo regolava l'ingresso delle navi in porto proprio grazie ad una pesante catena che la notte ne chiudeva il traffico. Ora è meta dei turisti che vi salgono per ammirare il panorama.

[foto3]

Torre della Lanterna

Questa torre medievale con un caratteristica guglia ortogonale aveva un tempo una doppia funzione: fungeva infatti sia da torre di difesa che da faro. Fu utilizzata anche come prigione e ancora oggi nei muri interni si possono leggere delle iscrizioni lasciati dai prigionieri, per lo più pirati e corsari.

Tour de St. Nicolas

La più antica, risale al 1372 e all'interno vi sono delle belle scale a chiocciola.
Le tre torri regalano terrazze e belvedere da cui ammirare il panorama della città e la sera, quando vengono illuminate, creano un suggestivo gioco di luci che arreda il centro urbano.

Hotel de la Ville

Se le torri sono vestigia del passato marinato di La Rochelle, il sontuoso Municipio ne incarna l'eleganza e la ricchezza. Risalente al XV secolo, è realizzato in stile rinascimentale e racchiuso da un recinto gotico-fiammingo. Le decorazioni degli archi e delle facciate che danno sul cortile sono a dir poco stupende!

Caffè de la Paix

Il caffè più antico della città è quasi un monumento storico risalente alle fine del 1700. Gli interni sono un tripudio di stucchi dorati, affreschi e sontuosi lampadari ed offrono una cornice perfetta per godersi una pausa di relax prima di partire alla scoperta della città e dei suoi dintorni.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Luoghi da visitare Casablanca
Luoghi da visitare Casablanca
(Genova)
-

Merito della rinascita della città fu del governatore Lyautey che convocò un famoso architetto, Henri Prost, affinché si preoccupasse di definire un assetto urbanistico più ambizioso e vicino ai gusti europei.
COSA VEDERE CASABLANCA - Casablanca, la più grande città del Marocco, è la...

Cosa vedere Marrakech
Cosa vedere Marrakech
(Genova)
-

Appena si entra nel Palazzo Bahia sembra di catapultarsi nell’Alcazar di Siviglia.
COSA VEDERE MARRAKECH - Un tuffo nei colori e nei profumi di Marrakech: eccovi...

Cosa visitare Pamukkale
Cosa visitare Pamukkale
(Genova)
-

Quindi, per entrare nell’area termale è necessario fare un biglietto nel vicino centro visitatori.
PAMUKKALE COSA VEDERE -Meraviglia geologica formata dai sali minerali contenuti...

Cosa vedere Efeso
Cosa vedere Efeso
(Genova)
-

Alcuni dati storici individuano Efeso con l’antica città di Apasas e risalirebbe al XV e XIV secolo a.
EFESO, COSA VEDERE - La città di Efeso fu uno dei più grandi centri urbani che...

Cosa vedere Antalya
Cosa vedere Antalya
(Genova)
-

Per chi vuole ammirare tutte le bellezze del Golfo, si può scegliere una breve crociera nei luoghi più belli di Antalya, oppure una gita alla ricerca delle cascate più belle della zona, come quella di Duden, quella di Kursunlu o quella di Manavgat, vicino
ANTALYA COSA VEDERE - Antalya è una delle località turistiche più conosciute...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati