Concorso Carabinieri 2017, guida

(Milano)ore 19:12:00 del 07/12/2016 - Categoria: , Lavoro

Concorso Carabinieri 2017, guida

Nel bando emesso dal Ministero della Difesa, scaricabile da qui in pdf, su 546 posti disponibili

Aperto il bando per l’ammissione di 546 Allievi Marescialli al prossimo corso triennale per ispettori dell’Arma dei Carabinieri.

Il concorso è per diplomati e per partecipare alla selezione pubblica c’è tempo fino al 9 dicembre 2016.

Concorso Carabinieri 2017, è online il bando per l’ammissione al 7° corso triennale (2017-2020) di 546 Allievi Marescialli del ruolo Ispettori dell’Arma. Ecco tutte le info.

Concorso Carabinieri 2017, il 9 dicembre scadranno i termini per presentare la domanda al 7° corso triennale (2017-2020) di 546 Allievi Marescialli del ruolo Ispettori dell’Arma.

Il Concorso Carabinieri 2017 è pubblico, per titoli ed esami, e rientra nella categoria esterno.

Questo significa che possono partecipare anche coloro che non siano già militari dell’Arma.

POSTI RISERVATI PER LE CATEGORIE PROTETTE

Nel bando emesso dal Ministero della Difesa, scaricabile da qui in pdf, su 546 posti disponibili:

a) 112 sono riservati:

– al coniuge e ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze Armate, compresa l’Arma dei Carabinieri, e delle Forze di Polizia deceduto in servizio e per causa di servizio;

– ai diplomati delle Scuole militari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica;

– agli assistiti dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell’Esercito Italiano, dall’Istituto Andrea Doria per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare, dall’Opera nazionale per i figli degli aviatori e dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri, in possesso dei prescritti requisiti;

b) 5 sono riservati:

– ai candidati orfani o coniugi di deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio ovvero di grandi invalidi di cui all’articolo 18 della Legge 12 marzo 1999, n. 68

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

Possono partecipare al concorso:

a) i militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti al ruolo dei Sovrintendenti ed a quello degli Appuntati e Carabinieri, nonché gli Allievi Carabinieri che non abbiano superato il giorno di compimento del 30° anno di età;

b) i cittadini italiani che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande abbiano compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età;

LE PROVE DA SUPERARE

Lo svolgimento del concorso prevede l’effettuazione di:

a) prova preliminare;

b) prove di efficienza fisica;

c) accertamenti sanitari per la verifica dell’idoneità psico–fisica;

d) prova scritta per accertare il grado di conoscenza della lingua italiana;

e) accertamenti attitudinali;

f) prova orale;

g) prova facoltativa di lingua straniera.

GLI ALLEGATI AL BANDO

Per conoscere nel dettaglio quali sono le prove da superare vi consigliamo di scaricare gli allegati al bando. Sono disponibili qui in pdf.

Troverete una serie di informazioni utilissime che possono fare la differenza tra l’ingresso o meno al corso triennale.

Inoltre sul sito dei Carabinieri ci sono le tracce dei temi degli anni precedenti: le trovate qui.

Ovviamente non saranno le stesse anche per il prossimo concorso ma vi daranno un’idea di fondo di quel che vi aspetta.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Per poter presentare la domanda di partecipazione ad un concorso esterno il candidato maggiorenne deve essere in possesso, o procurarsi in tempo utile, uno dei seguenti strumenti:

a) Carta di Identità Elettronica (CIE), Carta Nazionale dei Servizi (CNS), CMCC o altra carta conforme agli standard CNS (sito di riferimento) con relativo PIN.

b) Kit di firma digitale (sito di riferimento);

c) Casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) valida ed intestata al concorrente. A tal proposito si segnala che sul sito dell’AGID è presente l’elenco dei gestori accreditati.

Per quanto riguarda il candidato minorenne l’istanza deve essere sottoscritta da uno dei genitori o da chi ne esercita la podestà. In tale ottica, l’esercente la podestà genitoriale deve essere in possesso di uno degli strumenti previsti (CEC-PAC, CIE/CNS, firma digitale o PEC valida e intestata).

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Mentre gli italiani pensano alla Nazionale, AUMENTATI GLI ORARI DI LAVORO
Mentre gli italiani pensano alla Nazionale, AUMENTATI GLI ORARI DI LAVORO
(Milano)
-

“Aumentano gli orari di lavoro fino a 10/11 ore al giorno un po alla volta con la scusante che c’è fretta per la consegna delle commesse, ti dicono anche che si tratta di un sacrificio di un mese un mese e mezzo e poi tutto tornerà alla normalità, attenzi
Il mondo del lavoro stampella su cui poggia tutto il sistema sociale sta...

NUOVA BEFFA Alternanza Scuola lavoro: giovani costretti a PAGARE per essere SFRUTTATI
NUOVA BEFFA Alternanza Scuola lavoro: giovani costretti a PAGARE per essere SFRUTTATI
(Milano)
-

Non bastavano i casi di sfruttamento: ora c'è anche chi fa business. E per chi non può permetterselo spuntano altri casi vergogna: spalare letame, raccogliere mozziconi dalla spiaggia, gestire bambini senza averne le competenze
Basta digitare il numero dell'azienda, dall'altro capo del telefono arrivano...

Devi assistere il tuo cane malato? Ecco il PERMESSO RETRIBUITO PER MOTIVI FAMILIARI!
Devi assistere il tuo cane malato? Ecco il PERMESSO RETRIBUITO PER MOTIVI FAMILIARI!
(Milano)
-

Se trattiamo l'animale come l'uomo è logico che finiremo per trattare l'uomo da animale
Vita da cani? Magari, verrebbe da dire a leggere questa storia. Una impiegata...

Bonus Disoccupati 2017: requisiti e come fare domanda
Bonus Disoccupati 2017: requisiti e come fare domanda
(Milano)
-

Ecco una guida per ottenere i benefici riservati alle famiglie in difficoltà, che hanno diritto ad una serie di bonus disoccupati, che vengono erogati a seconda dei requisitiposseduti.
Orientarsi tra i diritti che toccano alle famiglie in difficoltà a volte risulta...

LA SPESA FATELA IN SETTIMANA: LASCIATE RIPOSARE LA GENTE LA DOMENICA!
LA SPESA FATELA IN SETTIMANA: LASCIATE RIPOSARE LA GENTE LA DOMENICA!
(Milano)
-

La completa liberalizzazione degli orari dei negozi, domeniche e festivi compresi, è un provvedimento che adegua le normative italiane a standard ormai generalizzati e semplifica la vita ai consumatori, o rappresenta una spinta al consumismo e un’ennesima
Chi parteggia per l'apertura 24/7 e durante i festivi dei centri commerciali...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati