Concorso Carabinieri 2017, guida

(Milano)ore 19:12:00 del 07/12/2016 - Categoria: , Lavoro

Concorso Carabinieri 2017, guida

Nel bando emesso dal Ministero della Difesa, scaricabile da qui in pdf, su 546 posti disponibili

Aperto il bando per l’ammissione di 546 Allievi Marescialli al prossimo corso triennale per ispettori dell’Arma dei Carabinieri.

Il concorso è per diplomati e per partecipare alla selezione pubblica c’è tempo fino al 9 dicembre 2016.

Concorso Carabinieri 2017, è online il bando per l’ammissione al 7° corso triennale (2017-2020) di 546 Allievi Marescialli del ruolo Ispettori dell’Arma. Ecco tutte le info.

Concorso Carabinieri 2017, il 9 dicembre scadranno i termini per presentare la domanda al 7° corso triennale (2017-2020) di 546 Allievi Marescialli del ruolo Ispettori dell’Arma.

Il Concorso Carabinieri 2017 è pubblico, per titoli ed esami, e rientra nella categoria esterno.

Questo significa che possono partecipare anche coloro che non siano già militari dell’Arma.

POSTI RISERVATI PER LE CATEGORIE PROTETTE

Nel bando emesso dal Ministero della Difesa, scaricabile da qui in pdf, su 546 posti disponibili:

a) 112 sono riservati:

– al coniuge e ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze Armate, compresa l’Arma dei Carabinieri, e delle Forze di Polizia deceduto in servizio e per causa di servizio;

– ai diplomati delle Scuole militari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica;

– agli assistiti dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell’Esercito Italiano, dall’Istituto Andrea Doria per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare, dall’Opera nazionale per i figli degli aviatori e dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri, in possesso dei prescritti requisiti;

b) 5 sono riservati:

– ai candidati orfani o coniugi di deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio ovvero di grandi invalidi di cui all’articolo 18 della Legge 12 marzo 1999, n. 68

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

Possono partecipare al concorso:

a) i militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti al ruolo dei Sovrintendenti ed a quello degli Appuntati e Carabinieri, nonché gli Allievi Carabinieri che non abbiano superato il giorno di compimento del 30° anno di età;

b) i cittadini italiani che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande abbiano compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età;

LE PROVE DA SUPERARE

Lo svolgimento del concorso prevede l’effettuazione di:

a) prova preliminare;

b) prove di efficienza fisica;

c) accertamenti sanitari per la verifica dell’idoneità psico–fisica;

d) prova scritta per accertare il grado di conoscenza della lingua italiana;

e) accertamenti attitudinali;

f) prova orale;

g) prova facoltativa di lingua straniera.

GLI ALLEGATI AL BANDO

Per conoscere nel dettaglio quali sono le prove da superare vi consigliamo di scaricare gli allegati al bando. Sono disponibili qui in pdf.

Troverete una serie di informazioni utilissime che possono fare la differenza tra l’ingresso o meno al corso triennale.

Inoltre sul sito dei Carabinieri ci sono le tracce dei temi degli anni precedenti: le trovate qui.

Ovviamente non saranno le stesse anche per il prossimo concorso ma vi daranno un’idea di fondo di quel che vi aspetta.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

Per poter presentare la domanda di partecipazione ad un concorso esterno il candidato maggiorenne deve essere in possesso, o procurarsi in tempo utile, uno dei seguenti strumenti:

a) Carta di Identità Elettronica (CIE), Carta Nazionale dei Servizi (CNS), CMCC o altra carta conforme agli standard CNS (sito di riferimento) con relativo PIN.

b) Kit di firma digitale (sito di riferimento);

c) Casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) valida ed intestata al concorrente. A tal proposito si segnala che sul sito dell’AGID è presente l’elenco dei gestori accreditati.

Per quanto riguarda il candidato minorenne l’istanza deve essere sottoscritta da uno dei genitori o da chi ne esercita la podestà. In tale ottica, l’esercente la podestà genitoriale deve essere in possesso di uno degli strumenti previsti (CEC-PAC, CIE/CNS, firma digitale o PEC valida e intestata).

Autore: Samuele

Notizie di oggi
LA SCHIAVITU' SILENZIOSA ALL'INTERNO DEI CENTRI COMMERCIALI
LA SCHIAVITU' SILENZIOSA ALL'INTERNO DEI CENTRI COMMERCIALI
(Milano)
-

I centri commerciali aperti con regolarità la domenica e i festivi sono certamente una comodità, ma a quale prezzo? Sicuramente, oltre alla crisi dei piccoli esercenti, a farne le spese sono i lavoratori delle grandi catene, costretti a rinunciare alla pr
E il settimo giorno si riposò, ma mai di  domenica o nei festivi I centri...

Vita tradizionale ADDIO: oggi lavora 5 mesi l'anno e si GODE LA VITA
Vita tradizionale ADDIO: oggi lavora 5 mesi l'anno e si GODE LA VITA
(Milano)
-

La maggior parte delle persone viene educata e cresciuta con preconcetti sacri e incrollabili. Ce ne sono tanti, ma uno dei più importanti riguarda il giusto percorso di vita: studia, laureati, trovati un lavoro, metti su famiglia, vai in pensione e muori
La maggior parte delle persone viene educata e cresciuta con preconcetti sacri e...

Pagamento stipendi? Solo tramite conto bancario: ADDIO AI CONTANTI
Pagamento stipendi? Solo tramite conto bancario: ADDIO AI CONTANTI
(Milano)
-

Il Governo sta pensando di introdurre l’obbligo di pagamento delle retribuzioni tramite banche o uffici postali per evitare che i dipendenti, sotto il ricatto del licenziamento o della non assunzione, siano spinti a firmare una busta paga da cui risulta u
Il Governo sta pensando di introdurre l’obbligo di pagamento delle retribuzioni...

Lavorare di Domenica? NO, GRAZIE.
Lavorare di Domenica? NO, GRAZIE.
(Milano)
-

Il settore del commercio è in agitazione per le aperture selvagge. Oggi parliamo di Pasqua, domani saranno Natale e Santo Stefano, o Capodanno. Secondo un’analisi realizzata dall’Ufficio studi della CGIA e riferita al 2016, sono 4,7 milioni gli italiani c
Il settore del commercio è in agitazione per le aperture selvagge. Oggi parliamo...

Charles Bukowski: la schiavitu' non è mai stata abolita, e' stata solo estesa a tutto il mondo!
Charles Bukowski: la schiavitu' non è mai stata abolita, e' stata solo estesa a tutto il mondo!
(Milano)
-

Charles Bukowski, prima di diventare uno scrittore di fama mondiale, lavorava per le poste degli Stati Uniti, e trovava quel lavoro estremamente noioso e mortificante.
Charles Bukowski, prima di diventare uno scrittore di fama mondiale, lavorava...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati