Como notizie: multato per aver accostato l'auto con l'aria condizionata accesa!

COMO ore 07:50:00 del 11/08/2015 - Categoria: Cronaca - Aria condizionata

Como notizie: multato per aver accostato l'auto con l'aria condizionata accesa!

Como notizie: multato per aver accostato l'auto con l'aria condizionata accesa!Accosta l'automobile per chiamare i suoi amici e avere informazioni su dove si incontreranno, utilizza l'auricolare, ma non spegne la macchina perché fa caldo e l'aria condizio

Accosta l'automobile per chiamare i suoi amici e avere informazioni su dove si incontreranno, utilizza l'auricolare, ma non spegne la macchina perché fa caldo e l'aria condizionata è indispensabile, e perché si trova in un posto che non conosce frequentato da gente poco raccomandabile. Meno di un minuto e toc toc, al finestrino di questo ragazzo venticinquenne di nome Cesare bussano gli agenti di polizia, che lo multano per aver sostato con motore e aria condizionata accesi. Accade aCermenate, un comune in provincia di Como, intorno alle 22.15; la multa è di ben 218 euro.

La difesa - Effettivamente la norma esiste e si tratta di una legge per latutela ambientale: è l’articolo 157 (comma 7-bis) del codice della strada. Ma il ragazzo, studente di giurisprudenza e volontario dell'Associazione nazionale carabinieri, non ci sta e si difende scrivendo agli amministratori del comune e al Prefetto: “Ho fatto notare agli agenti che ero in sosta regolare da meno di un minuto in un periodo di caldo anomalo, in una zona isolata che non conoscevo. Per la mia incolumità non avevo abbassato i finestrini e spento il motore. Inoltre, si tratta di un’area frequentata da prostitute e quindi clienti, ragazzi con Motorini truccati e macchine che sgommano a folle velocità. Tutto questo accade sotto gli occhi dei tre agenti ma il problema della serata sembra essere l’aria condizionata della mia auto. Ho rispetto della legalità e delle forze dell’ordine e davanti a una divisa non mi voglio sentire indifeso, bersagliato e preso in giro. Sanzionare con una cifra stellare uno studente senza lavoro (mentre intorno accadeva di tutto) mi sembra una follia”.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
I milioni per l'Africa sui conti del cognato di Renzi e dei fratelli: ma una legge PD lo salvera'!
I milioni per l'Africa sui conti del cognato di Renzi e dei fratelli: ma una legge PD lo salvera'!

-

Firenze, “i milioni per l’Africa sui conti del cognato di Renzi e dei fratelli”. Ma per la riforma Orlando indagine rischia lo stop
L’inchiesta, resa nota nel 2016 da La Nazione, è nata da movimenti bancari...

Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni
Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni

-

La leader del movimento “Domenica no grazie, Tiziana D’Andrea, racconta delle telefonate che riceve dalle ex colleghe che denunciano condizioni di lavoro inaccettabili
“Lavorare tutte le domeniche mi ha stravolto la vita. Dopo 20 anni di lavoro...

Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG

-

Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge sul copyright.
Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge...

Russia: ecco i soldati INVINCIBILI del futuro. A cosa servono?
Russia: ecco i soldati INVINCIBILI del futuro. A cosa servono?

-

La Russia ha creato la corazza per il soldato del futuro
La Russia ha creato la corazza per il soldato del futuro – di NIKOLAJ...

Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO

-

I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia, sono personaggi che normalmente gli italiani neppure conoscono: la maggior parte della popolazione non sa neppure chi siano, che faccia abbiano, per quale ragione debbano essere
I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati