Come Sopravvivere in caso di infarto

(Torino)ore 10:37:00 del 26/04/2017 - Categoria: , Guide, Salute

Come Sopravvivere in caso di infarto

Succede, spesso, che la persona colta da attacco di cuore in quel momento si ritrovi sola e senza aiuto. Il cuore comincia a battere in modo improprio e la vittima può fare determinate cose per salvarsi.

Succede, spesso, che la persona colta da attacco di cuore in quel momento si ritrovi sola e senza aiuto. Il cuore comincia a battere in modo improprio e la vittima può fare determinate cose per salvarsi.
Tuttavia, queste vittime possono aiutare se stessi ad agire prontamente per cercare di salvarsi la vita.


La prima cosa da fare è chiamare un numero d’emergenza appena avvertite un malessere fisico o dolore nella zona cardiaca che può sembrarvi sospetto. Se vi hanno già diagnosticato qualsiasi tipo di malattia cardiaca, mettetevi in contatto con l’ospedale o il centro medico nel quale vi stavano seguendo. Se per caso state guidando mentre avvertite i sintomi, fermatevi immediatamente e chiamate subito un’ambulanza.

Non importa quanto siete vicini all’ospedale o al centro medico, non dovete per nessuna ragione provare a mettervi alla guida dell’auto, poiché in qualsiasi momento potreste perdere i sensi e causare danni fatali a voi stessi e anche agli altri.

Se siete già sotto trattamenti medici per controllare una malattia cardiaca, è possibile che possediate alcuni farmaci beta bloccanti. Se li avete, prendete una pastiglia mentre aspettate che arrivino i soccorsi. Se vi capita per la prima volta, prendete immediatamente un’aspirina e masticatela bene. Questa pastiglia aiuta a prevenire la formazione di coaguli, perciò vi aiuterà a migliorare la circolazione sanguigna e a rilassare le arterie. Vi sarà di grande aiuto per evitare che il problema si aggravi mentre arrivano i soccorsi.

Per quanto possibile, dovete rimanere calmi per evitare uno sforzo eccessivo del muscolo cardiaco che già è arrivato al limite.

Se riuscite, premete con forza la zona del petto dove si trova il cuore, per evitare che quest’ultimo smetta di pompare sangue. Questo procedimento è difficile da mettere in pratica quando ci colpisce un infarto ed è più efficace se fatto da qualcun altro.

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
Analisi dei vaccini? PEGGIO DEL PREVISTO
(Torino)
-

I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte dall’inviolabile segreto industriale, quasi a livello militare. Ma dietro a sigle e acronimi si celano materiali che potrebbero giocare un ruolo prioritario nell’eziologia di gravis
I vaccini si sa contengono sostanze note e altre meno note perché coperte...

Dimagrire senza seguire una dieta? Ecco le 10 regole fondamentali!
Dimagrire senza seguire una dieta? Ecco le 10 regole fondamentali!
(Torino)
-

Quante volte ci siamo promessi “da lunedì starò a dieta!” e quanti articoli abbiamo letto per scegliere la dieta migliore per noi, quella meno drastica e restrittiva?
Quante volte ci siamo promessi “da lunedì starò a dieta!” e quanti articoli...

Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
Miele contaminato da pesticidi: quali sono i rischi
(Torino)
-

I 3/4 del miele prodotto in tutto il mondo contiene pesticidi neonicotinoidi. Le concentrazioni rilevate dall’indagine non risultano pericolose per l’uomo, ma rappresentano una seria minaccia per le api.
Il 75 percento del miele venduto in tutto il mondo è contaminato da pesticidi;...

Social Card INPS 2018 per disoccupati: REQUISITI E COME FARE DOMANDA
Social Card INPS 2018 per disoccupati: REQUISITI E COME FARE DOMANDA
(Torino)
-

Come fare per richiedere la Social Card INPS 2018? Vediamo nel dettaglio di capire come funziona, chi può fare richiesta ed entro quali termini.
La Social Card INPS permette alle famiglie e alle persone che ne hanno bisogno,...

La dieta di CRISTIANO RONALDO
La dieta di CRISTIANO RONALDO
(Torino)
-

Gli atleti di oggi rispetto a quelli di venti, trenta o quarant’anni fa sono molto più longevi perché hanno a disposizione dei preparatori sempre più bravi, perché la scienza medica è migliorata e gli infortuni costano meno caro a chi li subisce e perché
Gli atleti di oggi rispetto a quelli di venti, trenta o quarant’anni fa sono...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati