Come scrivere un diario di viaggio o personale

(Milano)ore 13:32:00 del 03/07/2018 - Categoria: , Cultura, Guide

Come scrivere un diario di viaggio o personale

Che sia di viaggio o personale, scrivere un diario è molto importante. Nell’arco di una giornata capitano innumerevoli cose, che vediamo, ascoltiamo o percepiamo che meritano di essere ricordate.

Spesso non si sa bene da dove cominciare: ma questo non importa. Se oggi rileggeste ricordi o pensieri scritti tanti anni fa sicuramente vi tornerebbero a mente particolari che altrimenti sarebbero andati perduti. Il diario personale non è una cosa da poco conto, perché in esso sono contenuti ricordi ed esperienze proprie e con gli altri.

Le nostre vite procedono come dei film dove però non tutto può essere registrato. Scattiamo molte foto e giriamo parecchi video per ricordare dei momenti significativi, della quotidianità o di eventi eccezionali. Ma scrivere può implementare tutto questo perché nello scrivere il diario viviamo, pensiamo, raccontiamo e ricordiamo contemporaneamente. Specialmente quando visitiamo nuovi posti scrivere le proprie sensazioni arricchisce l’esperienza del viaggio. In molti amano partire verso nuove mete e non sono poche le persone che decidono di documentare tutto ciò che incontrano scrivendo.

Il diario di viaggio è un bagaglio dove mettere tutte quelle cose che non potresti tenere altrove: riflessioni, scoperte, sensazioni, avventure, destinati a diventare nel tempo ricordi una ricchezza di dettagli della propria vita.

A cosa serve un buon diario personale?

 

#1 Fare chiarezza

 

Scrivere ti permette di riflettere sulle tue attività, sia occasionali che quotidiane, spesso sono proprio le piccole azioni ricorsive che non notiamo a fare una reale differenza nella qualità della nostra vita.

 

Scrivendo un diario personale, hai la possibilità di accorgerti di queste piccole azioni che ripeti spesso, magari senza prestarci troppa attenzione.

 

Con il passare del tempo, potrai rileggere quanto hai scritto, per fare chiarezza sul tuo passato e pianificare meglio la tua vita, avendo come base di partenza le tue esperienze sigillate nel tuo diario personale.

 

#2 Vedere cosa ha funzionato e cosa no

 

Il diario è uno dei principali strumenti per andare a caccia di feedback positivi e negativi.

 

Quel progetto che hai iniziato, ha portato i frutti sperati? Cosa è andato storto? Cosa non ha funzionato?

 

L’analisi personale della tua vita è molto più semplice con il diario ed è più facile seguire il cammino che hai percorso negli ultimi anni, per determinare cosa per te ha funzionato meglio.

 

I tuoi sogni, le tue speranze e i tuoi obiettivi sono stati disattesi oppure sei riuscito a concludere tutto?

 

Quali sono le attività che hanno prodotto risultati eclatanti e quali invece non hanno portato a nulla?

 

Il diario personale ti dà la possibilità di rispondere a queste domande, essendo uno strumento di analisimolto potente.

 

Scrivere un diario personale serve anche per capire quali sono gli elementi, sia esogeni che endogeni, che ti stanno bloccando, così da superarli una volta per tutte.

 

#3 Non perdere le tue idee migliori

 

Sicuramente, ti sarà capitato di avere avuto improvvisamente una intuizione brillante e di averla dimenticata poco dopo, oppure di aver trovato un’idea o uno spunto per un tuo progetto ma di non averlo messo per iscritto, perché eri sicuro di non dimenticartelo, cosa che poi si è verificata.

 

Trovare nuove idee è un meccanismo abbastanza spontaneo, ma spesso, quello che manca è lasolidificazione dell’idea nella tua mente, oltre ad un piano per realizzarla con precisione.

 

Scrivere idee, progetti e pensieri nel diario risolve questo problema, oltre ad avere annotato quello che hai pensato, fissandolo sulla carta, rileggendo a freddo avrai maggiore oggettività nel giudicare la tua idea, e nel farne scaturire di nuove.

 

Considera anche che, scrivere nel diario le idee, libera spazio nella tua mente, spazio che altrimenti rimarrebbe ancorato al passato.

 

Quando hai avuto spunti e idee brillanti, avrai notato come questi pensieri continuino a frullarti nella testa senza evolversi, in queste situazioni è indispensabile annotarli, libererai immediatamente spazio per far evolvere la tua idea e per trovarne di nuove.

 

#4 Dire grazie

 

Inserire anche una sola riga di gratitudine nel diario personale, ti aiuta a chiudere bene la giornata.

 

Ricordati però, che la riconoscenza del diario non deve sostituire la gratitudine reale dovuta ad altre persone che se la meritano, ma integrare quella già dispensata durante il giorno.

 

Ringrazia sempre le persone che ti hanno aiutato a risolvere un problema o che ti hanno dato un piccolo sostegno.

 

Scrivere e rileggere la gratitudine nel diario, ti stimola ad essere riconoscente per tutte le cose a cui di solito non presti attenzione, prova a pensarci, quante piccole cose ti sono andate bene oggi senza che tu ci abbia pensato consapevolmente?

 

#5 Diminuire stress e ansia

 

Il diario personale è in grado di assorbire i tuoi problemi e le tue preoccupazioni, inclusi ansia e stress, tanto che a volte viene usato come strumento di terapia.

 

Annotare, ad esempio, frustrazioni e rabbia, parolacce incluse, ti dà la possibilità di usarlo come canale di sfogo diretto, che facilita la tua crescita personale.

 

Il miglioramento personale si alimenta anche grazie alla conoscenza di te stesso, il diario ti consente di rivedere il te stesso passato e presente, naturalmente se sarai stato onesto nello scrivere.

 

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
(Milano)
-

I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia, sono personaggi che normalmente gli italiani neppure conoscono: la maggior parte della popolazione non sa neppure chi siano, che faccia abbiano, per quale ragione debbano essere
I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia,...

Cybersecurity: come avere un WIFI AZIENDALE SICURO
Cybersecurity: come avere un WIFI AZIENDALE SICURO
(Milano)
-

La rete Wi-Fi è una delle strutture aziendali più sfruttate dai dipendenti, ma anche dai pirati che cercano un modo per arrivare ai dati conservati su computer e server
La rete Wi-Fi è una delle strutture aziendali più sfruttate dai dipendenti, ma...

Mostra Picasso Milano 2018, 2019: ecco INFO, ORARI E PREZZI
Mostra Picasso Milano 2018, 2019: ecco INFO, ORARI E PREZZI
(Milano)
-

A Milano, presso il Palazzo Reale, dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 avrà luogo una mostra dal titolo “Picasso e il Mito”.
A Milano, presso il Palazzo Reale, dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 avrà...

Tutto quello che non sai sul Premio Nobel KOFI ANNAN
Tutto quello che non sai sul Premio Nobel KOFI ANNAN
(Milano)
-

Kofi Annan, il primo e unico segretario generale delle Nazioni Unite africano nero, è morto il 18 agosto a Berna. Aveva 80 anni e da molto tempo viveva in Svizzera, vicino a Ginevra.
Kofi Annan, il primo e unico segretario generale delle Nazioni Unite africano...

Ma davvero le universita' del Nord sono migliori di quelle del SUD?
Ma davvero le universita' del Nord sono migliori di quelle del SUD?
(Milano)
-

Sgombriamo il campo da un luogo comune. Le Università del Nord non sono migliori di quelle meridionali.
L’ultimo rapporto SVIMEZ restituisce la fotografia di un’economia del...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati