Come fare le Cipolline in agrodolce

(Macerata)ore 12:45:00 del 24/09/2016 - Categoria: Cucina

Come fare le Cipolline in agrodolce

Pensate che le cipolle non siano abbastanza "romantiche" per essere portate in tavola?

A questo punto aggiungete il sale (4) e l'aceto balsamico (5). Lasciate cuocere, sempre mescolando spesso: la salsa si deve ritirare, diventando densa. Se preferite delle cipolline più croccanti fatele cuocere per 10 minuti. Se invece le preferite più tenere lasciatele andare per 15-20 minuti. A cottura ultimata (6), trasferite le cipolline con la loro salsa in una ciotolina e servite: le vostre cipolline in agrodolce sono pronte per essere gustate!

Cipolline in agrodolce

Ingredienti per 300 g di cipolline in agrodolce

Preparazione

Cipolle borettane 300 g Aceto balsamico 50 g Miele di castagno 80 g Sale fino 1 pizzico

Cipolline in agrodolce

Le cipolline in agrodolce sono ottime sia appena pronte, ancora calde, che gustate a temperatura ambiente. In questo caso potete anche prepararle in anticipo: si conserveranno in frigorifero fino a 6-7 giorni, in un contenitore ben chiuso.

Per preparare le cipolline in agrodolce versate il miele di castagno in una padella larga (1) e poi aggiungete le cipolline (2). Lasciate che il miele si sciolga completamente, facendo caramellare le cipolline per circa 5 minuti, mescolando spesso con un cucchiaio di legno. (3).

Consiglio

Un contorno semplice da preparare e pieno di gusto, in grado di esaltare il sapore della pietanza che accompagna: le cipolline in agrodolce sono un grande classico della nostra tradizione e, oltre a essere buonissime, si preparano in pochi minuti e con soli quattro ingredienti. Queste cipolline in agrodolce sono ideali sia calde che fredde, magari in abbinamento a formaggi più o meno stagionati. Ma vi stupiranno anche come antipasto o aperitivo saporito, con il gusto intenso ma dolce delle cipolline borettane in contrasto con la nota pungente del miele di castagno, arricchito dalle note aromatiche dell'aceto balsamico. Pensate che le cipolle non siano abbastanza "romantiche" per essere portate in tavola? Allora sappiate che Pablo Neruda ha dedicato a questo ortaggio addiruttura una poesia, in cui definisce la cipolla «destinata a splendere»... anche nei vostri piatti!

Conservazione

 

Se non si gradisce il miele, potete caramellare le vostre cipolline con circa 60 g dello zucchero semolato o di canna, che metterete nella padella insieme a 2-3 cucchiai d'acqua in modo che si sciolga.

 

Autore: Carla

Notizie di oggi
Preparazione Parmigiana di zucchine
Preparazione Parmigiana di zucchine
(Macerata)
-

E se siete abituati alla versione più classica, con le melanzane, fritte in olio profondo, non vedrete l'ora di provare la parmigiana di zucchine, probabilmente la variante più famosa di questa fantastica ricetta mediterranea.
La parmigiana di zucchine è una variante della più famosa parmigiana di...

Preparazione Polpette di pollo
Preparazione Polpette di pollo
(Macerata)
-

Il petto di pollo non sarà più asciutto e poco appetitoso ma si trasformerà in qualcosa di veramente speciale
  Le polpette di pollo sono un secondo leggero e nutriente, ideale da servire...

Crostata al farro e ciliegie
Crostata al farro e ciliegie
(Macerata)
-

La crostata al farro e ciliegie è una torta molto ricca e profumata, che in un guscio di friabile pasta frolla al limone accoglie una deliziosa farcitura di composta di ciliegie, mandorle e farina di farro.
La crostata al farro e ciliegie è una torta molto ricca e profumata, che in un...

Torta alle ciliegie meringata
Torta alle ciliegie meringata
(Macerata)
-

Qual è il frutto di stagione a cui non sapete proprio rinunciare? Vi concedo qualche indizio: una tira l’altra, rossa e golosa
Qual è il frutto di stagione a cui non sapete proprio rinunciare? Vi concedo...

Panzanella dolce
Panzanella dolce
(Macerata)
-

E’ uno dei piatti toscani più antichi e amati, una leggenda vuole che sia nato sui pescherecci dove i marinai condivano il pane raffermo con cipolle e lo rendevano morbido con l’acqua di mare: stiamo parlando della panzanella!
E’ uno dei piatti toscani più antichi e amati, una leggenda vuole che sia nato...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati