Coalizioni come fa comodo: LA NUOVA LEGGE ELETTORALE

(Bari)ore 21:10:00 del 26/09/2017 - Categoria: , Denunce, Nuove Leggi, Politica

Coalizioni come fa comodo: LA NUOVA LEGGE ELETTORALE

Sbarramento al 3%, 600 onorevoli scelti dai partiti, niente voto disgiunto. Tornano le alleanze tra forze politiche, ma rischiano di essere solo cartelli. Ecco la terza versione della legge elettorale targata Pd

Il dibattito politico è tutto finto, tutti recitano il loro copione senza che nessuno dica alla gente la verità. Quale che sia il sistema elettorale non ci sarà una maggioranza di governo e non ci saranno alleanze possibili. Nessuno avrà la possibilità di formare il governo, Mattarella darà un incarico esplorativo a chi arriva primo, quello non avrà i voti, quindi si passerà al secondo, quello non avrà i voti, allora si scioglieranno di nuovo le camere e nel frattempo Gentiloni continuerà a governare. Il parlamento nel frattempo farà grandi discussioni ma non farà alcuna nuova legge elettorale e si rivoterà con la stessa legge, poi di nuovo nessuno avrà la maggioranza e avanti così. E' possibile che avremo Gentiloni per altri quattro cinque anno come governo in prorogatio. Forse l'economia del paese andra meglio, perchè non potranno votare alcuna legge.

Perché fate battaglie sulla presenza del vincolo di mandato e poi volete le preferenze ? Significa che il capo politico fa partecipare alla competizione chi crede (non assumendosi alcuna responsabilità se dentro ci sono impresentabili: il popolo li ha preferiti) e quelli devono poi comportarsi come dice lui . In particolare se una persona si candida e fa cose che rispettano i valori del moVimento, ed è il capo a cambiare idea, a sbagliare è chi rispetta i valori del moVimento, perchè il capo ha detto che quei valori nel tempo sono cambiati.

L'assenza di preferenze e l'elezione coi collegi o con liste corte significa invece che il capo politico candida chi crede sulla base di chi è più competente e in linea col programma. Si assume la responsabilità di scegliere persone all'altezza, se sceglie male il popolo può penalizzarlo nel collegio. Queste persone sono obbligate a non essere libere dopo ? Solo se ci sono regole penalizzanti nei partiti/ movimenti per chi non lo fa, ma è un discorso a parte. In termini generali l'assenza di vincolo di mandato dice che sono i parlamentari eletti nei collegi e cioè i cosiddetti "nominati"i sono liberi e devono fare l'interesse della nazione, sono le regole che portano a espellerli

Autore: Carmine

Notizie di oggi
GIUSTIZIA ALL'ITALIANA – TESORIERE PD INDAGHERA' SUL PADRE DELLA BOSCHI
GIUSTIZIA ALL'ITALIANA – TESORIERE PD INDAGHERA' SUL PADRE DELLA BOSCHI
(Bari)
-

Sono un po' tutti cascati dal pero. Ma come, davvero? Davvero ve la siete presa? Eh, pare di sì, accidenti
GIUSTIZIA ALL’ITALIANA – BONIFAZI, TESORIERE PD, INDAGHERA’ SUL MANCATO SUOCERO:...


(Bari)
-


Un gruppo di scienziati statunitensi ha dato il via a un progetto per "riportare...

Che Guevara: LA VERITA' SUL SANGUINARIO EROE DELLA SINISTRA
Che Guevara: LA VERITA' SUL SANGUINARIO EROE DELLA SINISTRA
(Bari)
-

Propagandava l'odio come fattore di lotta per trasformare l'uomo in una reale, violenta, selettiva e fredda macchina per uccidere
Propagandava l'odio come fattore di lotta per trasformare l'uomo in una reale,...

L'Islanda sconfigge l'ECONOMIA GLOBALE: la rivoluzione SILENZIOSA
L'Islanda sconfigge l'ECONOMIA GLOBALE: la rivoluzione SILENZIOSA
(Bari)
-

NAZIONALIZZAZIONE DELLE BANCHE E DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA: LA “RIVOLUZIONE SILENZIOSA” DELL’ ISLANDA CHE HA PERMESSO AGLI ISLANDESI DI RIAPPROPRIARSI DEI PROPRI DIRITTI.
NAZIONALIZZAZIONE DELLE BANCHE E DEMOCRAZIA DIRETTA E PARTECIPATA: LA...

LEGGE ELETTORALE: errare Renzianum est, perseverare Gentilonicum
LEGGE ELETTORALE: errare Renzianum est, perseverare Gentilonicum
(Bari)
-

Nella storia d'Italia, solo tre volte si è posta la fiducia sulla legge elettorale. La prima volta sotto il Fascismo (legge Acerbo) e la seconda e la terza sotto il governo Renzi-Gentiloni.
Nella storia d'Italia, solo tre volte si è posta la fiducia sulla legge...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati