Cina, ecco l'arma da FINE DEL MONDO

(Genova)ore 20:17:00 del 18/03/2019 - Categoria: , Ambiente, Denunce, Esteri, Sociale

Cina, ecco l'arma da FINE DEL MONDO

L’esercito cinese sta sviluppando dei super cannoni di nuova generazione al “plasma magnetizzato“.

L’esercito cinese sta sviluppando dei super cannoni di nuova generazione al “plasma magnetizzato“. Letali su obiettivi schierati fino a 100 chilometri di distanza alla bocca da fuoco, sarebbero in grado di sparare colpi che viaggiano a velocità Mach 6. È per questo motivo che l’Esercito popolare cinese chiama questo nuovo tipo di artiglieria “arma fine del mondo“.

Secondo quanto riportato dalla stampa cinese, puntuale veicolatrice delle informazioni promosse dal partito, il Pla avrebbe sviluppato e starebbe iniziando a testare dei pezzi d’artiglieria al plasma magnetizzato, una tecnologia che suona fantascientifica solo a nominarla che ha rudimenti di realtà, e si affiancherà alle nuove armi che sfruttano l’energia laser e ai missili che viaggiano a velocità ipersonica.

L’Academy of Armored Forces Engineering del Pla (People’s Liberation Army) avrebbe infatti depositato un brevetto riguardante un cannone che prevede impiego di un materiale magnetico che ricopre la canna del pezzo d’artiglieria e la presenza di un generatore collegato che produce un campo magnetico all’interno della stessa. Quando la munizione viene sparata, il gas all’interno della canna risulterebbe quindi parzialmente ionizzato nel plasma dall’altissima pressione e dal calore, tale plasma formerebbe una sorta di “guaina” di circa un millimetro sulla parete interna della canna a causa del campo magnetico, secondo le specifiche del brevetto, permettendo al proiettile di ridurre l’attrito e permettendo al colpo di raggiungere una velocità iniziale di sei volte la velocità del suono.

L’ultimo “giocattolo” di Pechino

Una balzo in avanti gigantesco quanto inquietante, in un mondo che grida sempre più alla pace ma che si prepara sempre più alla guerra. Dopo gli avveniristici alianti orbitali con testate nucleari della Russia e il radar modulare Usa che “scova” i missili più veloci, anche Pechino tira fuori il suo ultimo giocattolo, e di giocattolo spaventoso si tratta.

Come funziona il cannone

Senza cadere troppo nel tecnico partiamo dal plasma. Quest’ultimo viene considerato il “quarto stato della materia” e da tempo non è più materia per B movie di fantascienza. Il plasma è in buona sostanza un gas ionizzato con carica neutra. In natura si sviluppa solo con fulmini ed aurore boreali ma è componente gajardissima dell’universo. Ha proprietà speciali perché conduce l’elettricità ed è stabile, nel senso che un fascio di plasma è una specie di “corridoio” nel quel la materia viaggia spedita come un razzo per scarso attrito e “simpatia” elettromagnetica. Da qui a capire per sommi capi cosa può fare un proiettile di cannone incanalato in un corridoio di plasma il passo è breve.

Riduzione del calore

L’artiglieria cinese si prepara a sparare confetti che possono viaggiare per 100 chilometri e con una potenza devastante, rispetto ai 30/35 chilometri che oggi un proietto da 155 mm può coprire. In più il plasma riduce il calore, che è il nemico storico dell’artiglieria; esso infatti deforma le parti meccaniche delle bocche da fuoco, falsa il tiro e sottrae energia cinetica ai proiettili. I media cinesi hanno riportato la notizia con gran clamore dopo che un recente avviso pubblico del sito ufficiale dell’esercito aveva notificato la procedura di procurement.

Magnetizzazione del plasma

I collaudi seguiranno le direttrici di un brevetto depositato dall’Accademia di Ingegneria delle Forze Armate di Liberazione. In quel brevetto viene enunciato un procedimento di magnetizzazione del plasma. Nella canna del pezzo si creerebbe in buona sostanza un campo magnetico che, dopo l’esplosione produrrebbe plasma ionizzato e “guiderebbe” il proiettile in modo tale che, per capirci, un colpo sparato dal Giambellino a Milano andrebbe a colpire le sponde elvetiche di Lugano. Secondo i media cinesi questo concept sarebbe già stato collaudato su alcuni carri armati. Gli autori di un report della Defense Intelligence Agency Usa hanno affermato in merito che “la Cina è sul punto di mettere in campo alcuni dei sistemi di armamenti più moderni del mondo”.

 

Autore: Luca

Notizie di oggi

(Genova)
-


PROMESSE CONTRATTO GOVERNO CAMBIAMENTO - Nel creare un esecutivo con il...

Allarme Sanita': 20milioni di italiani costretti a rivolgersi al privato per accedere alle cure
Allarme Sanita': 20milioni di italiani costretti a rivolgersi al privato per accedere alle cure
(Genova)
-

CRISI SANITARIA IN ITALIA - La sanità italiana ha accumulato un debito con i propri fornitori di 22,9 miliardi di euro.
CRISI SANITARIA IN ITALIA - La sanità italiana ha accumulato un debito con i...

Il grande business della SPAZZATURA. Chi paga? SEMPRE TU
Il grande business della SPAZZATURA. Chi paga? SEMPRE TU
(Genova)
-

BUSINESS RIFIUTI IN ITALIA - A Napoli si dice: MUNNEZZ E' RICCHEZZ....che vuol dire la spazzatura è un grande business...
BUSINESS RIFIUTI IN ITALIA - A Napoli si dice: MUNNEZZ E' RICCHEZZ....che vuol...

Laureati scappano dall'Italia: 40mila matricole cercano futuro all'estero
Laureati scappano dall'Italia: 40mila matricole cercano futuro all'estero
(Genova)
-

SEMPRE PIU' LAUREATI SCAPPANO DALL'ITALIA - Dal 2003/04 al 2017/18 le università hanno perso oltre 40mila matricole, registrando una contrazione del 13%.
SEMPRE PIU' LAUREATI SCAPPANO DALL'ITALIA - Dal 2003/04 al 2017/18 le università...

Sarri alla Juve ufficiale? La sconfitta (l'ennesima) del calcio
Sarri alla Juve ufficiale? La sconfitta (l'ennesima) del calcio
(Genova)
-

SARRI ALLA JUVE UFFICIALE - Salvo clamorosi colpi di scena dell'ultimo momento, il nuovo allenatore della Juventus sarà Maurizio Sarri.
SARRI ALLA JUVE UFFICIALE - Salvo clamorosi colpi di scena dell'ultimo momento,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati