Cellulare non prende? Ecco perche'

(Campobasso)ore 08:43:00 del 28/09/2017 - Categoria: , Tecnologia

Cellulare non prende? Ecco perche'

In montagna, allo stadio o in cantina spesso il telefono non prende. Ecco quali sono le principali cause che bloccano il segnale del nostro smartphone

Capire la qualità della ricezione del nostro telefono non è facile. Un attimo prima possiamo avere una buona ricezione e un secondo dopo, basta aver fatto qualche passo, non avremo campo. Ma perché il nostro smartphone alle volte non prende?

La ricezione del telefono dipende soprattutto dalla nostra distanza dalla torre di trasmissione più vicina. In parole semplici più siamo vicini a un trasmettitore e meglio lo smartphone prende. Secondo le stime dei fornitori, un cellulare è in grado di avere un buon segnale se si trova a massimo 70 chilometri dalla torre di trasmissione più vicina. Ma in alcune condizioni, meteo o geografiche, il limite minimo per avere campo sul telefono si può abbassare fino a 35 chilometri. In città è difficile avere di questi problemi, mentre nelle campagne o in montagna è molto semplice trovare un punto non coperto dalla nostra Rete.

Impedimenti al segnale

Le onde radio viaggiano in linea retta dal telefono cellulare al trasmettitore. Questo significa che se c’è una montagna o un qualsiasi altro impedimento non avremo segnale sullo smartphone. Anche in questo caso si tratta di problemi di Rete che influenzano più le zone rurali che le città. Anche se non va dimenticato che i grandi edifici possono influenzare la qualità del segnale.

Materiali che bloccano il segnale

Abbiamo detto che gli edifici, specie quelli di grosse dimensioni, possono complicare la nostra ricezione, perché? Semplice, alcuni materiali, come calcestruzzo o acciaio, bloccano le onde radio del segnale. Per questo motivo se abitiamo in un seminterrato è molto probabile che la ricezione non sia ottimale oppure che proprio non ci sia.

Il meteo

Anche le condizioni climatiche possono influenzare la qualità del segnale del nostro telefono. La nebbia o i temporali per esempio ridurranno lo spazio necessario tra noi e la torre di trasmissione per avere tutte le “tacche” sullo smartphone.

Sovraccarico

Le torri di trasmissione sono progettate solo per gestire un certo numero di connessioni contemporaneamente. Se nello stesso momento troppi utenti sono connessi alla stessa torre è probabile che il segnale abbia diversi disservizi. È questo che avviene quando siamo allo stadio e tutte le persone usano il telefono e noi non riusciamo a chiamare o a entrare su Internet. Oppure è per questo che i messaggi di Capodanno e di Natale arrivano sempre in ritardo.

Da: QUI

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Edlettrodomestici costruiti per rompersi subito dopo la garanzia
Edlettrodomestici costruiti per rompersi subito dopo la garanzia
(Campobasso)
-

Germania, uno studio dimostra: elettrodomestici costruiti per rompersi subito dopo la garanzia
Quando in casa un elettrodomestico si rompe all’improvviso, senza motivo e...

BlueStacks 4: il miglior simulatore Android su PC
BlueStacks 4: il miglior simulatore Android su PC
(Campobasso)
-

Chi ha avuto almeno una volta la necessità di utilizzare Android su PC si è sicuramente già imbattuto in BlueStacks.
Chi ha avuto almeno una volta la necessità di utilizzare Android su PC si è...

Batteria liquida: la rivoluzionaria invenzione ITALIANA dal 2019
Batteria liquida: la rivoluzionaria invenzione ITALIANA dal 2019
(Campobasso)
-

La ricerca di fonti rinnovabili è in forte sviluppo ed è fondamentale investire in queste tecnologie per la competitività di un Paese
La ricerca di fonti rinnovabili è in forte sviluppo ed è fondamentale investire...

5G e aumento tumori: il pericolo esiste ed è fondato
5G e aumento tumori: il pericolo esiste ed è fondato
(Campobasso)
-

Mondiale, la posta in ballo è straordinariamente alta. Non solo nel business, ma nella tutela della salute pubblica
Mondiale, la posta in ballo è straordinariamente alta. Non solo nel business, ma...

Iphone XS versione MAX: il piu' grande di sempre!
Iphone XS versione MAX: il piu' grande di sempre!
(Campobasso)
-

Le dimensioni contano. Almeno quando si parla di gadget elettronici. Il primo iPhone, nato 11 anni fa, aveva uno schermo da 3,5 pollici.
Le dimensioni contano. Almeno quando si parla di gadget elettronici. Il primo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati