Cellulare non prende? Ecco perche'

(Campobasso)ore 08:43:00 del 28/09/2017 - Categoria: , Tecnologia

Cellulare non prende? Ecco perche'

In montagna, allo stadio o in cantina spesso il telefono non prende. Ecco quali sono le principali cause che bloccano il segnale del nostro smartphone

Capire la qualità della ricezione del nostro telefono non è facile. Un attimo prima possiamo avere una buona ricezione e un secondo dopo, basta aver fatto qualche passo, non avremo campo. Ma perché il nostro smartphone alle volte non prende?

La ricezione del telefono dipende soprattutto dalla nostra distanza dalla torre di trasmissione più vicina. In parole semplici più siamo vicini a un trasmettitore e meglio lo smartphone prende. Secondo le stime dei fornitori, un cellulare è in grado di avere un buon segnale se si trova a massimo 70 chilometri dalla torre di trasmissione più vicina. Ma in alcune condizioni, meteo o geografiche, il limite minimo per avere campo sul telefono si può abbassare fino a 35 chilometri. In città è difficile avere di questi problemi, mentre nelle campagne o in montagna è molto semplice trovare un punto non coperto dalla nostra Rete.

Impedimenti al segnale

Le onde radio viaggiano in linea retta dal telefono cellulare al trasmettitore. Questo significa che se c’è una montagna o un qualsiasi altro impedimento non avremo segnale sullo smartphone. Anche in questo caso si tratta di problemi di Rete che influenzano più le zone rurali che le città. Anche se non va dimenticato che i grandi edifici possono influenzare la qualità del segnale.

Materiali che bloccano il segnale

Abbiamo detto che gli edifici, specie quelli di grosse dimensioni, possono complicare la nostra ricezione, perché? Semplice, alcuni materiali, come calcestruzzo o acciaio, bloccano le onde radio del segnale. Per questo motivo se abitiamo in un seminterrato è molto probabile che la ricezione non sia ottimale oppure che proprio non ci sia.

Il meteo

Anche le condizioni climatiche possono influenzare la qualità del segnale del nostro telefono. La nebbia o i temporali per esempio ridurranno lo spazio necessario tra noi e la torre di trasmissione per avere tutte le “tacche” sullo smartphone.

Sovraccarico

Le torri di trasmissione sono progettate solo per gestire un certo numero di connessioni contemporaneamente. Se nello stesso momento troppi utenti sono connessi alla stessa torre è probabile che il segnale abbia diversi disservizi. È questo che avviene quando siamo allo stadio e tutte le persone usano il telefono e noi non riusciamo a chiamare o a entrare su Internet. Oppure è per questo che i messaggi di Capodanno e di Natale arrivano sempre in ritardo.

Da: QUI

Autore: Samuele

Notizie di oggi
EFFIE, il sogno delle donne! Capi Asciutti in 3 minuti via smartphone! VIDEO
EFFIE, il sogno delle donne! Capi Asciutti in 3 minuti via smartphone! VIDEO
(Campobasso)
-

Soli 128 cm di altezza, 80 cm di larghezza e 40 cm di profondità sono pronti a rivoluzionare il processo di stiraggio.
IL SACRO GRAAL DELLA TECNOLOGIA? LA MACCHINA CHE TI EVITA DI STIRARE! VIDEO:...

Schermo nero su Iphone: come risolvere
Schermo nero su Iphone: come risolvere
(Campobasso)
-

Lo schermo nero su iPhone è un problema di grosso conto che può presentarsi in diverse occasioni non soltanto per i postumi di un trauma, come dopo una caduta, ma anche nell’eventualità che ci sia un malfunzionamento software.
Lo schermo nero su iPhone è un problema di grosso conto che può presentarsi in...

Come funziona lo Smart Working
Come funziona lo Smart Working
(Campobasso)
-

Il lavoro da casa, o comunque da un luogo diverso dalla sede dell’azienda, sta diventando sempre più diffuso in Europa e nel mondo.
Il lavoro da casa, o comunque da un luogo diverso dalla sede dell’azienda, sta...

Ecco l'app che rivende cibo in eccesso dei ristoranti stellati
Ecco l'app che rivende cibo in eccesso dei ristoranti stellati
(Campobasso)
-

La Food and Agricolture Organization delle Nazioni Unite ha stimato lo spreco alimentareannuale nel mondo in 1,3 miliardi di tonnellate di cibo ogni anno.
La Food and Agricolture Organization delle Nazioni Unite ha stimato lo spreco...

Google: ecco AdBlock integrato su Chrome!
Google: ecco AdBlock integrato su Chrome!
(Campobasso)
-

Le prime indiscrezioni risalgono alla primavera scorsa, ma ora è diventato realtà: da oggi Google ha inserito direttamente all’interno del suo browser Chrome una forma di ad blocker.
Le prime indiscrezioni risalgono alla primavera scorsa, ma ora è diventato...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati