Castagnole ripiene, preparazione

(Bologna)ore 13:30:00 del 10/02/2018 - Categoria: , Cucina

Castagnole ripiene, preparazione

Che sia aromatizzata con arancia, limone, vaniglia o cioccolato l'importante è che sia densa abbastanza per stare all'interno di questi bocconcini perfettamente rotondi!

Il Carnevale si avvicina e state già pensando a quali dolci potrete preparare?

Certamente in questo periodo il fritto non può mancare, ma se le tipiche chiacchiere o le bugie vi sembrano troppo semplici e avete voglia di qualcosa di più goloso le castagnole ripiene sono proprio ciò che fa al caso vostro!

La ricetta di base delle castagnole è quella che ormai prepariamo anno dopo anno, ma oggi le abbiamo farcite a regola d'arte con una delle creme più classiche, ma anche più amata da tutti: quella pasticcera!

Che sia aromatizzata con arancia, limone, vaniglia o cioccolato l'importante è che sia densa abbastanza per stare all'interno di questi bocconcini perfettamente rotondi! 

Conservazione

Conservate le castagnole ripiene in frigorifero per 2 giorni al massimo.

L'impasto si può conservare, sempre in frigorifero, ma per 1 solo giorno.

Consiglio

Potete farcire le castagnole anche con una delicata crema chantilly o con una crema al cioccolato.

Dosi per

4 persone

Per le castagnole:

 225 gr di farina 00

 2 uova

 50 gr di burro

 50 gr di zucchero

 1/2 bustine di lievito per dolci

 buccia di limone grattugiata

 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

 1 cucchiaio di liquore

 un pizzico di sale

Per la crema:

 2 tuorli

 25 gr di farina 00

 150 gr di zucchero

 200 ml di latte

 buccia di limone

PROCEDIMENTO

COME FARE LE CASTAGNOLE RIPIENE

Iniziate a preparare la crema pasticcera. Montate le uova con lo zucchero, all'interno di una terrina.

Aggiungete poi la farina setacciata e mescolate fino ad ottenere una crema.In un pentolino sul fuoco unite il composto di uova e farina con il latte e la buccia di limone.

Mescolate fin quando non risulterà privo di grumi e ben denso, quindi togliete la buccia di limone e mettetelo in una ciotola a raffreddare.

Intanto dedicatevi all'impasto delle castagnole.

Disponete al centro della farina, lo zucchero, le uova, il burro, il sale, l'essenza di vaniglia, la buccia di limone grattugiata, il liquore ed il lievito.

Una volta ottenuto un panetto morbido, dividetelo a cordoncini e poi a tocchetti su un piano di lavoro infarinato.

Appiattite con le mani ogni tocchetto, farcite con un po' di crema e richiudete formando delle palline.

Riscaldate per bene dell'olio e friggete un po' alla volta le castagnole.

Quando saranno gonfie e dorate, sollevatele con una schiumarola e rotolatele nello zucchero.

Le vostre castagnole ripiene sono pronte per essere servite.

Autore: Carla

Notizie di oggi
Preparazione Insalata di nervetti
Preparazione Insalata di nervetti
(Bologna)
-

Sfiziosa e da servire rigorosamente a temperatura ambiente, l’insalata di nervetti è definibile come la quintessenza delle ricette “antispreco”, come diremmo oggi, poiché l’ingrediente protagonista è la parte meno nobile del vitello, i cosiddetti piedini,
  Non molto tempo fa, nelle osterie lombarde, si poteva gustare l’insalata di...

Preparazione Crescia al formaggio
Preparazione Crescia al formaggio
(Bologna)
-

La preparazione della crescia viene tramandata di generazione in generazione e ogni famiglia ha il suo piccolo segreto in cucina che rende la ricetta della crescia unica; risulta dunque difficile stabilire e riportare una ricetta originale.
    La crescia al formaggio è una ricetta tipica delle Marche e dell'Umbria...

Preparazione Torta Savoia
Preparazione Torta Savoia
(Bologna)
-

La torta Savoia si compone di strati di biscuit che si alternano a una morbida e golosa crema realizzata con 3 tipi di cioccolato e nocciole; la bagna al rum donerà quel tocco in più e la glassa lucida la renderà elegante e perfetta per ogni occasione!
  A prima vista potrete confonderla con la torta Sacher, ma leggendo bene...

Ravioli di pesce: preparazione
Ravioli di pesce: preparazione
(Bologna)
-

Varrà la pena rispolverare la vostra vecchia macchina tira pasta della nonna e i vostri ospiti, tanto deliziati, vi restituiranno gioiosi sorrisi che rallegreranno la tavola delle feste già dalla prima portata!
  Natale sta per arrivare e con lui la corsa al piatto perfetto. Per la...

Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana: preparazione
Tagliata di tacchino con finocchi e melagrana: preparazione
(Bologna)
-

Potete conservare la tagliata di tacchino per 1 giorno in frigorifero.
  Stasera a cena: petto di tacchino! Si preannuncia un pasto molto spartano,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati