Casta politica: ecco l'accaduto

(Roma)ore 13:15:00 del 18/02/2017 - Categoria: , Denunce, Politica

Casta politica: ecco l'accaduto

La Notizia Giornale ha visionato il documento che elenca i pagamenti effettuati da Montecitorio ai propri fornitori.

METÀ DELLE FAMIGLIE NON ARRIVA A FINE MESE, MA A CHI OCCUPA LE POLTRONE DI MONTECITORIO NON GLIENE FREGA UN BEL NIENTE.

Spendono milioni e milioni per cose superflue, mentre i terremotati gridano aiuto e chi ha perso tutto dorme in macchina. Una vergogna.

Abbiamo il dovere di denunciare le spese d’oro dei politici. A cominciare da quelle per il “mantenimento” della Camera dei Deputati.

La Notizia Giornale ha visionato il documento che elenca i pagamenti effettuati da Montecitorio ai propri fornitori. Ed è sconcertante.

Carmine Gazzanni de La Notizia Giornale spiega che nel 2016 sono stati spesi più di 75 milioni di euro per garantire servizi, beni e forniture di ogni tipo a deputati e dipendenti di Montecitorio.

Per cosa, viene da chiedersi. Sarebbe meglio non sapere. Ecco alcune delle voci presenti nel documento:

– 25mila euro spesi in poltrone “Frau”, la storica azienda che fu di Luca Cordero di Montezemolo
– 370mila euro spesi per carta e materiale da cancelleria
– 90mila euro per mostre, convegni e meeting
– 45mila euro per corsi di formazione e aggiornamento per il personale
– 18mila euro se ne sono andati per la “formazione linguistica e informatica dei deputati” (avrebbero dovuto insegnarglielo a scuola l’inglese, ndr)
– 42mila euro al Cespi (Centro Studi Politica Internazionale), nel cui direttivo troviamo Piero Fassino, Enrico Letta e il sottosegretario Sandro Gozi
– 43mila euro al Patriarcato di Antiochia dei Siri, ovvero la sede patriarcale della Chiesa cattolica sira

Queste sono alcune delle spese citate da Gazzanni nel suo articolo. E si potrebbe andare avanti fino ad arrivare a 75 milioni.

E, come se questo non bastasse, paghiamo fior di quattrini anche ad agenzie e quotidiani, che però non ci informano come vorremmo. Ecco i dettagli:

– 636mila euro all’Ansa
– 204mila euro per Adnkronos
– 50mila per LaPresse
– 230mila per Askanews
– 276mila all’Agi
– 132mila euro al Sole 24 Ore

La prossima volta che ci chiederanno sacrifici, sappiamo dove prendere i soldi

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
SCATTA L'ORA X IN SICILIA: CORSA ALLE POLTRONE IN ATTO
SCATTA L'ORA X IN SICILIA: CORSA ALLE POLTRONE IN ATTO
(Roma)
-

Siciliani, non sarete mica sorpresi ! A che cosa pensavate, quando avete messo la X sulla scheda elettorale ? Per non cambiare nulla e continuare la decadenza, la schiavitù, i voti di scambio, le mazzette..…
Siciliani, non sarete mica sorpresi ! A che cosa pensavate, quando avete messo...


(Roma)
-


BERLINO - L'Italia, vista dai quotidiani tedeschi, è un coacervo di questioni...

Inquinamento: ITALIA PRIMO PAESE PER MORTI IN EUROPA
Inquinamento: ITALIA PRIMO PAESE PER MORTI IN EUROPA
(Roma)
-

“L’Italia è il primo grande Paese europeo per numero di morti legati all’inquinamento dell’aria. Questo è quanto emerge da uno studio presentato al Senato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, presieduta dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi.
“L’Italia è il primo grande Paese europeo per numero di morti legati...

USA: ecco la PILLOLA DIGITALE che comunichera' al Sistema se l'hai assunta oppure no!
USA: ecco la PILLOLA DIGITALE che comunichera' al Sistema se l'hai assunta oppure no!
(Roma)
-

Buongiorno, volevamo avvisarla che questo mese non riceverà lo stipendio ed è appena stato licenziato poiché sebbene in stato di malattia non ha ingerito il nostro farmaco !!!!
"Pare fantascienza ma si tratta solo di controllo globale totalitario della...

Gasdotto Puglia- Melendugno: CITTA' MILITARIZZATA! VIDEO
Gasdotto Puglia- Melendugno: CITTA' MILITARIZZATA! VIDEO
(Roma)
-

Gli abitanti di Melendugno (Puglia), hanno avuto un risveglio orwelliano,si sono ritrovati per le strade oltre 250 poliziotti in difesa del Gasdotto.
Gli abitanti di Melendugno (Puglia), hanno avuto un risveglio orwelliano,si sono...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati