Carezze intime? Ecco come fare a lui

(Bologna)ore 13:13:00 del 27/07/2018 - Categoria: , Sesso

Carezze intime? Ecco come fare a lui

Guida alle carezze - Come fare coccole e carezze intime al proprio ragazzo

Una ragazza ci scrive: 

x i ragazzi è facile... toccano il seno... sedere...baci sul collo...ma noi ragazze cosa possiamo fare in particolare con le mani e senza toccare x forza i genitali!?!? avrei proprio bisogno di una guida pratica!! grazie!! 

Dopo questa lettera abbiamo pensato di scrivere una guida alle coccole, coccole che non comprendano la stimolazione dei genitali, buona per lei e per tutte le altre ragazze, ma ottima da leggere anche per i ragazzi. Una guida alla riscoperta della lentezza e delle carezze che a volte possono "mandare in orbita" molto di più di quelle ai genitali. Godere con massaggi e carezze è possibile! State scuotendo dubbiosi la testa? Non vi resta che sperimentare allora!

L'effetto delle carezze è molteplice e appagante, stimola il nostro corpo e induce nella mente un profondo stato di benessere, di calma e relax. L'importanza di questo gesto è data dal contatto corporeo, con il quale ogni centimetro quadrato di pelle si trasforma in una mappa di recettori nervosi che catturano gli stimoli provenienti dall'esterno e li inviano al cervello, che poi li distingue... caldo, freddo, pressioni, sfioramenti, vibrazioni, dolore o, al contrario, piacere, erotismo.  Parlarsi attraverso la carezza, però, non è sempre facile. La comunicazione attraverso il contatto fisico richiede apprendimento, intuizione. E’ necessario calcolarne tempi e modi: ogni carezza non è fatta solo di contatto ma anche di tempo, di tempestività. E' fatta del momento giusto, della durata opportuna. 

Affetto = carezze 

Noi comunichiamo con chi amiamo attraverso le carezze. Carezze materne, carezze paterne, carezze di approvazione, carezze con cui si esprime il proprio consenso, con cui si esprime l'amicizia, e l’amore. Con cui si dà e si riceve piacere. Dal momento della nascita, quando il bambino lascia l'utero materno, viene rassicurato dal contatto fisico con la madre da cui è totalmente dipendente. A mano a mano che cresciamo e sviluppiamo la nostra sessualità, il contatto fisico con i genitori diventa sempre più difficile ma rimane profondamente radicato in noi il desiderio del contatto fisico che esprimiamo facendo l'amore. In una coppia la carezza vale doppio: contatto erotico e strumento di comunicazione. All’inizio di una relazione ci si accarezza e ci si tocca tantissimo, per imparare a meglio conoscersi e apprezzarsi a vicenda.

Ma quando la coppia è lontana dai “primi tempi”, capita che ci si accarezzi sempre meno per il puro e semplice piacere di accarezzarsi. Le carezze diventano così limitate al ruolo di preliminari all’atto sessuale completo, e talvolta possono diventare più rare e limitate anche durante i rapporti sessuali, che con l’andare del tempo possono ridursi più o meno alla semplice penetrazione. Così si arriva, talvolta senza rendersene ben conto, a eliminare la sensualità dalla coppia. 

Carezze e coccole 

Le coccole si possono definire forme di carezze, tenerezze, vezzeggiamenti, manifestazioni di affetto. Le carezze, a loro volta, sono dimostrazioni di affetto o di benevolenza eseguite con la mano. In senso più lato si possono definire come tutto ciò che, nella relazione tra due persone, implica uno scambio o riconoscimento comunicativo, verbale o meno, che comporta una certa dose di emozione in una o entrambe le persone. Le coccole e le carezze non provengono solo dall’esterno: siamo noi i primi ad attuarle nei nostri confronti e questa è la base per essere in grado di accettarle a nostra volta. Concedersi piccole gratificazioni, un bagno caldo e profumato, una parola di elogio per un compito accuratamente svolto sono piccole attenzioni che ci possiamo rivolgere e che incrementano il senso di autostima e di benessere. Se ci sentiamo degni d’affetto e di riconoscimento saremo in grado di accettare tutto ciò anche dagli altri. In caso contrario, rischieremo di rifiutare, sminuire, svalutare quanto ci offrono gli altri. Se si riesce a donare a sè stessi coccole e carezze si potrà estendere anche fuori di sé tali doni, senza sentirsi privati di quanto si offre, senza aspettarsi nulla in cambio.

Ecco come: 

  • fare leva sulla propria sensualità individuando i sensi che maggiormente utilizziamo e cercare di potenziarli; 
  • cercare di individuare e soddisfare i propri piccoli piaceri (ad es.: annusare un fiore, fare un bagno caldo, assaporare un gelato); 
  • utilizzare la fantasia per immaginare di soddisfare i propri desideri e godere appieno delle sensazioni e del piacere che ne deriva; 
  • dedicare del tempo ad accarezzare il proprio corpo e per individuare le proprie zone di maggiore piacere; 
  • lodarsi per le proprie qualità e per i propri successi. 

Successivamente, con il partner o con gli amici: 

  • provare ad offrire piccole carezze fisiche e verbali e osservare gli effetti: cercare di capire cosa si aspetta l’altro e modulare la propria offerta di conseguenza; 
  • cercare di donare in ogni contesto ed occasione possibile; 
  • imparare a percepire non solo il piacere dell’altro, ma anche il propriomentre si fa una carezza (ad es.: a livello fisico, il contatto della propria mano con la pelle di un viso, a livello emotivo, il calore, la gioia nel vedere ricambiato il proprio sorriso).

Le parti del corpo da accarezzare 

I piedi: La zona dei piedi da stimolare per sciogliere ansia e tensione risiede nel plesso solare , qualche centimetro sotto l'articolazione metatarso-falangea (il terzo dito partendo dall'alluce). Per stimolarla, occorre distendere lentamente il dito fino a sentire la sporgenza dell'articolazione sulla quale, con il pollice della mano, si effettua una pressione dolce della durata di trenta secondi. 

Il collo: Il punto dell'abbandono è una zona che, se stimolata con accortezza può fornire grande piacere all'interessato. Esso si trova dietro il collo, a due o tre centimetri sotto la base del cranio, dove si accumulano tutte le tensioni della giornata e quelle derivanti dalle cattive posizioni di lavoro o di sonno. Occorre massaggiare la parte con lentezza, con un movimento continuativo nei pressi dell'attaccatura dei capelli, in particolare la fossetta centrale. 

Campo dell'elisir: è il punto da stimolare per risvegliare l'appetito sessuale, poichè è lì che transitano i sentimenti che nascono dal cuore. Essa si trova nell'addome, tra la zona del pube e l'ombelico. Per stimolarla occorre massaggiarla con dolcezza per un paio di minuti, con un movimento circolare dal basso verso l'alto.

Orecchio: Se non è tanto una questione di appettito sessuale, quanto un raffreddamento dei sentimenti, allora il punto da stimolare è quello dell'orecchio, per la precisione la parte alta del lobo di entrambi gli orecchi. Occorre massaggiare con movimento circolare attraverso il polpastrello della mano.

Gambe: Per dare piacere, esiste la stimolazione di una zona ultra collaudata, ma di cui spesso si dimentica la potenzialità. Questa zona è l'interno delle cosce, in particolare per le donne, che vanno massaggiate con movimento a spirale dal ginocchio all'inguine.

Da: QUI

 

Autore: Luca

Notizie di oggi
Sesso in luna di miele: come farlo perfetto
Sesso in luna di miele: come farlo perfetto
(Bologna)
-

Sesso perfetto in luna di miele? Il viaggio di nozze è un tempo da dedicare alla scoperta di luoghi esotici, e di zone erogene
SESSO IN LUNA DI MIELE CONSIGLI - La luna di miele è un momento magico per...

Sex Toy in estate? Boom di vendite ad agosto e luglio! Ecco i migliori
Sex Toy in estate? Boom di vendite ad agosto e luglio! Ecco i migliori
(Bologna)
-

MIGLIORI SEX TOY IN ESTATE - Chi non è partito per le vacanze alzi la mano!
MIGLIORI SEX TOY IN ESTATE - Chi non è partito per le vacanze alzi la mano! Uhm...

Perche' le donne hanno meno voglia di fare sesso?
Perche' le donne hanno meno voglia di fare sesso?
(Bologna)
-

LE DONNE HANNO MENO VOGLIA DI FARE SESSO? - Sesso, sesso, sesso: se ne parla molto, ma quanto lo si fa?
LE DONNE HANNO MENO VOGLIA DI FARE SESSO? - Sesso, sesso, sesso: se ne parla...

Perche' lei urla quando viene? Lo spiega la scienza!
Perche' lei urla quando viene? Lo spiega la scienza!
(Bologna)
-

Perché molte donne quando fanno l’amore sono più rumorose degli uomini?
PERCHE' LE DONNE URLANO DURANTE ORGASMO - Perché le donne urlano durante...

Water Sex: come fare sesso in acqua e perche' piace
Water Sex: come fare sesso in acqua e perche' piace
(Bologna)
-

COME FARE SESSO IN ACQUA - Fare l’amore in acqua è bellissimo e molto romantico, ma presenta anche qualche controindicazione che pochi conoscono.
COME FARE SESSO IN ACQUA - Fare l’amore in acqua è bellissimo e molto romantico,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati