Carbonia Iglesias, turismo

(Carbonia Iglesias)ore 23:40:00 del 25/01/2017 - Categoria: , Luoghi da visitare

Carbonia Iglesias, turismo

COSA VEDERE A CARBONIA IGLESIAS - Gli amanti della natura possono svolgere interessanti escursioni a piedi o in bicicletta nel Parco Narurale del Sulcis, habitat di specie autoctone come il cervo sardo

COSA VEDERE A CARBONIA IGLESIAS - La provincia di Carbonia-Iglesias, nel sud della Sardegna, è un'area non molto vasta ma ricca di natura e cultura. COSA VEDERE A CARBONIA IGLESIAS - Comprende infatti la zona del Sulcis Iglesiente, un'area archeologica che presenta reperti lasciati da popoli antichi. Importanti resti archeologici si trovano anche nella Valle di Antas e nella zona del Monte Sirai.

COSA VEDERE A CARBONIA IGLESIAS - Gli amanti della natura possono svolgere interessanti escursioni a piedi o in bicicletta nel Parco Narurale del Sulcis, habitat di specie autoctone come il cervo sardo

Il centro storico di Iglesias, tra i più belli della Sardegna meridionale, è ricco di monumenti, primo fra tutti la Cattedrale di Santa Chiara, edificata tra il 1285 e il 1288 e successivamente ampliata e ridisegnata in stile gotico-catalano. Oggi la chiesa custodisce numerose statue, dipinti e pregevoli arredi, come la Croce tardogotica del Cinquecento e la tela del settecento con la Vergine Assunta e Santi. 

Fra gli altri monumenti significativi di Iglesias, meritano una visita la Chiesa di San Francesco, il Santuario di Santa Maria delle Grazie e il Castello Salvaterra. Fuori dal centro storico c’è la Chiesa della Madonna di Valverde, di origine duecentesca. Da segnalare, infine, il Museo dell’arte mineraria, che raccoglie le testimonianze e gli strumenti che hanno fatto la storia delle miniere dell’Iglesiente.


La provincia di Carbonia-Iglesias fa parte del cosiddetto "Sulcis Iglesiente", un'area della Sardegna sud-occidentale ricchissima di zone archeologiche, parchi minerari e bellissime spiagge. Poco distante dalla città di Iglesias, infatti, c’è la suggestiva Valle di Antas, che conserva diverse memorie archeologiche tra cui l’omonimo tempio, edificato nel VI secolo a.C. e ristrutturato sotto l’imperatore romano Caracalla (211-217).

Proseguendo verso la costa, si trovano i resti delle  miniere di Ingortosu Montevecchio, testimonianze significative di archeologia industriale. In particolare, Montevecchio e ciò che resta delle sue miniere è uno degli otto siti che compongono il Parco geominerario storico e ambientale della Sardegna, definito dall’UNESCO “patrimonio mondiale dell’umanità”.


Proseguendo verso Sud, nell’entroterra, si trova Carbonia, che costituisce un interessante esempio di “città nuova”: infatti, fu costruita alla fine degli anni Trenta per dare alloggio ai numerosi operai che lavoravano nelle vicine miniere di carbone (da cui il nome). A soli 3 km dalla città si trova l’area archeologica del Monte Sirai che conserva i resti di un’antica città fenicia e poi punica. L'insediamento si presenta articolato in vari settori: l'abitato, nel quale si possono ancora ben distinguere i quartieri, le piazze, le case; le strutture religiose, con il tempio interno alla città ed il tophet, un santuario a cielo aperto; le necropoli, con le antiche tombe a fossa fenicie e le stanze sotterranee degli ipogei funerari cartaginesi. 

Vanno infine segnalate le due isole sulcitane: Sant’Antioco, collegata da un istmo alla terraferma e ricca di testimonianze archeologiche e San Pietro, con le sue straordinarie coste, che sono alte e a strapiombo sul mare nella parte occidentale (dove l’azione demolitrice dovuta all’erosione marina ha creato strapiombi, grotte e rientranze di suggestiva bellezza) e basse, rettilinee e sabbiose nella parte orientale, dove sorgono splendide spiagge

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Cosa visitare Meteora
Cosa visitare Meteora
(Carbonia Iglesias)
-

I monaci ortodossi trovarono rifugio dalle persecuzioni ottomane in posti remoti e difficili da raggiungere, come Meteora appunto.  
COSA VEDERE METEORA - Meteora è il secondo complesso di monasteri più importante...

Luoghi da vedere Symi
Luoghi da vedere Symi
(Carbonia Iglesias)
-

I suoi abitanti si dedicarono molto presto e con grande successo alla pesca di spugne ed all'ingegneria navale, attivita che permise loro di fruire di importanti privilegi, quando l'isola fu poi occupata dai Turchi (1522).
SYMI COSA VISITARE - Symi è un'isola che ha un po'di tutto: bei dintorni,...

Milos, cosa visitare
Milos, cosa visitare
(Carbonia Iglesias)
-

Una formula scelta ogni estate da tante famiglie, pronte fin da giugno a quel rito quotidiano: pellegrinare tra una spiaggia e l’altra, e nel pomeriggio perlustrare le pieghe dell’entroterra, dove l’antico cataclisma assicura giardini e orti generosi.
COSA VEDERE MILOS - E’ il vulcano sommerso ad aver regalato le più belle...

Cosa visitare Leopoli
Cosa visitare Leopoli
(Carbonia Iglesias)
-

Ploshcha Rynok – Il centro del centro è la piazza del mercato, ploshcha Rynok.
COSA VEDERE LEOPOLI - Alle volte è giusto ammettere la propria ignoranza: che...

Luoghi da vedere Odessa
Luoghi da vedere Odessa
(Carbonia Iglesias)
-

Uno di questi era particolarmente vicino alla figura della sovrana, il suo nome era l’eroe Grygory Potemkin, che divenne uno degli artefici della nascita della città di Odessa.
COSA VEDERE ODESSA - Ucraina meridionale e Odessa. Storicamente parlando...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati