Canone Rai: cosa conoscere

(Milano)ore 18:08:00 del 08/05/2016 - Categoria: Denunce, Economia, Politica - Canone Rai anziani

Canone Rai: cosa conoscere

Per loro è prevista una appositaesenzione che, peraltro, potrà essere comunicata al fisco entro il 23 maggio (per inciso: il “resto dei comuni mortali” senza televisione in casa è tenuto a comunicare l’autocertificazione entro il 15 maggio cioè una settim

È giusto, però, che gli italiani sappiano che la stessa Agenzia delle Entrate, lo scorso 26 aprile, aveva comunicato che non sono invece previste esenzioni per gli anziani in case di riposo. La terza età che esce (spesso, purtroppo, definitivamente) da casa propria per mettere piede in un luogo di cura per persone di “una certa età”, deve ugualmente versare l’obolo delle 100 euro allo Stato.

L’Agenzia delle Entrate ha appena comunicato che a non dover pagare il canone Rai saranno gli agenti diplomatici, i funzionari o impiegati consolari, i funzionari di organizzazioni internazionali esenti, i militari di cittadinanza non italiana e il personale civile non residente in Italia corpo Nato. Per loro è prevista una appositaesenzione che, peraltro, potrà essere comunicata al fisco entro il 23 maggio (per inciso: il “resto dei comuni mortali” senza televisione in casa è tenuto a comunicare l’autocertificazione entro il 15 maggio cioè una settimana prima).

Vi avanza un vaffanculo? Canone Rai: non pagano i diplomatici, lo pagano invece gli anziani ricoverati !!

Gli anziani che vanno a vivere nelle case di riposo sono tenuti a pagare l’abbonamento sulla televisione, mentre non devono pagarlo diplomatici, consoli, funzionari di organizzazioni internazionali esenti, personale del corpo Nato.

Risultato: l’anziano, con la sua già modesta pensione, rosicata dalla “retta” per la casa di riposo, continuerà apagare il canone Rai, mentre gli agenti consolari – che certo di elemosina non hanno bisogno – otterranno l’esenzione.

Per non pagare l’abbonamento Tv insieme alle bollette della luce, il pensionato dovrebbe disfarsi completamente dell’apparecchio televisivo, ossia regalarlo, venderlo o buttarlo (sempre, però, dopo averlo comunicato al fisco). Ma, per far ciò, l’anziano dovrebbe anche abbandonare l’intima speranza di poter, di tanto in tanto, far ritorno al proprio tetto; una speranza da cui è difficile distaccarsi, un po’ per scaramanzia, un po’ per quell’inguaribile ottimismo che, spesso, hanno le persone di una certa età.

Autore: Carla

Notizie di oggi
I giornali di partito? Ci sono costati 238 milioni, E SONO FALLITI LO STESSO
I giornali di partito? Ci sono costati 238 milioni, E SONO FALLITI LO STESSO
(Milano)
-

I giornali di partito ci sono costati 238 milioni di euro (e sono falliti lo stesso)
I giornali di partito ci sono costati 238 milioni di euro (e sono falliti lo...

FUORI GLI ITALIANI: a Tenerife scoppia la rivolta
FUORI GLI ITALIANI: a Tenerife scoppia la rivolta
(Milano)
-

Negli ultimi anni è aumentato enormemente il numero degli italiani residenti a Tenerife e alle Canarie: connazionali che non sempre si comportano nel migliore dei modi e vivono onestamente. E l’aumento di episodi di truffe o microcriminalità commessi da i
Negli ultimi anni è aumentato enormemente il numero degli italiani residenti a...

250mila italiani sono scappati da questo Paesi nel 2016
250mila italiani sono scappati da questo Paesi nel 2016
(Milano)
-

In Italia a partire dalla crisi del 2008 e specialmente nell’ultimo triennio, si emigra come negli anni del dopoguerra: nel 2016 sono 250mila gli italiani scappati all’estero. La cifra ha superato i flussi degli immigrati in Italia.
In Italia a partire dalla crisi del 2008 e specialmente nell’ultimo triennio, si...

SMARTPHONE KILLER: incidenti mortali in aumento
SMARTPHONE KILLER: incidenti mortali in aumento
(Milano)
-

La “distrazione da smartphone” è diventata la prima causa di incidente stradale in Italia, superando l’eccesso di velocità, e la guida in stato di ebbrezza. Siamo di fronte a una vera e propria emergenza.
La “distrazione da smartphone” è diventata la prima causa di incidente stradale...

Valle D'Aosta: la silenziosa regione dalla CORRUZIONE, TRUFFE ED ILLEGALITA' D'ORO!
Valle D'Aosta: la silenziosa regione dalla CORRUZIONE, TRUFFE ED ILLEGALITA' D'ORO!
(Milano)
-

Inchieste penali e della Corte dei Conti, bilanci truccati, liquidazioni milionarie e migliaia di euro che spuntano dai cassetti. Benvenuti nei palazzi della politica della Valle d’Aosta.
Inchieste penali e della Corte dei Conti, bilanci truccati, liquidazioni...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati