Buone notizie: il prezzo della benzina diminuisce

RAVENNA ore 14:47:00 del 09/01/2015 - Categoria: Cronaca, Curiosità, Economia

Buone notizie: il prezzo della benzina diminuisce

Buone notizie: il prezzo della benzina diminuisce | L’analisi di Italiano Sveglia

Nonostante Italiano sveglia sia un notiziario di denunce che attesta quanto l’Italia al giorno d’oggi sia un paese invivibile, nel 2015 c’è stato un piccolo miglioramento ( soltanto in un solo campo però ). I prezzi della benzina sono diminuiti, non tantissimo, ma nemmeno poco. Infatti, nei mesi di settembre e ottobre la benzina costava 1.90 euro a litro, ora si trova anche a 1.50 in determinati distributori.

Ravenna. I tagli da 50 euro tornano a far capolino nei distributori di benzina. E la notizia non è di quelle che passano inosservate. O meglio, la notizia è rivelatrice di un piccolo cambiamento delle abitudini degli automobilisti in conseguenza del crollo dei prezzi dei carburanti alla pompa. Negli ultimi due anni — come reazione al processo inverso, ovvero all’impennata dei prezzi che per la benzina ‘addizionata’ aveva raggiunto e superato i due euro — era pressoché scomparso il classico ‘pieno’ e con esso i tagli da 50 e 100 euro, cui avevano lasciato il posto rifornimenti al massimo da 20 euro. Ora, l’effetto risparmio ha stimolato il ritorno ad una sorta di... investimento. Si fa il pieno pensando che la bazza possa finire da un momento all’altro.

In città, tutti i distributori si sono ovviamente adeguati, sia quelli di ‘marca’, sia quelli ‘no logo’. Ma l’aspetto più interessante è il raffronto coi prezzi di inizio 2014. Un anno fa, per un pieno alla stessa pompa di benzina, si potevano spendere anche 11 euro in più. Nell’economia su base annua, il risparmio sta mediamente fra i 500 e i 600 euro.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Le ONG rifiutano gli ordini di Salvini!
Le ONG rifiutano gli ordini di Salvini!

-

Conta di più Un governo sovrano, come quello di cui fa parte il leader del Carroccio, o una ong spagnola che carica in mare gli immigrati partiti dalla Libia? Alla luce degli ultimi eventi la domanda è tutt’altro che retorica.
Tu chiamalo, se vuoi, pure braccio di ferro. Ma stavolta il confronto-scontro...

Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti

-

Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand e noto per il suo ultraeuropeismo, Jacques Attali è l’uomo che ha scoperto Macron, presentandolo al presidente Hollande del quale è diventato consigliere.
Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand...

Taglio vitalizi una TRAPPOLA per RIDURRE LE PENSIONI??
Taglio vitalizi una TRAPPOLA per RIDURRE LE PENSIONI??

-

L’attacco a vitalizi parlamentari e “pensioni d’oro” è solo la premessa della rapina del secolo in funzione schiettamente antipopolare: il vero obiettivo è ridurre tutte le pensioni.
L’attacco a vitalizi parlamentari e “pensioni d’oro” è solo la premessa della...

MIC: ecco la carta che ti da' accesso ai MUSEI DI ROMA gratis per 1 anno
MIC: ecco la carta che ti da' accesso ai MUSEI DI ROMA gratis per 1 anno

-

“Una rivoluzione nell’approccio libero alla cultura”, dicono dal Campidoglio e un chiaro segno di un’apertura nei confronti di residenti e studenti.
Costa 5 euro e a partire da oggi darà accesso gratuito per 12 mesi alle gallerie...

Quanto PIL viene prodotto in Italia dagli immigrati?
Quanto PIL viene prodotto in Italia dagli immigrati?

-

Per il ministero dell’Economia nel 2018 la gestione dei migranti ci costerà 4,6 miliardi, l’Europa ne mette 80 milioni, ma ci “permette” di non contabilizzare le cifre nel deficit.
Per il ministero dell’Economia nel 2018 la gestione dei migranti ci costerà 4,6...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati