Buona Scuola, cosa conoscere

(Torino)ore 23:29:00 del 07/04/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Politica, Sociale

Buona Scuola, cosa conoscere

Oggi, a praticamente un anno di distanza dallo svolgimento di quei test, mentre alcune Regioni ancora attendono con ansia le graduatorie, migliaia di insegnanti tornano sui banchi per sostenere l’esame che può valere l’assunzione nella scuola pubblica.

Doveva essere bandito nel 2015, subito dopo la famosa riforma della “Buona scuola”, di cui avrebbe dovuto essere un tassello fondamentale. Poi, è diventato il concorso scuola 2016, a causa dei tanti ritardi burocratici e ministeriali. Siamo arrivati al 2017 e la procedura continua. Anzi, quasi ricomincia: il 28 aprile 2016 prendeva il via il concorsone, che ha visto impegnati 165mila candidati per 63mila posti. Oggi, a praticamente un anno di distanza dallo svolgimento di quei test, mentre alcune Regioni ancora attendono con ansia le graduatorie, migliaia di insegnanti tornano sui banchi per sostenere l’esame che può valere l’assunzione nella scuola pubblica. Altre settemila prove suppletive, frutto dei ricorsi in tribunale e delle decisioni dei giudici che hanno riammesso aspiranti docenti che inizialmente erano stati esclusi dal bando. Per lo più si tratta di provvedimenti cautelari, ancora in attesa del giudizio di merito, quasi la metà in Campania. Ma per mettersi al riparo dal punto di vista legale, il ministero dell’Istruzione è stato costretto ad attrezzare un “secondo turno”. Sperando che sia l’ultimo.

Non c'è una sola cosa che il governo Renzi abbia fatto in modo decente. Osannato e presentato da tutti come l'unica speranza per l'Italia si è rivelato di una incompetenza raccapricciante. Ma per distogliere l'attenzione dalla propria inadeguatezza, dà dell'incompetente agli altri.

Nelle GAE ci sono ancora migliaia di persone in attesa di assunzione, perchè non esaurivano veramente questa graduatoria invece di spendere milioni di euri per un concorso concepito con i piedi? Solo in Italia coloro che vincono un concorso pubblico vivono nella paura che probabilmente non riceveranno mai la meritata cattedra a causa di tagli, movimenti di personale, rientri, legge 104,..... nonostante tutto o se la riceveranno dovranno ancora ulteriormente fare la cavia/cane dei referenti negli anni di prova, sì... perchè chi vince dovrà fare anche la PROVA (di uno o tre anni non ricordo bene), la quale se non superata ti rimanda a casa.

La lotta contro la scuola e l'università, allo scoccare dell'anniversario nel 2018, sarà infine conclusa con la capitolazione di ogni luogo di trasmissione del sapere, emblema dell'autoritarismo e della proprietà privata. Ciò che il terrorismo non è riuscito a fare dall'esterno dei palazzi del potere, lo sono riusciti a fare coloro che, rifluendo alla consuetudine borghese, si sono integrati alle istituzioni e le hanno infine corrotte.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari milionario?
E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari milionario?
(Torino)
-

Lo scrive sulla propria pagina facebook Gherardo Chirici, professore associato di Inventari forestali e telerilevamento presso Università degli Studi di Firenze
E se gli incendi estivi fossero provocati per incentivare un giro di affari...

Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia
Vittime e cavie della Mafia sanitaria. Ricordando la storia
(Torino)
-

La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna che da anni siamo vittime di “mafia sanitaria”.
La storia di Tina Anselmi, l’allora Ministro della Sanità nel 1979, ci insegna...

VIDEO Ufo avvistato dalla Stazione Spaziale. Ma la Nasa censura
VIDEO Ufo avvistato dalla Stazione Spaziale. Ma la Nasa censura
(Torino)
-

Nel video che vi mostriamo c’è qualcosa di clamoroso: un Ufo viene avvistato dalla Stazione Spaziale ma, all’improvviso, le comunicazioni vengono interrotte dalla Nasa. Ecco il filmato.
Chi vi dice che gli Ufo non esistono dovete rispondere con i fatti, con...

La Mussolini al Parlamento UE: SCIACQUATEVI LA BOCCA QUANDO PARLATE DELL'ITALIA! VIDEO
La Mussolini al Parlamento UE: SCIACQUATEVI LA BOCCA QUANDO PARLATE DELL'ITALIA! VIDEO
(Torino)
-

E’ una Alessandra Mussolini in grande spolvero quella che durante la seduta plenaria a Strasburgo del Parlamento Europeo ha risposto per le rime a chi ha accusato l’Italia in questi giorni.
E’ una Alessandra Mussolini in grande spolvero quella che durante la seduta...

Milioni di italiani costretti a chiedere aiuto per mangiare
Milioni di italiani costretti a chiedere aiuto per mangiare
(Torino)
-

I dati esaminati, relativi al 2017, presentati nel rapporto “La povertà alimentare e lo spreco in Italia”, fanno rabbrividire
Coldiretti: 2,7 milioni di italiani alla mensa dei poveri – di E.M. I dati...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati