Buon anno nuovo! LUCE E GAS PIU' SALATI NEL 2018....SALUTE!

(Firenze)ore 07:17:00 del 03/01/2018 - Categoria: , Denunce, Economia

Buon anno nuovo! LUCE E GAS PIU' SALATI NEL 2018....SALUTE!

Rincari in bolletta del 5,3 e del 5 per cento. Lo prevede l’Autorità per l’energia

Gas e luce più cari a partire dal 2018. La famiglia tipo registrerà un incremento del 5,3% per le forniture elettriche mentre per quelle gas del 5%. È quanto prevedel’aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori nei servizi di tutela comunicate dall’Autorità per l’energia secondo cui per l’elettricità è stato decisivo l’incremento dei prezzi all’ingrosso e dei costi per adeguatezza e sicurezza mentre per il gas arriva il previsto effetto invernale.

Previsioni

Nel dettaglio, spiega l’Authority di settore, l’aumento per l’energia elettrica è determinato dalla crescita dei costi di approvvigionamento, che contribuisce per circa +3,8% alla variazione complessiva della spesa per il cliente tipo. Rincaro che al suo interno comprende la variazione del +1,3% dei costi di acquisto, del +1,2% circa dei costi di dispacciamento e del +1,3% circa della componente di perequazione per il recupero tra costi di approvvigionamento attesi e quelli reali registrati nei trimestri precedenti. Il rialzo degli oneri generali di sistema contribuisce al +1,9% sulla spesa del cliente tipo, determinato per intero dalla variazione della componente degli oneri generali per la copertura degli incentivi alle imprese a forte consumo di energia, mentre sono stabili tutte le altre componenti.

I rialzi sono controbilanciati in parte dal calo delle tariffe di trasmissione, distribuzione e misura, -0,5% sulla spesa del cliente tipo. Si arriva così al +5,3% finale per la spesa complessiva del cliente tipo.

Gas

La variazione del gas è invece sostanzialmente legata alla crescita della componente “materia prima“‘, cioè all’aumento delle quotazioni del gas attese nei mercati all’ingrosso nel prossimo trimestre, anche per effetto della maggiore domanda dei mesi invernali. Incrementi all’ingrosso che sono influenzati anche dalla riduzione del 50% della capacità di utilizzo del gasdotto Tenp (il gasdotto che collega i giacimenti olandesi all’Italia) per manutenzione. Un leggero incremento, afferma l’Autorità, è dovuto anche alla componente relativa al trasporto. Aumenti in parte controbilanciati dalla riduzione, con il suo azzeramento, della componente per la gradualità nell’applicazione della riforma delle condizioni economiche del servizio di tutela. Riforma che mantiene legato l’aggiornamento dei prezzi di tutela ai prezzi all’ingrosso del maggior mercato gas europeo (il Ttf olandese), ancora più stabile rispetto al mercato italiano, pur in sviluppo, tutelando i consumatori da eccesive oscillazioni.

Luce

L’aumento dell’elettricità è in sintesi legato ad una serie di fattori concomitanti (ben 9), tutti al rialzo, che hanno portato ad una decisa crescita dei prezzi all’ingrosso nell’ultimo trimestre (+20% del Prezzo Unico Nazionale solo a novembre rispetto ad ottobre): la ripresa dei consumi (+1,6% la domanda elettrica in Italia nei primi 11 mesi del 2017), da confermare nel 2018, positiva come segno della ripresa delle attività produttive, ma con l’effetto parallelo di una risalita dei prezzi all’ingrosso; l’indisponibilità prolungata di alcuni impianti nucleari francesi, con una crescita delle quotazioni dell’elettricità all’ingrosso nel mercato d’oltralpe, che influenza al rialzo anche quello italiano e ne riduce i volumi importati dalla Francia; alcune limitazioni nei transiti di elettricità nella rete italiana, soprattutto nel Sud-Italia, comportando una riduzione complessiva dell’efficienza del sistema; la minore disponibilità della generazione idroelettrica nazionale per la scarsa idraulicità del periodo (il 2017 è l’anno più “arido” degli ultimi 200 anni), sostituita dalla più onerosa produzione delle centrali a gas; l’aumento stagionale dei prezzi all’ingrosso del gas a livello europeo (e quindi anche italiano) che ha contribuito a far innalzare i prezzi elettrici.

Da: QUI

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
(Firenze)
-

Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il blocco delle navi delle Ong imposto da Salvini e la mancia degli 80 euro concessi da Renzi?
Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il...

Reddito Base Incondizionato: guadagneremo in un futuro senza LAVORO
Reddito Base Incondizionato: guadagneremo in un futuro senza LAVORO
(Firenze)
-

Voglio iniziare con una domanda inquietante: secondo voi stiamo andando verso un futuro con più o meno posti di lavoro?
di Beppe Grillo – Voglio iniziare con una domanda inquietante: secondo voi...

La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
(Firenze)
-

Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi Tim, l’impatto delle politiche Bce su debito pubblico italiano e infine le aliquote dell’Imu da pagare lunedì prossimo.
Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi...

Siamo lo 0,01% della vita sulla Terra, e la stiamo uccidendo
Siamo lo 0,01% della vita sulla Terra, e la stiamo uccidendo
(Firenze)
-

E’ ufficiale: siamo la peste della Terra. Lo si sapeva già, ma ad aggravare il quadro provvede una sconvolgente ricerca statistica: i 7,6 miliardi di umani rappresentano solo lo 0,01% di tutti gli esseri viventi.
E’ ufficiale: siamo la peste della Terra. Lo si sapeva già, ma ad aggravare il...

Come utilizzano i dati dei nostri social
Come utilizzano i dati dei nostri social
(Firenze)
-

Quando nacque il web, era davvero un luogo diverso, statico. Fatto di pagine create o da chi aveva uno staff o da individui esperti di informatica, per quei tempi.
Quando nacque il web, era davvero un luogo diverso, statico. Fatto di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati