Boschi nei guai! Ecco il nuovo scandalo!

MILANO ore 11:06:00 del 20/04/2016 - Categoria: Denunce, Politica - Boschi

Boschi nei guai! Ecco il nuovo scandalo!

Ne parla il Resto del Carlinoche ha ricostruito tutta la vicenda cominciata nel 2007 quando alla procura di Arezzo arriva un esposto in cui si denuncia l’acquisto sotto costo della tenuta e il successivo frazionamento per ricavare il massimo dai lotti ven

La fattoria, una villa padronale, diversi annessi e 150 ettari di terreni, è dell’Università di Firenze che la mette all’asta per oltre 9 milioni e poi la cede a trattativa privata. Ad aggiudicarsela – scrive sempre Il Resto del Carlino – è  società cooperativa agricola Valdarno Superiore, di cui Boschi è presidente del consiglio di amministrazione. La coop cede la tenuta a un’altra società, appena costituita, denominata Fattoria di Dorna. Boschi detiene il 90% delle quote.

Una nuova grana per Pierluigi Boschi, ex vice presidente Bpel, è stato indagato e poi prosciolto dopo la compravendita di una tenuta agricola, la Fattoria di Dorna, a Badia Pino. Ne parla il Resto del Carlinoche ha ricostruito tutta la vicenda cominciata nel 2007 quando alla procura di Arezzo arriva un esposto in cui si denuncia l’acquisto sotto costo della tenuta e il successivo frazionamento per ricavare il massimo dai lotti venduti.

UN CASTELLO DA 9 MILIONI DI EURO COMPRATO IN NERO: QUELLO CHE LA BOSCHI NON TI RACCONTA SU SUO PADRE

Il pm Rossi prosegue le indagini con l’accusa di evasione fiscale per il pagamento in nero. Resta solo l’illecito fiscale che Boschi corre a coprire: paga la multa all’Agenzia delle Entrate e ne paga anche una seconda a Bankitalia. Il versamento in nero viola la normativa antiriciclaggio sul massimo di contante utilizzabile, che certo non arriva ai 250mila euro riscossi.

La vicenda – Nell’esposto si sottolineano irregolarità nelle modalità di vendita dei lotti il fascicolo viene affidato a Roberto Rossi, allora semplice sostituto.  La Guardia di Finanza, su mandato di Rossi, perquIsisce sia casa Boschi sia quelle degli acquirenti dei lotti: nella residenza romana di uno dei proprietari – tale Apollonio – spuntano le fotocopie di banconote da 500 euro per un totale di 250mila. Apollonio racconta che Boschi ha preteso da lui 250mila euro al nero per acquistare la proprietà.

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Contratto GOVERNO: sgravi per gli asili nido solo alle famiglie italiane
Contratto GOVERNO: sgravi per gli asili nido solo alle famiglie italiane

-

Nell’intesa siglata da Matteo Salvini e Luigi di Maio sono stati inseriti gli sgravi per gli asili nido, ma solo per le famiglie italiane. Nel contratto Salvini aggiunge la “ruspa”: verranno smantellati anche i campi rom autorizzati e regolari.
Luigi Di Maio e Matteo Salvini stanno limando gli ultimi punti prima di...

JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!
JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!

-

La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano Angelo Pisani si tratta di “pubblicità ingannevole”.
La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano...

L'Aquila: scuole ricostruite dopo il terremoto? ZERO!
L'Aquila: scuole ricostruite dopo il terremoto? ZERO!

-

A quasi 9 anni la situazione è invariata, nessun edificio scolastico è stato ricostruito
I bambini nati dopo il 2007, a L’Aquila, potrebbero essere definiti la...

Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!
Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!

-

Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Casellati, per avviare un confronto sul tema dell’abolizione dei vitalizi, mettendo tuttavia in guardia i vertici delle istituzioni sul rischio incostituzionalità di
Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed...

Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'
Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'

-

Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte europea per una serie di infrazioni di tipo ambientale: la questione degli olivi e della Xylella, l’inquinamento da pm10 e la gestione dei rifiuti radioattivi.
Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati