Bonus Cultura: cosa sapere

(Roma)ore 23:19:00 del 25/08/2016 - Categoria: Lavoro, Nuove Leggi

Bonus Cultura: cosa sapere

Il finanziamento totale previsto dalla legge di stabilità varata nel 2015 consta di 290 milioni di euro e verrà elargito a una platea totale di 574.593 giovani neo-diciottenni, di nazionalità italiana, europea o extracomunitaria purché muniti di regolare

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

Previsto dall'ultima legge di stabilità approvata lo scorso anno, il "bonus diciottenni" prevede l'erogazione di un voucher a scalare da 500 euro che potrà essere speso attraverso l'applicazione 18app, che fungerà inoltre da portafoglio elettronico e permetterà l'acquisto di determinati beni e servizi selezionati anche via web. Il finanziamento totale previsto dalla legge di stabilità varata nel 2015 consta di 290 milioni di euro e verrà elargito a una platea totale di 574.593 giovani neo-diciottenni, di nazionalità italiana, europea o extracomunitaria purché muniti di regolare permesso di soggiorno. Nella prima versione del "bonus cultura", il mini-assegno era previsto venisse erogato ai soli diciottenni di nazionalità italiana, ma denunciata l'evidente discriminazione che avrebbe tagliato fuori migliaia di ragazzi nati e cresciuti in Italia da genitori stranieri, si puntò ad estenderlo – mantenendo intatta la cifra stanziata – anche agli altri neo-maggiorenni, grazie a un emendamento del governo.

Il bonus cultura arriverà quindi nelle tasche dei diciottenni italiani il prossimo 15 settembre e ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2017 per spenderlo. Il segretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, titolare dell'iniziativa governativa, ha dichiarato: "18app manda un messaggio preciso: quello di una comunità che ti accoglie nella maggiore età ricordandoti quanto siano cruciali i consumi culturali, per il tuo arricchimento personale e per irrobustire il tessuto civile di tutto il Paese. E per una volta i fondi per promuovere la cultura non sono ripartiti dalla burocrazia ma dalle decisioni di migliaia di giovani. I soldi andranno laddove si indirizzeranno le scelte dei 18enni".

 

A QUASI 9 MESI DI DISTANZA DALL'ANNUNCIO, IL TANTO ATTESO "BONUS CULTURA" DESTINATO AI GIOVANI NATI NEL 1998 E CHE QUINDI DIVENTERANNO MAGGIORENNI NEL 2016 STA FINALMENTE PER ARRIVARE E DAL 15 SETTEMBRE SARÀ POSSIBILE USUFRUIRNE PER ACQUISTARE LIBRI, INGRESSI A MOSTRE, MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE, BIGLIETTI PER CINEMA, TEATRI, CONCERTI, EVENTI, FIERE E CHI PIÙ NE HA PIÙ NE METTA.

 



Per usufruire materialmente della somma messa a disposizione dei ragazzi, sarà necessario registrarsi a uno dei cinque provider internet selezionati – Poste, Aruba, Tim, Infocert e Sielte – per ottenere lo "Spid" ovvero la propria identità personale, che successivamente permetterà di accedere ai servizi online forniti dalla Pubblica amministrazione. Una volta effettuata la registrazione, il diciottenne provvederà a scaricare "18app" dai siti dedicati – www.18app.it oppure www.diciottoapp.it – sul proprio smartphone o tablet e infine, inserendo i dati di login forniti da Spid, accederà al sistema che subito genererà il voucher da 500 euro spendibili entro il 31 dicembre 2017. Per poter acquistare i beni e servizi desiderati, il diciottenne potrà scegliere di rifornirsi dagli esercenti individuati dal ministero dei Beni e delle attività culturali. Nella 18app, infatti, è stato caricato un lungo elenco di negozi, biblioteche, librerie, cinema, musei e teatri autorizzati a vendere beni e servizi facenti parte di determinate categorie merceologiche. Per evitare che i ragazzi spendano i 500 euro in oggetti non propriamente definibili come "culturali" – ad esempio vestiti, scarpe, borse o ingressi in discoteca – il voucher erogato con il "Bonus cultura" sarà legato appunto all'acquisto di beni di determinate categorie merceologiche, sia online che in negozio e non sarà quindi possibile utilizzarlo per comprare ciò che non rientra nella lista stilata dal ministero, che comprende:

acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste;
acquisto di hardware e software;
iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali
rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;

Autore: Samuele

Notizie di oggi
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
Il lavoro e' un male sociale: godetevi la vita
(Roma)
-

Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello spettacolo moderno, il lavoro non è una catastrofe naturale.
Contrariamente ad una idea diffusa ad arte dai centri di condizionamento dello...

L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
L'uomo e' ormai un lavoratore scemo, povero e che non si ribella
(Roma)
-

L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe ripudiare. Ci adattiamo a mangiare cibo spazzatura, a respirare veleni, a stare in coda un’ora al mattino in tangenziale per andare al lavoro e un’altra ora la sera per tornare a casa.
L’uomo è un animale adattabile: si adatta anche alle cose che dovrebbe...

I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!
I soldi del lavoro? Spesi in carri armati e missili, MA NESSUNO NE PARLA!
(Roma)
-

In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a occuparsi del decreto della presidenza del consiglio che deve decidere la ripartizione di 46 miliardi di un fondo di investimenti (previsti fino al 2032) che la scorsa legge
In questi giorni la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a...

Scuola aperta anche d'estate: cosa ne pensate??
Scuola aperta anche d'estate: cosa ne pensate??
(Roma)
-

Le idee sarebbero pure buone: peccato però che siamo in Italia. Ovvero in un Paese in cui non esistono fondi nemmeno per istituire corsi alternativi per l'ora di religione; figuriamoci se ve ne sono per l'apertura estiva!
Le idee sarebbero pure buone: peccato però che siamo in Italia. Ovvero in un...

Lavorare in Estate, patire le PENE DELL'INFERNO in FABBRICA
Lavorare in Estate, patire le PENE DELL'INFERNO in FABBRICA
(Roma)
-

NON TUTTI HANNO LA FORTUNA DI PASSARE L'ESTATE ALL'INTERNO DI UN UFFICIO CONDIZIONATO, DOVE L'ARIA GIRA FRESCA TUTTO IL GIORNO. 
NON TUTTI HANNO LA FORTUNA DI PASSARE L'ESTATE ALL'INTERNO DI UN UFFICIO...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati