BOLZANO NELLA STORIA: ABOLITE LE DOMENICHE LAVORATIVE!

(Bolzano)ore 20:48:00 del 25/11/2017 - Categoria: , Lavoro

BOLZANO NELLA STORIA: ABOLITE LE DOMENICHE LAVORATIVE!

A Bolzano il Consiglio provinciale, dopo le numerose proteste e manifestazioni cittadine, ha finalmente deciso di abolire le domeniche lavorative obbligatorie, divenendo così la prima città d'Italia a dare il buon esempio in termini di civiltà e di rispet

A Bolzano il Consiglio provinciale, dopo le numerose proteste e manifestazioni cittadine, ha finalmente deciso di abolire le domeniche lavorative obbligatorie, divenendo così la prima città d'Italia a dare il buon esempio in termini di civiltà e di rispetto verso l'essere umano che oltre al diritto di lavorare deve avere anche quello di vivere la sua vita serenamente.

«Bisogna tornare ad aver rispetto per la nostra cultura e la nostra famiglia», spiega Andrea Pöder dopo aver presentato la mozione in consiglio comunale, che aggiunge poi:

"Noi siamo vicini all’Austria e al mondo tedesco: lì i negozi, di domenica, sono chiusi e vivono benissimo"

Unica eccezione la Domenica prima di Natale.
Ma non credete che questa decisione sia stata presa così alla leggere, perché se siamo arrivati ad ottenere questo è soprattutto grazie all'incessante lotta di commessi e commesse che, stufi di essere chiamati le domeniche a lavorare e non avendo così mai tempo da dedicare ai propri figli o ai propri amori, si sono uniti, hanno organizzato manifestazioni e proteste, hanno sporto denunce ed alla fine hanno vinto, nonostante le minacce di licenziamento ricevuto dai loro "datori di lavoro" che hanno a cuore solo il profitto e mai il benessere dei propri dipendenti.

Risultati immagini per protesta commesse bolzanoCerto un medico o un ristoratore sanno che devono lavorare anche la domenica, ma nel caso del medico ci troviamo di fronte ad un mestiere importante, ci sono in ballo vite umane da salvare, e nel caso del ristoratore invece sappiamo che la clientela spesso esce nel weekend per pranzare o cenare fuori casa, ma i centri commerciali dobbiamo per forza occuparli la Domenica?
Non possiamo attendere lunedì per acquistare la saponetta, il deodorante o la coca cola?!
Che bisogno c'è di renderci complici di schiavizzare i nostri simili?

Iniziamo a rispettare i nostri simili come NOI vorremmo essere rispettati e allora, un pò alla volta, saremmo tutti liberi dalle catene della schiavitù del lavoro

Da: QUI

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni
Non e' vita lavorare ogni domenica, commessa si licenzia dopo 20 anni
(Bolzano)
-

La leader del movimento “Domenica no grazie, Tiziana D’Andrea, racconta delle telefonate che riceve dalle ex colleghe che denunciano condizioni di lavoro inaccettabili
“Lavorare tutte le domeniche mi ha stravolto la vita. Dopo 20 anni di lavoro...

Viceministro Economia: da Gennaio pensioni MINIME A 780 EURO
Viceministro Economia: da Gennaio pensioni MINIME A 780 EURO
(Bolzano)
-

Laura Castelli (M5S): “Da gennaio le pensioni minime verranno portate a 780 euro”
Il viceministro all’Economia Laura Castelli (M5S) assicura che il reddito di...

Negozi chiusi di domenica: ECCO PERCHE' E' GIUSTO!
Negozi chiusi di domenica: ECCO PERCHE' E' GIUSTO!
(Bolzano)
-

Negozi: basta col terrorismo, chiudere la domenica non è una tragedia
Negozi: basta col terrorismo, chiudere la domenica non è una tragedia – di...

Insegnanti italiani meno pagati d'Europa (peggio solo la GRECIA)
Insegnanti italiani meno pagati d'Europa (peggio solo la GRECIA)
(Bolzano)
-

Insegnanti italiani sempre più poveri, sono tra quelli con lo stipendio più basso in Europa. 
Insegnanti italiani sempre più poveri, sono tra quelli con lo stipendio più...

Stipendi dei GIOVANI piu' bassi del 36% rispetto a quello dei PADRI
Stipendi dei GIOVANI piu' bassi del 36% rispetto a quello dei PADRI
(Bolzano)
-

Trovarlo, il lavoro, è il primo problema, in un Paese in cui il tasso di occupazione per gli under 30 si ferma intorno al 33 per cento. 
Trovarlo, il lavoro, è il primo problema, in un Paese in cui il tasso di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati