Bimbo scrive a Renzi: come mai racconti solo bugie? La lettera SHOCK

BARI ore 11:35:00 del 26/04/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Politica, Sociale - Matteo Renzi

Bimbo scrive a Renzi: come mai racconti solo bugie? La lettera SHOCK

Un bimbo scrive a Renzi: “Perche racconti bugie?” …Beata ingenuità. Fra qualche hanno, quando si renderà conto di non avere alcun futuro, capirà da solo: perchè è uno stronzo!

Un bimbo scrive a Renzi: “Perche racconti bugie?” …Beata ingenuità. Fra qualche hanno, quando si renderà conto di non avere alcun futuro, capirà da solo: perchè è uno stronzo!

Un solo consiglio ci sentiamo di dare al nostro (?)  Premier: può prendere per il culo tutti gli italioti adulti che si fanno prendere per il culo da lei, ma lasci stare i nostri bambini.

Caro Matteo, mi chiamo Enrico ed ho 8 anni, volevo dirti che le cose nella mia famiglia non vanno molto bene. Papà e mamma sono sempre nervosi, a volte, litigano. Sai, una volta sorridevano e mi facevano parecchie coccole, regali. Fino a 3 anni fa andavamo al sabato in pizzeria e al centro commerciale mi compravano il gelato (e qualche macchinina) Poi è arrivata la mia sorellina. Pensavo fossero più contenti. Sai, Matteo, eravamo sempre felici, una volta. Poi, mia mamma ha perso il lavoro e dice che con quanto porta a casa il mio papà non riusciamo neppure più a pagare le bollette e a mettere in tavola una cena decente. Negli occhi di mio papà vedo molta tristezza e delusione, spesso sento che ripete sempre una frase: “sono un fallito”. E’ una frase che ripeteva anche mio zio. Mia nonna ripete che, almeno, quando c’era la lira, si stava meglio. Quest’anno a Natale io e Agnese (la mia sorellina) non abbiamo neppure ricevuto un regalo e la prossima estate non andremo in vacanza, ma io vorrei tanto andare al mare! Sai, qui a Treviso d’estate fa un gran caldo e ci sono le zanzare. E poi i miei amici ci vanno e io a settembre non avrò nulla da raccontare a loro. Le cose sono peggiorate molto quando l’azienda di mio zio (che ci dava una grossa mano) è entrata in crisi. Lui voleva spostarsi in Svizzera, ma la zia ha etto di no, perchè bisognava aiutare gli operai che lavoravano con lui e dare un minimo di fiducia a questo Paese. Purtroppo, lo Stato gli doveva molti soldi e non glieli ha mai dati. Raccontava che, per giunta, Equitalia gli chiedeva parecchi soldi, inviando cartelle su cartelle. Io non ci ho mai capito granchè, ma lo vedevo sempre arrabbiato. Ripeteva: ”ho dato tutto per la mia azienda, ho lavorato, ogni sabato e domenica! e questi sono i risultati?” Così, si è indebitato con le banche e, nonostante gli sforzi, la sua azienda è fallita. Non ha retto, povero zio, e si è tolto la vita, lasciando una moglie e 4 figli.

Oggi la zia è aiutata dalla parrocchia e spesso va a mangiare alla Caritas. Mi sembra così strano! Fino a 5 anni fa avevano sempre il frigo e la tavola pieni di cose da mangiare! Da quel momento le cose sono ancor più peggiorate per tutti noi. Anche l’azienda di mio papà vuole chiudere ed andarsene dall’Italia. Io non capisco, ma mio papà mi dice che ci sono troppe tasse e usa termini difficili come burocrazia, globalizzazione, delocalizzazione. Io ho solo capito che le cose non funzionano come dovrebbero. Ho capito che il nostro paese va molto male, anche se sui giornali e nelle tv si dice che la crisi è superata. Gli ho raccontato delle belle cose che ci tu dici, ma mi ha risposto che tu hai sempre detto molte bugie. Allora, mi domando: racconti tante bugie anche a noi? I miei genitori mi hanno insegnato a non raccontarne, perchè tu lo fai? Le racconti anche ai tuoi bambini? Nella mia famiglia voteranno tutti per un comico che è sempre molto arrabbiato ma, almeno, non racconta bugie.

Dicono che forse è lui l’ultima speranza. Io non so più cosa pensare. L’altro giorno mia madre è tornata dal dentista e piangeva. Le ho chiesto se era per il male ai denti, ma mi ha detto che non era per quello. La sera, ho ascoltato che diceva al papà che il dentista le aveva fatto un preventivo di 8.000 euro. Mio papà si è alzato dalla sedia scuotendo la sua testa (sta perdendo tutti i capelli, poverino) e si è messo a piangere. Poi ha aperto la bottiglia del vino ed ha iniziato a bere. Ho sentito che dovranno chiedere dei soldi in banca e subito questa cosa mi ha fatto ripensare a mio zio. Ma le banche, non servono per prestare soldi a chi non ne ha? Altrimenti a cosa servono? Boh… Ora, io non chiedo tanto, ma vorrei che loro potessero tornare ad essere contenti. A volte litigano così tanto che non riesco neppure a sentire l’audio dei cartoni in tv. E poi se la prendono sempre con me.

Poi mi chiedono scusa, mi danno dei baci, ma mi sgridano sempre. Invece, ogni giorno la situazione peggiora. Sai, papà si è anche fatto crescere la barba e va spesso al bar con gli amici, dove ci sono le macchinette e mia mamma lo sgrida. Ma io non capisco: che male c’è se va a giocare con i suoi amici alle macchinette? Mio nonno dice che quelle macchinette sono infernali, che le ha inventate il Diavolo. Ma allora perchè permettono ai bar di tenerle? Mia nonna mi dice che io tra pochi anni me ne devo andare dall’Italia, perchè qui non c’è futuro. Ma io voglio restare qui, con i miei amici del calcio, con la mia sorellina e i miei genitori. Cosa posso fare io, Matteo? Tra pochi anni ho pensato che aiuterò mia zia Angela nel suo ristornate, anche se io vorrei studiare e diventare dottore, per curare i miei genitori e tutte le persone che soffrono. Ma credo che non potrò studiare. Cosa puo’ fare un bambino di 8 anni, Matteo? Tu puoi fare qualcosa per la mia famiglia? O ha ragione il papà e ci stai prendendo solo in giro? Vedi, Matteo, questa è la realtà delle nostre famiglie. Non è colpa nostra se abbiamo perso il sorriso. Ciao, Enrico

Autore: Sasha

Notizie di oggi
Francia, maestro legge Bibbia in classe? SOSPESO!
Francia, maestro legge Bibbia in classe? SOSPESO!

-

Un insegnante francese di una scuola elementare, Matthieu Faucher, 37 anni, è stato multato e trasferito per aver osato leggere in classe alcuni passi della Bibbia e aver mostrato il capolavoro di Pier Paolo Pasolini Il Vangelo secondo Matteo
Un insegnante francese di una scuola elementare, Matthieu Faucher, 37 anni, è...

Musulmani d'Italia contro il Natale: 'URTA LA SENSIBILITA' ISLAMICA'
Musulmani d'Italia contro il Natale: 'URTA LA SENSIBILITA' ISLAMICA'

-

Se agli islamici non piace il Natale a noi non ce ne potrebbe fregare di meno.
Se agli islamici non piace il Natale a noi non ce ne potrebbe fregare di meno....

Poveri, i nipoti stanno peggio dei nonni: MA LA PRIORITA' DEL GOVERNO E' LA LEGGE ELETTORALE!
Poveri, i nipoti stanno peggio dei nonni: MA LA PRIORITA' DEL GOVERNO E' LA LEGGE ELETTORALE!

-

I figli stanno peggio dei genitori, i nipoti peggio dei nonni. In Italia la povertà tende a crescere al diminuire dell’età.
I figli stanno peggio dei genitori, i nipoti peggio dei nonni. In Italia...

Mentre SPRECHIAMO DENARO per Natale, in Africa UN VIRUS peggio della morte nera
Mentre SPRECHIAMO DENARO per Natale, in Africa UN VIRUS peggio della morte nera

-

Il Malawi si sta organizzando per difendersi dall’epidemia di peste dal Madagascar, come riportato dal Daily Mail, dove si evidenzia che la malattia non cessa di diffondersi su tutto il territorio dell’isola africana
Il Malawi si sta organizzando per difendersi dall’epidemia di peste dal...

L'Euro e' una FOLLIA! LO DICEVA DRAGHI PRIMA DI DIVENTARE MASSONE
L'Euro e' una FOLLIA! LO DICEVA DRAGHI PRIMA DI DIVENTARE MASSONE

-

La notizia è di quelle clamorose: anche Mario Draghi giudicava l’euro una sciocchezza economica.
Erano gli anni Settanta ed il futuro presidente della Bce, allora studente di...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati