Avellino ultime notizie: “sto morendo, ma all’ospedale Moscati ho trovato gli angeli”!

AVELLINO ore 22:07:00 del 18/08/2015 - Categoria: Curiosità, Salute - Ospedale

Avellino ultime notizie: “sto morendo, ma all’ospedale Moscati ho trovato gli angeli”!

Avellino ultime notizie: “sto morendo, ma all’ospedale Moscati ho trovato gli angeli”!Questa è una storia di BUONA SANITA’, quella sanità che tanto desiderano gli italiani, ma che faticano a trovare.

Questa è una storia di BUONA SANITA’, quella sanità che tanto desiderano gli italiani, ma che faticano a trovare.

«Voglio dire grazie a tutti loro. Ho visto infermieri, tra mille difficoltà ed emergenze, affrontare il turno di lavoro anche gonfiando guanti di plastica per creare distrazioni a bambini che piangevano. A tutte queste persone dico grazie»Avellino.  

Questa è la storia di Ciro. Il nome indicato è di fantasia, perchè questo signore di oltre settantanni chiede un giusto anonimato mentre lotta per la vita. «Sono un malato terminale e se contatto una redazione giornalistica è solo perchè sento forte il bisogno di raccontare che all'ospedale Moscati ho incontrato e conosciuto degli angeli». Nella sua telefonata la voce di Ciro si spezza, trema. A volte sembra quasi che quel signore voglia interrompere la comunicazione. «Voglio solo dire grazie - racconta -. Molto spesso sento, leggo, tante notizie di malasanità. Per questo ho sentito il dovere, il piacere di raccontarvi la mia personale esperienza. Sono malato, lotto per la vita da tempo e ho trascorso i tre giorni del Ferragosto ricoverato, per l'ennesimo brutto scherzo della mia malattia, al Pronto Soccorso del Moscati. Qui ho conosciuto gli angeli. Quello che sto ricevendo, ora dopo ora, tra queste corsie è indescrivibile.

Leggo il nome di questi uomini, queste donne sui loro cartellini. Un dottore si chiama Vallefuoco un infermiere Litto. Ma sono solo due nomi di una intera equipe di persone perbene, uniche e soprattutto vicine ai dolori grandi di tante esistenze. Non voglio impietosire nessuno, ma raccontare qualcosa di molto vero che accade ogni ora in tante strutture ospedaliere, nei reparti, tra le corsie. Dietro i numeri ci sono tante storie, persone. Destini come il mio o diversi, in cui resta la traccia di persone speciali, mi piace chiamarli angeli di un pronto soccorso affollatissimo, tra tagli cronici di risorse economiche ed umane, in cui c'è chi lotta e riesce a fare il proprio lavoro riuscendo a dare a persone che soffrono: calore, vicinanza, presenza e la migliore delle assistenze. Voglio dire grazie a tutti loro. Ho visto infermieri, tra mille difficoltà ed emergenze, affrontare il turno di lavoro anche gonfiando guanti di plastica per creare distrazioni a bambini che piangevano. A tutte queste persone dico grazie per raccontare come, oltre le porte chiuse di un reparto, avvengano ogni giorno piccoli o grandissimi miracoli. Grazie».

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Cibo progettato per toglierci la capacita' di pensare
Cibo progettato per toglierci la capacita' di pensare

-

Le scoperte di Mike Adams,ricercatore indipendente,sul cibo immesso nella grande distribuzione alimentare, promosso qualche mese fa dall’Expo, fanno mettere le mani nei capelli.
Le scoperte di Mike Adams,ricercatore indipendente,sul cibo immesso nella grande...

Cozze pericolose: contaminazione batteria in tutta Italia
Cozze pericolose: contaminazione batteria in tutta Italia

-

Cozze ritirate dal mercato: è scattato in questi giorni in tutta Italia l’allarme per le cozze vive refrigerate che, secondo le analisi condotte sui mitili, sarebbero contaminate oltre i limiti consentiti dalla legge dal batterio Escherichia Coli.
Cozze ritirate dal mercato: è scattato in questi giorni in tutta Italia...

7 domande per insegnare a un bambino come reagire a una situazione pericolosa
7 domande per insegnare a un bambino come reagire a una situazione pericolosa

-

Insegnare ai bambini la sicurezza personale è importante quanto insegnare loro a leggere o scrivere.
Insegnare ai bambini la sicurezza personale è importante quanto insegnare loro a...

10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze
10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze

-

Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che vivessimo nel peggiore dei mondi possibili e che la felicità fosse solo un’illusione.
Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che...

Forno a microonde: tutte le malattia collegate
Forno a microonde: tutte le malattia collegate

-

Durante la Seconda Guerra Mondiale , due scienziati hanno inventato un tubo a microonde chiamato magnetron .
Durante la Seconda Guerra Mondiale , due scienziati hanno inventato un tubo a...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati