Autovelox fantasma: la verità

NAPOLI ore 18:04:00 del 11/04/2016 - Categoria: Cronaca, Denunce, Motori - Autovelox

Autovelox fantasma: la verità

Il dispositivo può essere spostato dalla pattuglia di turno che lo allestisce e si procede con multe immediate”.

NUOVO TRAPPOLONE SULLE STRADE ITALIANE: ARRIVA L’AUTOVELOX FANTASMA. IL DISPOSITIVO PUO’ ESSERE SPOSTATO DA UN POSTO ALL’ALTRO PER EVITARE CHE GLI AUTOMOBILISTI IMPARINO I PUNTI IN CUI RALLENTARE. L’ESPERIMENTO A ManiAGO, IN PROVINCIA DI PORDENONE

Dopo le multe a strascico, dopo i velox montati sulle auto della municipale, ora arrivano i “bidoni velox” fantasma. L’idea è venuta all’amministrazione di Maniago, un piccolo Comune in provincia di Pordenone

ARRIVA L’AUTOVELOX FANTASMA: ECCO COME FUNZIONA L’ULTIMA INFAMATA PER FARE SOLDI AI DANNI DEGLI ITALIANI

L’amministrazione comunale di Maniago ha spiegato al Gazzettino questa nuova idea: “Il meccanismo è il medesimo degli altri bidoni arancioni, soltanto che l’effetto deterrenza dovrebbe essere ancora maggiore perché sfrutta il fattore sorpresa e, quindi, impone la massima attenzione al rispetto costante dei limiti di velocità, non sapendo dove potrà essere posizionato. Il dispositivo può essere spostato dalla pattuglia di turno che lo allestisce e si procede con multe immediate”.

Lo hanno chiamato “autovelox fantasma”. Che compare e scompare da un giorno all’altro, togliendo agli automobilisti la possibilità di “registrare” dove rallentare per evitare una multa.

Gli automobilisti hanno notato che una colonnina arancione montata lungo la strada la sera, era sparito qualche ora dopo. E non per colpa dei vandali. A spostarlo sono gli stessi agenti della pattuglia di turno, che lo allestiscono per fare le multe a chi sgarra sui limiti di velocità.

 In pratica, le colonnine arancioni non saranno mai nello stesso punto. Impossibile quindi ricordarsi ogni volta dove è collocato, rallentando quando si è nei pressi del velox. Oggi potrebbe essere qui, domani chissà. E la nuova frontiera dell’autovelox.

Autore: Alberto

Notizie di oggi
Toronto: furgone killer uccide 10 persone. Video
Toronto: furgone killer uccide 10 persone. Video

-

Il bilancio ufficiale parla anche di 15 feriti. Arrestato il guidatore: sarebbe uno studente 25enne di origini armene
Panico a Toronto, dove un van di colore bianco è piombato su una piccola...

Meglio dottori criminali che onesti? Due pesi e due misure
Meglio dottori criminali che onesti? Due pesi e due misure

-

L’elenco dei medici indagati, arrestati e incriminati dalla magistratura è lunghissimo
Non passa giorno senza che la cronaca elenchi casi di camici bianchi corrotti,...

Addio Mose – Sta affondando sotto la marea burocratica
Addio Mose – Sta affondando sotto la marea burocratica

-

La marea burocratica affonda il Mose. Così 8 miliardi si inabissano in laguna
Ordinanze prefettizie, interventi dell’Autorità nazionale anticorruzione e ora...

La Storia conferma: il mito DEMOCRATICO e' FALLITO
La Storia conferma: il mito DEMOCRATICO e' FALLITO

-

Abbiamo un grosso problema. Si chiama “mito democratico”. Cosa sia questa democrazia, in realtà, è una delle domande più difficili da porre alla modernità.
Abbiamo un grosso problema. Si chiama “mito democratico”. Cosa sia questa...

GENDERLESS: Con la scusa delle liberta' la natura e' stata MESSA DA PARTE!
GENDERLESS: Con la scusa delle liberta' la natura e' stata MESSA DA PARTE!

-

Con la scusa delle libertà l’uomo sta sempre più violentando la parte intima della natura.
Con la scusa delle libertà l’uomo sta sempre più violentando la parte intima...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati