Auto Elettriche: cosa sapere

(Genova)ore 07:29:00 del 17/10/2016 - Categoria: Motori, Tecnologia

Auto Elettriche: cosa sapere

Questi hanno succhiato il sangue ai cittadini con i derivati del petrolio, adesso lo faranno con le batterie!

Sono stime che, va detto, si basano sull’attuale assetto di produzione dell’energia, che contempla un considerevole numero di centrali a carbone: sarà necessario procedere, in parallelo, con programmi di supporto alle fonti rinnovabili. Oltre a questo, va tenuto conto della possibilità di utilizzare le stesse batterie usate come fonti energetiche.

Un recente documento redatto dall’Agenzia europea per l’Ambiente ha sollevato una delicata questione: nel caso delle centrali elettriche a carbone, l’aumento di biossido di zolfo che scaturisce dai processi di produzione energetica potrebbe, entro il 2050, risultare superiore di cinque volte in confronto a un panorama viario senza veicoli elettrici.

 

Si tratta di un progetto dalla doppia finalità: lo sviluppo della mobilità a zero emissioni – che sembra seguire, a livello comunitario, i programmi guida anticipati nei mesi scorsi da Norvegia e Olanda, che intendono dare un concreto giro di vite alle autovetture a combustione interna, e diesel in particolare – attraverso l’obbligo, per ogni abitazione che sarà ristrutturata, a dotarsi di un punto di ricarica per veicoli elettrici; e, a più lungo termine, la possibilità che le stesse vetture elettriche possano immettere energia elettrica nella rete nazionale, con una inversione di flusso, per compensare eventuali mancanze energetiche nel caso di fornitura da fonti rinnovabili.

La UE scommette sul rafforzamento delle infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici, attraverso un piano che prevede l’installazione di un “hub” di ricarica per ogni abitazione.

Auto elettriche? Ma c'è qualcuno che credeva che le aziende sanguisughe che gestiscono l'energia prodotta dal petrolio mollassero la presa ?Questi hanno succhiato il sangue ai cittadini con i derivati del petrolio, adesso lo faranno con le batterie!Se un domani qualcuno dovesse mettere sul mercato una automobile che trasforma l'aria che respiriamo in energia per fare muovere il veicolo, le stesse sanguisughe farebbero in modo che oltre a fare pagare l'aria per le automobili, si pagasse anche l'aria che respiriamo.

Alcuni esempi arrivano da Renault, che in base a un accordo siglato con Connected Energy dichiara la possibilità di impiegare le batterie esauste come “centrali” per lo stoccaggio e la ricarica, alimentandole con fonti solari o eoliche; da BMW, che recentemente ha inaugurato una “power station” nei processi di Amburgo per l’impiego delle batterie “a fine vita” già utilizzate per l’alimentazione di veicoli elettrici; e Mercedes, che ha in cantiere la realizzazione di un centro di stoccaggio batterie da veicoli elettrici.

Il progetto in fase di studio da parte dell’Unione Europea è chiaramente finalizzato alla drastica riduzione delle emissioni. Esiste, tuttavia, una questione da tenere nel debito conto: il problema delle emissioni del biossido di zolfo (SO2).

 

Lo stabilisce un abbozzo di regolamento, reso noto nelle scorse ore, che potrebbe essere pubblicato entro la fine di quest’anno ed operativo già nel 2019. Nello specifico, viene stabilito anche il 2023 come anno entro il quale il 10% almeno delle aree di parcheggio all’interno degli edifici dovrà avere le proprie colonnine di ricarica.

Autore: Luca

Notizie di oggi
Shazam, nuovo aggiornamento! Ecco le news
Shazam, nuovo aggiornamento! Ecco le news
(Genova)
-

DA QUALCHE ora Shazam, l’applicazione per scoprire come si chiama la canzone che stai ascoltando in auto, alla radio di casa o dovunque ci sia una fonte sonora abbastanza chiara, è tutto nuovo.
DA QUALCHE ora Shazam, l’applicazione per scoprire come si chiama la canzone che...

Weibo, il social cinese batte Twitteer!
Weibo, il social cinese batte Twitteer!
(Genova)
-

Sulla base degli ultimi dati trimestrali del gruppo, nei primi tre mesi del 2017 la principale piattaforma cinese di microblogging ha infatti contato 340 milioni di utenti mensili attivi, contro i 328 milioni utenti operativi su Twitter (che in Cina è blo
WEIBO sorpassa Twitter per numero di utenti attivi. Sulla base degli ultimi dati...

Revisione Auto, guida
Revisione Auto, guida
(Genova)
-

Per quanto riguarda la periodicità del collaudo le regole restano invariate, ovvero  il primo  fissato dopo quattro anni dall’immatricolazione e le verifiche successive con cadenza biennale.
L’ EUROPA “METTE BOCCA” ANCHE SULLA REVISIONE AUTO E IMPONE UNA NUOVA DIRETTIVA...

Bosch: la nuova tecnologia della guida autonoma
Bosch: la nuova tecnologia della guida autonoma
(Genova)
-

Nei prossimi due lustri lo sviluppo e la diffusione della guida autonoma coinvolgeranno ogni comparto delle automobili: dai sistemi di propulsione e trasmissione ai freni, passando per lo sterzo, gli strumenti di visualizzazione, la navigazione e i sensor
Nei prossimi due lustri lo sviluppo e la diffusione della guida...

OnePlus 5, ecco le specifiche tecniche
OnePlus 5, ecco le specifiche tecniche
(Genova)
-

L’azienda cinese ha confermato attraverso i suoi profili social che il OnePlus 5 arriverà entro la fine dell’estate (presumibilmente entro giugno) e che come al solito sarà ricco di sorprese.
A poco più di un mese dalla presentazione ufficiale, il OnePlus 5 non è più un...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati