Aumenti selettivi Iva per chi paga in contanti: come funzionano

(Campobasso)ore 18:17:00 del 03/10/2019 - Categoria: , Economia, Guide, Lavoro

Aumenti selettivi Iva per chi paga in contanti: come funzionano

AUMENTI SELETTIVI IVA - Mentre slitta l’approdo in Consiglio dei ministri della Nota di aggiornamento al Def, il governo lavora sulla lotta all’evasione fiscale e i partiti della maggioranza iniziano ad avanzare le loro richieste.

AUMENTI SELETTIVI IVA - Mentre slitta l’approdo in Consiglio dei ministri della Nota di aggiornamento al Def, il governo lavora sulla lotta all’evasione fiscale e i partiti della maggioranza iniziano ad avanzare le loro richieste.

Su tutto, un nodo da sciogliere: come abbattere il macigno di 23 miliardi di clausole Iva effetto della clausole di salvaguardia ed evitare che l’aliquota massima arrivi al 26,5% entro il 2022? La progressione delle aliquote Iva, infatti, previste dalla legge di Bilancio e dagli accordi con l’Unione europea prevede l’attuale Iva agevolata al 10% che potrebbe crescere all’11,5%, fino ad arrivare al 13%, nel 2020; un’Iva ordinaria al 22% in crescita al 24,2%.

Nel 2020, poi, crescita al 24,9%, fino al 25% dal 1° gennaio 2021. Senza misure alternative, l’attivazione della «clausole di salvaguardia» potrebbe portare l’aliquota ordinaria a toccare nel 2022 la quota record del 26,5%.

AUMENTI SELETTIVI IVA - Alla luce di tutto questo, cosa farà il governo giallorosso? Nella serata di ieri, 25 settembre, si sono rincorse varie ipotesi, tra le quali quella di riordinare le aliquote Iva, lasciando invariata solo quella ordinaria al 22% e facendo scattare aumenti selettivi per quelle agevolate.

Da Palazzo Chigi è arrivata secca la smentita: «Non è allo studio del governo nessuna ipotesi di aumenti selettivi dell’Iva». Il governo starebbe lavorando, invece, per cancellare l’aumento dell’Iva per 23 miliardi e qualsiasi anticipazione sulle modalità tuttora in via di definizione per conseguire l’obiettivo «non può che risultare infondata».
AUMENTI SELETTIVI IVA - Per quanto riguarda la quota 100, l’anticipo pensionistico introdotto dal precedente governo per chi ha almeno 62 anni d’età e 38 di contributi versati, si sta pensando a una stretta. L’obiettivo, ovviamente, è quello di risparmiare un poco disincentivando i lavoratori ad aderire alla misura. Si potrebbe intervenire sulla possibilità di ricevere compensi una volta andati in pensione: ad oggi chi sceglie la quota 100 può ricevere altri pagamenti per lavoro che non vadano oltre i 5mila euro lordi l’anno. Si potrebbe eliminare questa possibilità, riducendo a zero la soglia: chi sceglie quota 100, quindi, non potrebbe fare altro. Un disincentivo del genere potrebbe far diminuire ulteriormente il numero di domande, già ad oggi più basse del previsto.
Il punto principale di questa manovra, secondo quanto promesso dal governo, è il taglio del cuneo fiscale, ovvero delle tasse sul lavoro. Per farlo servono risorse. E non poche. Si parla di cinque miliardi. Una cifra che potrebbe bastare per un aumento del netto per chi guadagna fino a 1.500 euro. Ci dovrebbe essere comunque un limite reddituale: il taglio delle tasse e dei contributi – con una conseguente busta paga più alta – dovrebbe valere per i redditi fino a 26mila euro. Tra le ipotesi più probabili c’è quella di sostenere maggiormente i neo-assunti, quindi lavoratori tendenzialmente più giovani. I 5 miliardi necessari, spiega ancora il Messaggero, potrebbero arrivare proprio dalla rimodulazione delle aliquote Iva. C’è poi anche un’altra ipotesi allo studio, più semplice: quella di applicare un taglio immediato e forte da subito per i nuovi assunti e passare al taglio graduale del cuneo fiscale per chi ha già un contratto, con effetti quindi meno immediati.

Autore: Alberto

Notizie di oggi
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
(Campobasso)
-

Paghi la tassa sulla spazzatura? Hai diritto a viaggiare gratis sui mezzi cittadini
VIAGGI GRATIS SE PAGHI L'IMMONDIZIA - "Uno dei problemi più gravi che assillano...

Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Campobasso)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
(Campobasso)
-

La plastic tax sarà un vero e e proprio colpo per molte industrie del settore e a rimetterci saranno in particolare alcune regioni italiane.
TASSA SULLA PLASTICA, REGIONI E PRODOTTI PIU' COLPITI - Quali sono i prodotti...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Campobasso)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...

Stop alle aperture domenicali: e' giusto per tutelare i piccoli esercizi?
Stop alle aperture domenicali: e' giusto per tutelare i piccoli esercizi?
(Campobasso)
-

STOP ALLE APERTURE DOMENICALI, A CHE PUNTO SIAMO - Dopo un anno, Luigi Di Maio rilancia la vecchia battaglia pentastellata contro l'apertura domenicale degli esercizi commerciali, consentita dalle liberalizzazioni del governo Monti.
STOP ALLE APERTURE DOMENICALI, A CHE PUNTO SIAMO - Dopo un anno, Luigi Di Maio...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati