Atei stupidi? Scopriamolo insieme

NUORO ore 12:03:00 del 17/12/2014 - Categoria: Curiosità, Denunce, Editoria, Scienze, Sociale

Atei stupidi? Scopriamolo insieme

Atei stupidi? Scopriamolo insieme | L’analisi di Italiano Sveglia

L'intelligenza o la stupidita' non hanno niente a che fare con essere atei o credenti. E' importante, invece, capire quali sono i motivi per cui si fanno certe scelte e si arriva a certe conclusioni. Essere atei e' un errore linguistico perche' la parola ateo e' un anti-concetto logico. Non si può, in effetti, definire una persona correttamente dicendo ch'egli non crede in cio' che non esiste. E' normale e naturale non credere in mille cose che si possono immaginare, ma che non esistono.

Pero' non ci sono mille termini, uno per ogni cosa che non esiste, per definire questi concetti, proprio perche' sarebbero tutti anti-concetti inutili. Solo la parola ateo e' stata inventata in modo dispregiativo, non dagli atei, dai deisti! Essere ateo si riferiva a non essere stato educato nella religione monoteista, e quindi essere barbaro e retrogrado, ancora da educare nella conoscenza delle verita' mistiche. Soltanto recentemente, con la separazione tra Stato e Chiesa e' possibile identificarsi atei senza la paura di essere perseguitati.

Tutti siamo "atei" in effetti quando si tratta di tirar fuori concetti immaginari. Siamo a-babbonatale; a-mulivolanti; a-venusiani; cosi come siamo a-teus (senza credere in dio). L'ateismo non e' una credenza, e' una conclusione logica che non dovrebbe aver bisogno di una parola speciale. L'evidenza dei sensi e della logica ci dicono che non c'e' Babbo Natale e non e' necessario inventare una parola che ci identifichi non credenti in lui.

Invece, scegliere una religione con un Capo Supremo e' il risultato di motivi personali, non dell'evidenza dei sensi o della logica. I motivi possono variare infinitamente o essere un miscuglio di tanti motivi, fra i quali possiamo pensare ai seguenti: credo in Dio perche' ho paura di quello che potrebbe succedere quando muoio; credo in Dio perche' non so come l'universo s'e' formato, se 'e' sempre esistito o no, se c'e' o non c'e' l'evoluzione, ma l'universo e' talmente vasto e complesso mi pare giusto che sia il risultato di un'intelligenza vasta e suprema la cui grandezza io non posso concepire; sapere che Dio s'interessa di me e mi protegge mi da' conforto, quindi io credo nella sua esistenza; se dio non ci fosse, la vita per me non avrebbe nessun significato; Il pensiero di Dio e' dentro di me ed e' come se Dio mi parlasse, percio' sono convinto che esiste; Le persone che ammiro di piu' credono in Dio. Dunque deve esistere; Milioni di persone credono in Dio. Non possono sbagliarsi cosi in tanti!; Credere in Dio e' una forma di assicurazione. Se non c'e' non perdo niente. Se c'e' ho tutto di guadagnato. Tutti questi pensieri sono motivazioni, non prove dell'esistenza di Dio. Immaginatevi uno scienziato che ragioni in questo modo per scoprire se una medicina dovesse essere efficacie o no!

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
La felicita'? La trovi nel TEMPO, non nei SOLDI!
La felicita'? La trovi nel TEMPO, non nei SOLDI!

-

Fin da bambini siamo portati a credere che i soldi facciano la felicità. Riversiamo il nostro desiderio di sentirci bene sugli oggetti, come se fossero effettivamente l’origine del benessere.
Fin da bambini siamo portati a credere che i soldi facciano la felicità....

Genitori insopportabili sui Social: smettetela!
Genitori insopportabili sui Social: smettetela!

-

I genitori su Facebook possono essere tanto amabili quanto insopportabili: foto pubblicate a raffica, pareri non richiesti, commenti fuori luogo e condivisione di bufale.
Genitori e Facebook: quando queste due grandi forze si incontrano, i risultati a...

Terremoto nel Centro Italia, la ricostruzione e' un DISASTRO: CHE FINE HANNO FATTO LE PROMESSE?
Terremoto nel Centro Italia, la ricostruzione e' un DISASTRO: CHE FINE HANNO FATTO LE PROMESSE?

-

Muffa tossica nelle casette e caporalato nei cantieri post-sisma.
Prima Amatrice, poi Accumoli, infine Arquata del Tronto. Era l’11 giugno...

Droga, a Napoli nella piazza di spaccio minorenni usati come pusher e corrieri
Droga, a Napoli nella piazza di spaccio minorenni usati come pusher e corrieri

-

Il blitz nel quartiere di Ponticelli. Coinvolte dodici persone, tutte indagate per traffico e spaccio di droga
Bambini pusher o veri e propri corriere di droga: è questa la scoperta dei...

La Sicilia ha tra le mani un affare miliardario: ma alle lobby conviene?
La Sicilia ha tra le mani un affare miliardario: ma alle lobby conviene?

-

Agrumi: la Sicilia ha tra le mani un affare miliardario. Si chiama limonene e si trova nelle bucce delle arance. Se ne può fare un pesticida efficientissimo ma ecologico… Ma alle lobby conviene?
Agrumi: la Sicilia ha tra le mani un affare miliardario. Si chiama limonene e si...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati