Anteprima Call of Duty Mobile

(Palermo)ore 17:32:00 del 11/10/2019 - Categoria: , Videogames

Anteprima Call of Duty Mobile

RECENSIONE CALL OF DUTY MOBILE - Avviando la prima partita multigiocatore, avrete subito la risposta: innanzitutto, la selezione di mappe presenta ambientazioni provenienti da diversi capitoli della saga (Black Ops 1, Black Ops 2, Modern Warfare, WWII…),

 

RECENSIONE CALL OF DUTY MOBILE - Avviata l’app di Call of Duty Mobile, un corposo tutorial guiderà i nostri primi passi all’interno del gioco, illustrandoci le diverse opzioni disponibili e le principali modalità presenti nel titolo. Call of Duty Mobile, al momento della stesura di questo articolo, si divide in due modalità principali: la classica modalità multigiocatore e la battle royale, già vista in Black Ops 4. La terza modalità, dedicata agli ormai immancabili zombie, non è attualmente disponibile, e probabilmente ve ne parleremo in futuro, non appena l’update ad essa dedicato sarà disponibile. Per adesso, partiamo dalla modalità multigiocatore. Come da titolo del paragrafo, quando si parla di un franchise come Call of Duty si fa riferimento ad una serie che conta decine e decine di titoli al suo interno; è dunque legittimo chiedersi quali siano state le fonti di ispirazione di questo spin-off, tanto a livello di ambientazione quanto a livello di gameplay.

RECENSIONE CALL OF DUTY MOBILE - Avviando la prima partita multigiocatore, avrete subito la risposta: innanzitutto, la selezione di mappe presenta ambientazioni provenienti da diversi capitoli della saga (Black Ops 1, Black Ops 2, Modern Warfare, WWII…), senza offrire per adesso scenari originali. Questo farà la gioia dei veterani: sebbene il numero delle mappe sia eccessivamente basso, almeno per il momento, la loro qualità è senz’altro ineccepibile, con grandi ritorni del calibro di “Crossfire”, “Hijack”, “Firing Range”, la mitica “Nuketown” ed altre.

Non nelle partite amichevoli, però: giocando vi renderete conto ben presto che le stanze sono piene di utenti a dir poco inesperti oppure di bot che se ne stanno lì fermi a farsi bersagliare, rendendovi le cose fin troppo facili e consentendo una progressione molto veloce verso il livello d'esperienza necessario a sbloccare tutti i contenuti attualmente disponibili nel gioco.
I match classificati rappresentano insomma una scelta obbligata per chi desidera una sfida consistente, e infatti si rivelano fin da subito in grado di offrire situazioni più sfaccettate e impegnative, con rapidi capovolgimenti di fronte e attacchi a sorpresa. Prima di sperimentarli, però, sarà meglio aver trovato il miglior compromesso possibile per quanto concerne i controlli.

RECENSIONE CALL OF DUTY MOBILE - Activision ha rimosso il supporto per i controller fisici da Call of Duty: Mobile, e la cosa dispiace molto perché il gioco poteva davvero consentire a chiunque di cimentarsi con l'esperienza del celebre sparatutto in maniera rapida e gratuita. Magari la scelta è stata dettata dall'impossibilità di dividere gli utenti che fanno uso di joypad da quelli che ricorrono ai comandi touch, ma forse in futuro il publisher tornerà sui propri passi.
Non che al momento le cose vadano malissimo, tuttavia: gli sviluppatori sono riusciti a mettere a punto un layout convincente, ampiamente personalizzabile, con due stick analogici riposizionabili che gestiscono movimento e visuale, nonché la benedetta opzione di fuoco automatico che preme il grilletto non appena inquadriamo un nemico nel reticolo di mira.

È possibile disattivarla qualora si sia masochisti o si disponga di due pollici nella mano destra, ma non c'è davvero storia: si tratta di un automatismo che consente di concentrarsi sul movimento del personaggio anziché dover togliere il dito dalla gestione della visuale per sparare, rischiando anche di sprecare preziose munizioni.
Il malus per chi utilizza l'autofire consiste in un danno inflitto sostanzialmente inferiore quando si spara senza iron sight, ma ciò finisce per bilanciare molto bene le due alternative. Certo, se beccate qualcuno che gioca su PC via emulatore con mouse e tastiera sarete ugualmente morti prima ancora di rendervene conto.

 

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Anteprima Planet Zoo
Anteprima Planet Zoo
(Palermo)
-

Stesso discorso per la presenza di un seconda valuta, indispensabile per acquistare esemplari più rari e legata al rilascio di un animale in natura e alla salvaguardia delle specie a rischio.
RECENSIONE PLANET ZOO - Planet Zoo è a tutti gli effetti un gestionale di stampo...

Red Dead Redemption 2 versione PC: recensione
Red Dead Redemption 2 versione PC: recensione
(Palermo)
-

RED DEAD REDEMPTION 2 PC RECENSIONE - È senza dubbio il più bel gioco del 2018.
RED DEAD REDEMPTION 2 PC RECENSIONE - È senza dubbio il più bel gioco del 2018....

Death Stranding recensione
Death Stranding recensione
(Palermo)
-

RECENSIONE DEATH STRANDING - Non è stato un compito facile lavorare alla recensione di Death Stranding, anzi, posso dire tranquillamente che è stato il prodotto più controverso con il quale abbia mai avuto a che fare.
RECENSIONE DEATH STRANDING - Non è stato un compito facile lavorare alla...

Luigis Mansion 3: anteprima ufficiale
Luigis Mansion 3: anteprima ufficiale
(Palermo)
-

RECENSIONE LUIGIS MANSION 3 - Per quanto sia un’avventura assolutamente buona, a tratti anche eccezionale, a Luigi’s Mansion 3 manca quel qualcosa in più per entrare nella ludoteca dei grandi classici di Nintendo Switch ed occupare subito una tra le posiz
RECENSIONE LUIGIS MANSION 3 - Al di là della struttura ludica insolita, un...

Football Manager 2020: anteprima
Football Manager 2020: anteprima
(Palermo)
-

ANTEPRIMA FOOTBALL MANAGER 2020 - Football Manager 2020, come i suoi predecessori e i suoi seguiti, ha la propria teca da santificare davanti a cui si inginocchieranno migliaia di fan sparsi per tutto il mondo, un’opera che ha trasceso i confini virtuali
ANTEPRIMA FOOTBALL MANAGER 2020 - Football Manager 2020, come i suoi...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati